-4°

la storia

Mohamed, disoccupato e senzatetto è stato «adottato» dall'associazione Pane e vita

0

 

Da senzatetto a volontario di strada. E’ la storia di Mohamed, 43 enne tunisino, che dopo aver dormito all’aperto per mesi, è stato «adottato» dall’associazione «Pane e vita». 
Un aiuto che lui ha ricambiato dedicando il proprio tempo ai senza fissa dimora della nostra città.
 Da quanto tempo ti trovi a Parma?
«Sono qui da due anni, ma vivo in Italia da ormai 23 anni. Mi sono trasferito a Parma per cercare un lavoro. Ho fatto il benzinaio per cinque mesi, ma il mio datore di lavoro mi ha pagato soltanto per due mesi e poi ha chiuso l’attività. Sono rimasto di colpo senza un soldo per vivere e così, non trovando un altro lavoro, ho iniziato la mia vita in strada».
E' stata dura?
«Molto. Nel giro di qualche mese sono diventato magrissimo. Ero irriconoscibile. Dormivo dove potevo e mangiavo quello che capitava. Un giorno ho incontrato i volontari di “Pane e vita” in stazione, mentre distribuivano del cibo e delle coperte. Mi hanno chiesto di raccontare la mia storia e da quel momento hanno iniziato ad aiutarmi. Mi hanno dato da mangiare, da vestirmi e un posto in cui dormire».
Da quel momento cosa è successo?
«La mia vita è cambiata. Oggi non ho ancora un lavoro, ma sono comunque felicissimo. Ho capito quanto è importante l’attività di “Pane e vita” e così ho chiesto di poter fare anche io il volontario. Sono molto contento di aiutare l’associazione perché conosco bene le difficoltà di chi vive in strada».
Cosa provi mentre aiuti chi si trova in quella che - fino a poco tempo fa - era la tua condizione?
«A ogni persona che viene in stazione cerco di offrire qualcosa di più rispetto a un sacchetto pieno di cibo. Nei giorni della distribuzione rinuncio sempre a un pasto, perché so bene cosa significa non avere nulla da mangiare ogni giorno».
Il tuo sogno?
«Sogno di avere una casa e un lavoro. Non desidero altro perché in realtà una famiglia ce l’ho già: sono i volontari dell’associazione “Pane e vita”».L. M. 
Da senzatetto a volontario di strada. E’ la storia di Mohamed, 43 enne tunisino, che dopo aver dormito all’aperto per mesi, è stato «adottato» dall’associazione «Pane e vita». Un aiuto che lui ha ricambiato dedicando il proprio tempo ai senza fissa dimora della nostra città. Da quanto tempo ti trovi a Parma?«Sono qui da due anni, ma vivo in Italia da ormai 23 anni. Mi sono trasferito a Parma per cercare un lavoro. Ho fatto il benzinaio per cinque mesi, ma il mio datore di lavoro mi ha pagato soltanto per due mesi e poi ha chiuso l’attività. Sono rimasto di colpo senza un soldo per vivere e così, non trovando un altro lavoro, ho iniziato la mia vita in strada».E' stata dura?«Molto. Nel giro di qualche mese sono diventato magrissimo. Ero irriconoscibile. Dormivo dove potevo e mangiavo quello che capitava. Un giorno ho incontrato i volontari di “Pane e vita” in stazione, mentre distribuivano del cibo e delle coperte. Mi hanno chiesto di raccontare la mia storia e da quel momento hanno iniziato ad aiutarmi. Mi hanno dato da mangiare, da vestirmi e un posto in cui dormire».Da quel momento cosa è successo?«La mia vita è cambiata. Oggi non ho ancora un lavoro, ma sono comunque felicissimo. Ho capito quanto è importante l’attività di “Pane e vita” e così ho chiesto di poter fare anche io il volontario. Sono molto contento di aiutare l’associazione perché conosco bene le difficoltà di chi vive in strada».Cosa provi mentre aiuti chi si trova in quella che - fino a poco tempo fa - era la tua condizione?«A ogni persona che viene in stazione cerco di offrire qualcosa di più rispetto a un sacchetto pieno di cibo. Nei giorni della distribuzione rinuncio sempre a un pasto, perché so bene cosa significa non avere nulla da mangiare ogni giorno».Il tuo sogno?«Sogno di avere una casa e un lavoro. Non desidero altro perché in realtà una famiglia ce l’ho già: sono i volontari dell’associazione “Pane e vita”».L. M. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta