19°

Strajè-Stranieri

Dal deserto al Parmense: tornano i «piccoli ambasciatori di pace»

Dal deserto al Parmense: tornano i «piccoli ambasciatori di pace»
0

Giulia Coruzzi
Lasceranno il deserto e arriveranno nella nostra provincia per rimanervi fino a fine agosto, il tempo utile per respirare un clima meno incandescente, sia dal punto di vista delle temperature che da quello politico.
 L’associazione Help for Children di Parma anche quest’anno coordina il progetto di accoglienza destinato ai bambini saharawi in collaborazione con la Comunità montana est e i singoli Comuni e associazioni aderenti. Venti piccoli d’età compresa tra i 7 e gli 8 anni atterreranno a Malpensa venerdì e inizieranno il loro soggiorno parmense, divisi in due gruppi. Il primo avrà come prima tappa  Langhirano per poi scoprire anche  Tizzano e  Calestano. Il secondo partirà da  Collecchio per poi toccare  Felino e probabilmente Fidenza. Fino a ricongiungersi per il soggiorno a Berceto e poi partire insieme per l'ultima destinazione: il mare, a Riccione.
Langhirano li ospiterà fino al 16 luglio: pernotteranno nella scuola media e avranno come base - grazie alla Caritas interparrocchiale - l'oratorio. E durante il giorno tante  associazioni del paese si tireranno su le maniche per coinvolgere i bambini in attività nuove e piacevoli. Sabato si svolgerà la festa di benvenuto al Centro culturale, domenica i piccoli prenderanno parte al Dog Party organizzato dalle Unità cinofile. E in alcuni giorni i piccoli saranno ospiti del centro estivo del Comune di Lesignano, dove entreranno in contatto con tanti coetanei.
«La temperatura nel deserto supera in questo periodo i  50 gradi   - ha spiegato Chiara Cacciani, dell’associazione Help for children -. L’obiettivo principale dell’iniziativa è quello di consentire a tutti i bambini di fare un’esperienza di vita all’estero, traendo sicuro beneficio innanzitutto per la propria salute e per la crescita». Abituati alle scatolette degli aiuti umanitari, i piccoli ogni anno dimostrano di apprezzare particolarmente i cibi freschi e sani preparati dalle volontarie langhiranesi, tanto che una delle prime parole che imparano, insieme a «ciao» e «piscina» è «ancora», con tanta soddisfazione di chi riempie i loro piatti.
Tra le altre cose, all’Ospedale Maggiore di Parma avranno la possibilità di sottoporsi alle visite mediche che i campi profughi non riescono ad offrire con regolarità, dall'oculista al dentista; giocheranno con i loro coetanei; saranno invitati a pranzi e cene organizzati dalle associazioni, parteciperanno a feste e potranno scoprire tante cose nuove: fare un tuffo nell’acqua dolce, andare a cavallo, pescare. «E' un’esperienza importante perché permette loro di confrontarsi con altre culture  e di continuare a svolgere  la loro  missione di “piccoli ambasciatori di pace” - ha aggiunto Chiara Cacciani -. Si potrebbe pensare che rischiamo di viziarli o di allontanarli dalla loro vita, in realtà hanno un fortissimo legame con le loro famiglie e questo li porta a tornare sempre a casa volentieri. Inoltre, a qualsiasi regalo materiale preferiscono un abbraccio o il dono di un po' tempo per stare insieme a loro».
I saharawi hanno realizzato una delle esperienze politiche più interessanti del nostro secolo divenendo di fatto uno «Stato in esilio». Nonostante le tremende condizioni di vita, tutti all’interno dell’organizzazione sociale sono chiamati a svolgere un ruolo attivo: gli anziani vengono valorizzati e le donne condividono responsabilità ad ogni livello, specie per quanto riguarda l’educazione e la sanità. Non a caso un proverbio africano ricorda: «Solo le donne riescono a far fiorire il deserto». Per info sugli aiuti: 339 3533329.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il terrore e la città bloccata: il video di un parmigiano a Londra

LONDRA

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

CROCETTA

Via Emilia Ovest, cinese 25enne investita. Non è in pericolo

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

16commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

2commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

3commenti

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

Formula 1

Vettel: "Mai guidata una F1 più veloce"

lega pro

Parma, Lucarelli: "Crediamo nella B". Domani ritiro anticipato Video

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»