Strajè-Stranieri

Moubarak torna in Ciad. Guarito grazie a Parma

Moubarak torna in Ciad. Guarito grazie a Parma
0

di Ilaria Graziosi
Sembra una favola la storia del piccolo Moubarak. Con tanto di lieto fine che fa riempire gli occhi di lacrime di gioia. Sì, perché Moubarak ce l’ha fatta. Ha vinto la sua battaglia contro la grave forma di anemia falciforme che lo aveva colpito fin dai 18 mesi d’età e il primo  agosto, dopo quasi cinque anni, potrà finalmente ritornare in Ciad, la sua terra d’origine.
 «Mancavano poche settimane al Natale del 2005 - ricorda commosso il presidente di ‘Help for Children’, Giancarlo Veneri - quando la nostra associazione, che aveva accolto il disperato appello del padre del bambino, presentò Moubarak alla città, spiegando che era a Parma per curarsi, grazie al fatto che la Regione Emilia Romagna aveva dato il suo assenso all’Azienda ospedaliero-universitaria, anche per l’intervento del consigliere Roberto Garbi, che aveva sposato la causa del bambino. In quell'occasione, insieme al professor Giancarlo Izzi, primario di oncologia pediatrica, si fece un appello ai cittadini per aiutare l’associazione in un cammino che non sarebbe stato né breve né facile. Ma i parmigiani risposero con estrema generosità, donando alla famiglia del piccolo i soldi necessari alle cure. Ma non solo. Anche l’associazione ‘Il Tulipano’ ha contribuito in più occasioni con sottoscrizioni importanti e ha messo a disposizione un locale per ospitare i genitori del piccolo ogni qual volta sono venuti a Parma».
 Il papà di Moubarak, durante l’incontro per i saluti, non sa chi ringraziare prima. Parla solo francese, ma si raccomanda affinchè il suo traduttore riporti parola per parola i suoi ringraziamenti. «Parma ha donato il futuro a mio figlio - spiega il signor Issa - e questo io e la mia famiglia non potremo mai dimenticarlo. Un grazie perciò ai medici, sia di Parma che di Bologna, dove mio figlio ha subito il trapianto di midollo; alle associazioni che ci hanno aiutato in questi anni non facili, ma soprattutto a loro, Maria e Vittoriano Bissi, i coniugi di Viarolo che per quasi cinque anni hanno accolto Moubarak a casa loro come se fosse un nipotino».
«Per noi l’arrivo di Moubarak è stato un dono inaspettato - ha detto commossa la signora Maria - abbiamo sofferto e gioito con lui, lo abbiamo cresciuto fino ad oggi come avremmo fatto con un nostro bambino. E a Viarolo, poi, il piccolo è una ‘star’: è diventato da subito una vivacissima mascotte del paese. Sarà dura senza di lui, anche se sappiamo che questo non è un addio. Moubarak, infatti, tornerà per i controlli medici di routine e  allora lo rivedremo. Del resto, in questi anni - conclude Maria -  ha imparato perfino a parlare uno strano dialetto parmigiano: siamo certi che gli rimarremo nel cuore».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Vendono iPhone: ma è una truffa

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Calcio

Brodino per il Parma

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti