13°

24°

incidenti

Morta la donna etiope investita in via Spezia

Zerefu Manalebesh Tekle venne travolta mentre attraversava sulle strisce. L'incidente risale al 25 maggio. La procura ha disposto l'autopsia

Morta la donna etiope investita in via Spezia
Ricevi gratis le news
0

Non ce l'ha fatta la signora etiope Zerefu Manalebesh Tekle travolta il 25 maggio da un'auto mentre attraversava le strisce pedonali. in via Spezia. La donna, 50 anni, ricoverata in Medicina interna, nonostante il prodigarsi dei medici, è deceduta dopo nove giorni di sofferenze. Fatali le gravi fratture e le lesioni riportate. Il 25 maggio, alle 18,30, subito dopo essere uscita da casa con la figlia 25enne (con cui abitava in un condominio di via La Spezia) aveva attraversato la strada per prendere l'autobus 6. Le due donne mentre stavano attraversando le strisce davanti al Cavagnari.
Erano subito apparse gravi le conseguenze dell'incidente per la cinquantenne, sottoposta fino a tarda ora ad accertamenti clinici all'ospedale Maggiore e poi ricoverata. Anche la figlia era rimasta coinvolta nell'incidente, ma non aveva riportato gravi conseguenze. Per cause in corso di accertamento, un settantottenne parmigiano al volante di una Hyundai Atos proveniente dalla tangenziale e diretto verso il centro città, non era riuscito a evitare l'impatto e aveva centrato le due donne che, a seguito dell'urto erano cadute sull'asfalto. L'uomo, resosi conto dell'accaduto, si era subito fermato e aveva cercato di prestare i primi soccorsi.
Sul luogo dell'incidente erano arrivati i vigili urbani che avevano provveduto a rilevare l'incidente e stanno ricostruendo la dinamica. La signora Zerefu abitava a Parma da circa due anni e mezzo e, come detto, viveva con la figlia Yeshi. Al momento dell'incidente indossava, come era solita fare, il tradizionale abito etiopico (yehager lebesse) con cui si vestono le persone del nord del Paese, in particolare quelle non più giovanissime. Le due ferite erano state trasferite all'ospedale Maggiore, a bordo dei mezzi inviati da Parmasoccorso. La data del funerale non è ancora stata fissata: si attende l'esito dell'autopsia. La salma sarà poi traslata in Etiopia dopo il nullaosta della magistratura. «Durante l'agonia ha avuto modo di perdonare l'investitore, però ci è dispiaciuto che non sia venuto a trovarla, per sapere come stava», afferma Franco Comacchio, un amico di famiglia italo-etipico che ringrazia, a nome dei famigliari, tutte le persone che si sono prodigati in questi giorni difficili. Domani, dalle sette di mattina alle undici, nella chiesa di San Pietro Incaltra in via Padre Lino, la comunità etiopica tewahedo si riunirà per pregare in memoria di tutte le persone che hanno perso la vita sulle strisce pedonali. La comunità invita tutti i parenti che hanno perso loro cari sulle strisce a partecipare. «Chiedono anche al comune - riferisce Comacchio - di mettere un semaforo sulle strisce pedonali in via Spezia lungo cui, nella zona in cui è avvenuto l'incidente, le auto procedono a velocità spesso troppo elevata». Affinchè la morte di Zerefu, perlomeno, possa servire a evitarne altre. r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

1commento

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

1commento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Cade in bici, è grave

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

1commento

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

27commenti

fauna selvatica

Trasporto di animali feriti, affidato l'incarico

Il responsabile del servizio è il dr.Giovanni Maria Pisani

2commenti

tg parma

Blitz col coltello in farmacia, è caccia ai rapinatori Video

1commento

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

2commenti

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, allagate due cittadine

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery