18°

Strajè-Stranieri

Alessandra, in Angola dalla parte dei bambini

Alessandra, in Angola dalla parte dei bambini
1

«Adesso sono qui, ma ho lasciato il mio cuore là, in Angola, fra quella gente».
Così ha spiegato Alessandra Cattani, medico chirurgo volontario fidentino, che ha lavorato per due anni nell’ospedale di Chiulo, in Angola, uno dei Paesi più poveri dell’Africa sub-sahariana. «Il mio mondo è là, fra quei bambini, che se riescono a salvarsi, quando se ne vanno in braccio alla mamma - ha raccontato Alessandra - ti guardano con quegli occhioni spalancati e mentre ti salutano con la manina ti dicono: “Ciao dotora”. E allora ti si riempie il cuore di tenerezza».
«Dai parti cesarei all’ortopedia e alle ustioni, là dovevo occuparmi di tutto, pur essendo responsabile della Pediatria. Ma quando ti si presenta una qualsiasi emergenza devi trovare il coraggio per affrontarla, pur di salvare delle persone. Trattandosi di un grande ospedale rurale, completamente isolato e in mezzo alla savana, con la città più vicina a tre ore di jeep, capita che arrivino donne gravide che hanno camminato a piedi per giorni. Ricordo che è arrivata una giovane incinta che stava morendo per emorragia interna, accompagnata dalla mamma. Il bimbo era morto, mentre lei si è salvata. E ho ancora impressa quella immagine, con sua madre che non avendo nulla da offrire mi ha preso le mani e me le ha baciate per ringraziarmi. E quante volte una madre mi ha messo fra le braccia il proprio bimbo morente, stremata dalla fatica e dalla disperazione, giunta dopo ore e ore di cammino, a piedi, nella savana. Quante volte ho visto tante lacrime, di gioia o di lutto. Eppure, nonostante la miseria e la sofferenza di una vita dura e difficile, mai come fra questa gente ho percepito tanto amore per la vita, tanta capacità di apprezzare le piccole cose di tutti i giorni. Tanta volontà di rialzarsi e sorridere. Pur nella povertà, sono persone di una gratitudine immensa».
«Si vedono ancora bimbi che sembrano scheletrini, col ventre gonfio e la testa grossa e scarna. E i piccoli, là, muoiono non solo per malattie gravi come malaria, meningite, Aids, ma anche per tetano, morbillo o per una banale diarrea o polmonite, semplicemente perchè arrivano tardi in ospedale. Sono stati due anni intensi che mi hanno cambiato la scala delle priorità nella vita. Acqua fredda, niente tv, poca luce. Ma si vive lo stesso e forse meglio che avere tutto. E questo mi fa sentire viva e felice».S.L.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    19 Maggio @ 18.40

    Le persone meravigliose come Alessandra ci fanno riconciliare con la vita.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

4commenti

lega pro

Parma, alle 16.30 in campo pensando solo a vincere Diretta

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

5commenti

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

15commenti

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

1commento

gazzareporter

Barriera Repubblica, l'orologio non si è aggiornato con l'ora legale

3commenti

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

podisti

Tutti i protagonisti della Manarace di Fontevivo Foto

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

usa

Sparatoria in un night a Cincinnati, un morto e 15 feriti Video

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017