20°

33°

Strajè-Stranieri

Zorandi, Khawatmi e il "Patto della moschea"

Zorandi, Khawatmi e il "Patto della moschea"
Ricevi gratis le news
10

Hanno stretto il «patto della moschea» impegnandosi a trovare un’area che possa ospitare un nuovo luogo di preghiera per gli islamici parmigiani. Sono il segretario comunale della Lega Nord di Parma Andrea Zorandi e Radwan Khawatmi, imprenditore siriano da 40 anni in Italia e leader del movimento «I nuovi Italiani». Il primo è pronto a mediare con la frange più oltranziste che non vogliono sentir parlare di nuove moschee a Parma, il secondo, musulmano, si è detto disponibile a contribuire, anche economicamente, alla localizzazione e all’acquisto dell’area per edificare il nuovo edificio di culto.
Un patto trasversale di cui parla oggi il Corriere della Sera. «Il tempo dello scontro, dei maiali davanti alle moschee, è finito - spiega Khawatmi -. Con gli uomini di Umberto Bossi ci sono più convergenze di quanto si possa pensare: l’importante è parlare senza pregiudizi. Certo, non è semplice: tra i miei c'è chi mi dà del leghista e l’opposto capiterà ai miei interlocutori del Carroccio». La moschea di Parma è ospitata in un’area artigianale alle porte della città e alcuni imprenditori della zona, vicini alla Lega Nord, si sono sempre opposti a questa collocazione. «Troveremo una via d’uscita che possa mettere d’accordo gli islamici, la Lega e il Comune – conclude l’imprenditore siriano – I musulmani si sentono trattati come intrusi, ma rivendicano il diritto di preghiera: ho preso un impegno con loro».
Per la moschea, Khawatmi ha già in programma di incontrare anche Calderoli e Castelli e sul tavolo potrebbe spuntare anche la questione del voto amministrativo. «Se il parlamento la approverà - conclude l'imprenditore siriano - irromperanno sulla scena elettorale tre milioni di nuovi votanti, una rivoluzione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio

    20 Ottobre @ 10.21

    Quando a casa loro si potra' costruire una chiesa allora e forse gli si puo' concedere la moschea, ma per ora sono solo arroganti e tutt'altro che italiani disposti ad integrarsi in italia. Vorrei ancora capire perche' 3 milioni di nulla facenti arabi sono utili per il nostro paese, forse solo per un voto ai nostri amati politici? Svegliamoci italiani!!!!!!!

    Rispondi

  • NE'MESI

    10 Agosto @ 13.31

    "RADWAN KHWATMI NON RAPPESENTA NESSUNO."

    Rispondi

  • giordana

    06 Maggio @ 10.35

    Abito a Fognano e quindi se dovesse andare in porto è proprio una presa per i fondelli visto che appunto non volevano il centro II accoglienza per immigrati, e allora si cuccano non solo il centro accoglienza ma anche la moschea che di immigrati ne richiama sicuramente più di 20. e Eia non è molto lontana da Fognano, anzi dovranno tutti passare in fila religiosa proprio da lì......, davanti le case dei signori fognanesi.

    Rispondi

  • laura

    06 Maggio @ 09.32

    mi giunge notizia che la moschea + centro II accoglienza per immigrati (quello che dovevano fare a Fognano) saranno costruiti a Eia in un'area del Comune. quindi direi un Km. fuori di Fognano. Comitato di Fognano ne sapete qualcosa?

    Rispondi

  • Francesco

    04 Maggio @ 17.38

    Si , Dan , Lei ha capito il problema. Alcuni Partiti italiani di Destra come di Sinistra, si sono dichiarati favorevoli al riconoscimento del diritto di voto , quantomeno alle elezioni amministrative, per gli stranieri. Han fatto questo nella speranza di accaparrarsi quei voti. Ma è una pia illusione. Gli stranieri , infatti , una volta acquisito il diritto di voto, non voteranno per partiti italiani , ma formeranno partiti propri , e , quello di Khawatmi , è già il primo. Ma il più temibile sarà il Partito Islamico. che, senz' altro, al momento opportuno, si formerà , e raccoglierà milioni di voti tra i Mussulmani in Italia (non credo che Khawatmi sia mussulmano). Allora potrà succedere, per esempio , che i seggi raccolti dagli Islamici nel Consiglio Comunale di Parma siano determinanti per formare una Maggioranza. E, così, Parma diventerà una Città Musulmana ! Signora Mary , Lei ha ragione quando dice che gli stranieri onesti che lavorano non devono essere emarginati e discriminati , ma dovrebbe pure dirle qualcosa il fatto che , ogni giorno ed ogni notte , la nostra Città , che, prima dell' invasione straniera, era tranquilla e sicura , è ora devastata da una dilagante delinquenza . Furti, rapine, risse, accoltellamenti , danneggiamenti , minacce, spaccio di droga, prostituzione, e non può ignorare che quasi tutti questi reati sono commessi da immigrati stranieri, o , mi piange il cuore a dirlo , da Italiani immigrati dal Meridione. Polizia e Carabinieri lavorano solo per loro, signora Mary. Se fosse per i Parmigiani , la Questura , alla sera, si potrebbe pure chiudere.... Naturalmente , nessuno dice che tutti gli immigrati siano delinquenti , per carità ! Però , se in un gruppo di persone (come i Parmigiani) ci sono due delinquenti ogni dieci (i numeri sono di fantasia), mentre in un altro gruppo (come gli Immigrati) sono otto ogni dieci , qualcosa vorrà pur dire , e qualcosa bisognerà pur fare. Per quanto riguarda la donazione di sangue , non so rispondere con precisione al signor Federico, ma mi documenterò. Credo, però, che , per la religione mussulmana , il sangue sia sede dell' Anima , per cui lo scambio di sangue da una persona all' altra non sia visto molto di buon grado....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

D'Alessio-Tatangelo, "siamo in crisi"

gossip

D'Alessio-Tatangelo ammettono: "Siamo in crisi"

Fra emozioni e record: paracadutisti si lanciano da 4.500 metri nei cieli emiliani

REGGIO EMILIA

Fra emozioni e record: paracadutisti si lanciano da 4.500 metri nei cieli emiliani Foto

Ecco i tormentoni dell'estate, Despacito al primo posto

musica

Ecco i tormentoni dell'estate raccontati da Simonetta Collini Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Schiacciato dal muletto: muore un 74enne

gaione

Schiacciato dal muletto: muore un 74enne

1commento

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

3commenti

tg parma

Identificato l'aggressore che ha colpito un 47enne a forbiciate Video

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

carabinieri

Con la scusa di un selfie rapina studente in via D'azeglio: arrestato

6commenti

Inchiesta bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

weekend

Feste campestri, cavalli e silent party: l'agenda del sabato

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

autostrada

Frana tra il casello di Parma e il bivio A1-A15: rallentamenti

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

1commento

polizia municipale

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

Soragna

I residenti contrari all'arrivo dei profughi

2commenti

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

8commenti

Noceto

Quella croce che protegge la valle di Cella

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

il caso

E il Comune di Sesto riceve la fattura per la salma di Amri: 2.160 euro

3commenti

Terremoto

Scossa di magnitudo 3.6 fra Veneto e Lombardia

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

salsomaggiore

Un mondo di spaventapasseri: Case Giarone in festa Foto

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up