10°

22°

Strajè-Stranieri

«No alle classi-ghetto per stranieri»

«No alle classi-ghetto per stranieri»
Ricevi gratis le news
1

Marco Severo

Due parole sono bandite nell’aula magna del Giordani: «classi ponte». Il concetto - proposto mesi fa dalla Lega Nord - neppure esiste nel vocabolario dei prof d’italiano per stranieri, riuniti venerdì scorso nella scuola di via Lazio per una giornata di studi su «Studiare in italiano L2: prospettive di analisi e buone pratiche dal territorio». «I nostri modelli didattici - dice Marco Mezzadri, dipartimento di italianistica della facoltà di Lettere di Parma - tendono proprio al superamento dei ghetti e, anzi, puntano a valorizzare la componente relazionale, dando cioè agli studenti immigrati l’opportunità di sviluppare amicizie nelle classi d’appartenenza».
«No, niente classi ponte: il metodo che noi proponiamo punta all’integrazione e si basa su lezioni parallele a quelle previste dal programma scolastico ordinario» dice Daniela Salami, coordinatrice delle insegnanti per immigrati di Parma.
 Come lei la pensano gli oltre 150 docenti di scuola media e superiore, arrivati da tutta Italia.   Tra i relatori si avvicendano   Paolo Balboni dell’Università Cà Foscari di Venezia, Anna Piperno del Miur, Graziella Favaro del centro specializzato «Come» di Milano e Gabriele Ferrari, assessore alle Politiche scolastiche della Provincia di Parma, promotore dell’incontro insieme all’Ufficio scolastico regionale.
 «Il nostro territorio - dice Mezzadri - è tra le realtà più all’avanguardia per l’insegnamento dell’italiano L2, quello cioè previsto per gli studenti non italofoni. Tuttavia, nonostante gli sforzi della periferia tramite le università e i centri di ricerca e formazione, deve essere l’Amministrazione centrale del Paese a farsi carico di soluzioni strutturali».
A Parma, grazie al suo ateneo e all’investimento di piazzale della Pace, le lezioni per i ragazzi immigrati sono partite nell’anno scolastico 2006/2007. Sono 300 gli studenti che da allora si sono seduti ai banchi dei corsi «paralleli» in tutto il parmense. La maggior parte proviene dall’est Europa - «Moldavia e Romania specialmente»,  dice la Salami - e dall’Africa sub sahariana. Frequentano ogni settimana corsi pomeridiani e mattutini, ben integrati comunque con le lezioni scolastiche. In ciascuna classe  18 alunni al massimo.
 «Le principali difficoltà - spiegano Jessica Aiello, Linda Cammarata e Antonella Cortese, coordinatrici insieme alla Salami - le incontrano nell’uso dei termini tecnici, soprattutto in materie come diritto e, forse a sorpresa, storia». Oltre 50 sono invece gli insegnanti del parmense certificati dalla Ca' Foscari, l’ateneo appositamente accreditato. «La questione dell’italiano L2 - conclude Mezzadri - richiede un intervento rapido, visto che è in continua crescita nelle nostre scuole il numero di ragazzi d’origine straniera».  

 

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    31 Marzo @ 02.55

    Quanto costa agli italiani questo business? Gli interessati, inutile specificarlo (?) non lo fanno certo gratis. Un bell'extra pomeridiano fa sempre comodo, peccato che a pagarlo siano sempre i soliti noti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Cane veglia per ore "amico" morto in strada. La foto commuove il web

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

PGN

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

Lealtrenotizie

Insegue due ladri e viene preso a pugni

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

2commenti

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

Berceto

Lucchi: «Non pagate le spese postali per la bolletta»

oltretorrente

Pacco sospetto in via D'Azeglio: «deflagra» l'allarme bomba

Attivato il protocollo di sicurezza. Il sacco era pieno di immondizia

Polemica

Scuola, mancano 779 insegnanti di sostegno

SERIE B

Niente alibi ma niente processi

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

17commenti

Infarto

Compie 40 anni il palloncino «salva-vite»

IL CASO

Mezzano Rondani, la stazione-rudere

INCHIESTA

Muti senatore, i sostenitori parmigiani

1commento

MESSICO

Niente Mondiali paralimpici, Giulia Ghiretti tornerà a casa: "Scossa fortissima, secondi interminabili"

La manifestazione è stata annullata in seguito al violento terremoto

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

carabinieri

Lite con machete in via Lazio: e così viene incastrato per furto Video

3commenti

Gazzareporter

Un lettore: "Ma proprio non c'era altro posto?"

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

Calcio

Per il Parma un altro ko

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

FOGGIA

E' morta la 15enne ferita al volto dall'ex compagno della madre

1commento

AEREI

Caos Ryanair: niente accordo con i piloti. L'Antitrust indaga

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

CALCIO

Michele Uva nominato vicepresidente dell'Uefa

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Il gattino Muffin cerca una famiglia

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D