19°

Strajè-Stranieri

Musulmani, omaggio alle vittime dei nazisti

Musulmani, omaggio alle vittime dei nazisti
0

di Laura Ugolotti
Sono partiti in una cinquantina, ieri pomeriggio; si sono ritrovati al parcheggio scambiatore Nord dove un pullman li stava aspettando: destinazione il Museo monumento al deportato e a seguire il campo di prigionia di Fossoli.
Una visita che probabilmente in tanti hanno fatto prima di loro, ma cioè che la rende ancora più importante è che questa volta, ad andare a conoscere da vicino una delle pagine più terribili della storia contemporanea, è stato un gruppo di tunisini, marocchini, albanesi. Persone di religione musulmana che della storia dell’olocausto non hanno potuto leggere sui libri di scuola. L'iniziativa è stata organizzata dal «Forum Interreligioso 4 ottobre» di Parma, in collaborazione con le associazioni «Musulmani per il dialogo» e «Immigrati tunisini verde». «Questa visita - spiega Luciano Mazzoni, coordinatore del Forum - è la prima di una serie, che ci porterà nel giro di alcuni mesi a visitare il campo di sterminio di Auschwitz. E’ la risposta ad un bisogno di conoscenza che molti immigrati sentono e che non poteva passare inascoltato». «In Nord Africa soprattutto, ma anche nei Paesi del mondo arabo e islamico la realtà della Shoah non è conosciuta, io stesso l’ho studiata solo quando sono arrivato in Italia - racconta Benjedou Belgacem, presidente dell’associazione "Immigrati tunisini verde" -. Ancora oggi ci sono musulmani che ignorano quello che è accaduto o, ancora peggio, lo negano. Visitare quei luoghi, per noi, vuol dire raccogliere una testimonianza di verità, e poterla raccontare ai nostri concittadini. Molti di noi stanno per tornare a Tunisi per il periodo estivo: sarà l’occasione per portare anche là la loro testimonianza». Il fine ultimo dell’iniziativa è promuovere il dialogo interreligioso come condizione indispensabile per un futuro di pace: «Non solo per noi - aggiunge Cherif Ali - ma soprattutto per i nostri figli». Sul pullman diretto a Carpi anche molti bambini, che prima di partire hanno scritto su alcuni cartelli la parola «pace» in arabo, ebraico, tunisino, albanese. Lusha Fatbordh viene da Cavaia, in Albania, anche se vive in Italia ormai da 15 anni: «L'olocausto - dice - non si può negare, testimonianze e documenti sono sotto gli occhi di tutti; è importante capire cosa è successo, per fare in modo che non accada mai più. In Albania ci sono cristiani ortodossi, cattolici, musulmani: abbiamo imparato in prima persona quanto il dialogo tra le religioni sia fondamentale per la pace e la convivenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

4commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

5commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi: "Pochi in giro per paura di ritorsioni"

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano