10°

19°

Strajè-Stranieri

Lontani dalla violenza: un percorso per dieci rifugiati

Lontani dalla violenza: un percorso per dieci rifugiati
1

di Michela Spotti

Le ferite fisiche sono visibili, quelle psicologiche sono silenziose ma gridano il proprio dolore spesso nell’indifferenza. «Lontani dalla violenza» è il progetto di realizzazione e condivisione di servizi territoriali per la presa in carico integrata delle persone vittime di tortura, promosso da 12 realtà di varie regioni italiane di cui Ciac Onlus è capofila.

Esse realizzeranno, a livello nazionale, interventi di aiuto in favore di 200 vittime di tortura attraverso percorsi individuali di tutela, cura e riabilitazione. «Sono persone richiedenti asilo e rifugiate - spiega Adele Tonini, coordinatrice del progetto - già presenti sul territorio nazionale spesso in condizioni di grave disagio sociale e abitativo, privo di supporti specifici per affrontare le conseguenze delle violenze subite. La maggior parte arriva in Italia dalla Libia con gli sbarchi, scappando dalle violenze».

E a Parma saranno dieci i richiedenti asilo e rifugiati che potranno essere aiutati a recuperare le condizioni di benessere ed autonomia con supporti di accoglienza, interventi sociali, sanitari e di riabilitazione specifica. Nel concreto, verrà creata un’équipe multidisciplinare costituita da operatori socio-sanitari degli enti promotori a livello provinciale: Ciac Onlus, Azienda Usl, Consorzio delle Cooperative di Solidarietà Sociale. Attraverso la definizione di percorsi individualizzati, saranno resi disponibili per un tempo di sei mesi, opportunità di accoglienza abitativa temporanea, interventi sanitari, percorsi di inserimento formativo in cooperative sociali, azioni di supporto linguistico e di mediazione interculturale. Le risorse però non sono mai troppe.

«Il progetto è finanziato dal Fondo Europeo per i Rifugiati che prevede complessivamente un milione di euro per tutti i progetti per le vittime di tortura. - spiega il presidente Ciac, Emilio Rossi - A noi hanno dato 400 mila euro che sono quelli che abbiamo chiesto perché di più non si poteva fare ma andando a ripartire questi soldi per le 200 persone che ne usufruiranno, ci si rende conto che sono molto pochi. Per quanto riguarda il numero delle persone assistite, dal 2001 sono state 200, attualmente ne abbiamo un centinaio». E il Ciac non è nuovo a queste esperienze. «Questo progetto si colloca in continuità con un percorso di riflessione e intervento sul tema della tortura cui hanno contribuito dal 2001 diverse realtà pubbliche e del volontariato del nostro territorio» - spiega Rossi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    01 Luglio @ 10.03

    Il "Fondo europeo per i rifugiati" fornisce aiuti economici alle vittime delle torture e contemporaneamente assistiamo al penoso spettacolo di un''Europa sorda e indifferente al grido di aiuto dei giovani iraniani privati anche della libertà di manifestare pacificamente.Sappiamo che le peggiori torture nei confronti dei dissidenti vengono perpetrate nei paesi islamici (oltre che nei paesi comunisti). Ma questo pare non interessare molto all'Europa e soprattutto non interessa a quei giovani, sia italiani che europei, che programmano manifestazioni violente contro il G8 dell'Aquila. Perché non vanno a sostenere la protesta dei giovani iraniani che stanno aspettando l'aiuto dell'occidente? E' più facile fingere di non capire. E' più divertente, ma soprattutto meno pericoloso protestare in Italia, magari contro il solito G8 o contro il solito Berlusconi. Già dimenticavo che, a detta degli eroi dell' estintore, siamo in un regime contro il quale bisogna lottare armati.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Occhiello

230317 Notizia 8

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery