17°

30°

la storia

Mohamed, disoccupato e senzatetto è stato «adottato» dall'associazione Pane e vita

Ricevi gratis le news
0

 

Da senzatetto a volontario di strada. E’ la storia di Mohamed, 43 enne tunisino, che dopo aver dormito all’aperto per mesi, è stato «adottato» dall’associazione «Pane e vita». 
Un aiuto che lui ha ricambiato dedicando il proprio tempo ai senza fissa dimora della nostra città.
 Da quanto tempo ti trovi a Parma?
«Sono qui da due anni, ma vivo in Italia da ormai 23 anni. Mi sono trasferito a Parma per cercare un lavoro. Ho fatto il benzinaio per cinque mesi, ma il mio datore di lavoro mi ha pagato soltanto per due mesi e poi ha chiuso l’attività. Sono rimasto di colpo senza un soldo per vivere e così, non trovando un altro lavoro, ho iniziato la mia vita in strada».
E' stata dura?
«Molto. Nel giro di qualche mese sono diventato magrissimo. Ero irriconoscibile. Dormivo dove potevo e mangiavo quello che capitava. Un giorno ho incontrato i volontari di “Pane e vita” in stazione, mentre distribuivano del cibo e delle coperte. Mi hanno chiesto di raccontare la mia storia e da quel momento hanno iniziato ad aiutarmi. Mi hanno dato da mangiare, da vestirmi e un posto in cui dormire».
Da quel momento cosa è successo?
«La mia vita è cambiata. Oggi non ho ancora un lavoro, ma sono comunque felicissimo. Ho capito quanto è importante l’attività di “Pane e vita” e così ho chiesto di poter fare anche io il volontario. Sono molto contento di aiutare l’associazione perché conosco bene le difficoltà di chi vive in strada».
Cosa provi mentre aiuti chi si trova in quella che - fino a poco tempo fa - era la tua condizione?
«A ogni persona che viene in stazione cerco di offrire qualcosa di più rispetto a un sacchetto pieno di cibo. Nei giorni della distribuzione rinuncio sempre a un pasto, perché so bene cosa significa non avere nulla da mangiare ogni giorno».
Il tuo sogno?
«Sogno di avere una casa e un lavoro. Non desidero altro perché in realtà una famiglia ce l’ho già: sono i volontari dell’associazione “Pane e vita”».L. M. 
Da senzatetto a volontario di strada. E’ la storia di Mohamed, 43 enne tunisino, che dopo aver dormito all’aperto per mesi, è stato «adottato» dall’associazione «Pane e vita». Un aiuto che lui ha ricambiato dedicando il proprio tempo ai senza fissa dimora della nostra città. Da quanto tempo ti trovi a Parma?«Sono qui da due anni, ma vivo in Italia da ormai 23 anni. Mi sono trasferito a Parma per cercare un lavoro. Ho fatto il benzinaio per cinque mesi, ma il mio datore di lavoro mi ha pagato soltanto per due mesi e poi ha chiuso l’attività. Sono rimasto di colpo senza un soldo per vivere e così, non trovando un altro lavoro, ho iniziato la mia vita in strada».E' stata dura?«Molto. Nel giro di qualche mese sono diventato magrissimo. Ero irriconoscibile. Dormivo dove potevo e mangiavo quello che capitava. Un giorno ho incontrato i volontari di “Pane e vita” in stazione, mentre distribuivano del cibo e delle coperte. Mi hanno chiesto di raccontare la mia storia e da quel momento hanno iniziato ad aiutarmi. Mi hanno dato da mangiare, da vestirmi e un posto in cui dormire».Da quel momento cosa è successo?«La mia vita è cambiata. Oggi non ho ancora un lavoro, ma sono comunque felicissimo. Ho capito quanto è importante l’attività di “Pane e vita” e così ho chiesto di poter fare anche io il volontario. Sono molto contento di aiutare l’associazione perché conosco bene le difficoltà di chi vive in strada».Cosa provi mentre aiuti chi si trova in quella che - fino a poco tempo fa - era la tua condizione?«A ogni persona che viene in stazione cerco di offrire qualcosa di più rispetto a un sacchetto pieno di cibo. Nei giorni della distribuzione rinuncio sempre a un pasto, perché so bene cosa significa non avere nulla da mangiare ogni giorno».Il tuo sogno?«Sogno di avere una casa e un lavoro. Non desidero altro perché in realtà una famiglia ce l’ho già: sono i volontari dell’associazione “Pane e vita”».L. M. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

1commento

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

concorso

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

fontanini

incidenti

Scontro tra auto e uno scooter a Fontanini: un ferito grave

TRIBUNALE

La truffa online del robot da piscina, parmigiano condannato

gazzareporter

Largo Coen: risveglio dopo la notte di raccolta rifiuti... Foto

3commenti

politica

Calvano: "Il Pd di Parma martoriato da vecchie logiche”

A Corcagnano

Rubati due escavatori in un cantiere

rifiuti

Agevolazioni per il compostaggio domestico: arrivano i controlli

po

Ancora senza esito le ricerche del soragnese scomparso

Asolana

Getta un mozzicone: scoppia l'incendio

3commenti

siccità

Regione: nessun rischio di razionamento dell'acqua in Emilia

Oggi incontro dell'Osservatorio per il Po

Fidenza

Addio alla «Rita» borghigiana doc

BASSA

Falchi cuculi, il loro regno targato Parma

L'INTERVISTA

Noa Zatta: «L'estate perfetta sul set di Salvatores»

ZONA VIA BARACCA

Caso di Dengue a Mariano, disinfestazione per tre notti Cosa fare

Da stasera dalle 23 alle 4. Tutti consigli per i residenti

4commenti

ATLETICA

Folorunso, ai mondiali per stupire

2commenti

parma

Lascia la figlia addormentata in auto sotto il sole: denunciato

Il padre accusato di abbandono di minore

1commento

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

Nuove rivelazioni dell'ex fidanzato

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

firenze

Benzina per eliminare pidocchi, bimba in condizioni critiche

3commenti

LONDRA

I genitori di Charlie si arrendono, "Vai con gli angeli" Video

SPORT

MOTOCROSS

Per Kiara Fontanesi weekend da dimenticare

PARMA CALCIO

Open Day femminile il 2 agosto

SOCIETA'

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

gusto

I Maestri del lievito madre ingolosiscono la piazza Foto

MOTORI

BMW

Serie 2 Coupé e Cabrio, debutta il restyling

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori