-4°

Strajè-Stranieri

"Io, allenatore in palestra. A digiuno tutto il giorno per il Ramadan"

"Io, allenatore in palestra. A digiuno tutto il giorno per il Ramadan"
7

Caterina Zanirato
 Svegliarsi prima dell’alba. Fare colazione per poi tornare a letto e risvegliarsi per affrontare un’intera giornata a digiuno.
Non è facile seguire il Ramadan, il rito musulmano che prevede 30 giorni in cui ogni fedele non debba mangiare, bere, fumare e avere rapporti sessuali durante le ore diurne.
Ed è ancora più difficile per i musulmani residenti in Europa, dove i negozi, i ristoranti e le attività sono tutte aperte. Mohamed Charfi, 28 anni, vive a Parma da un anno e fa l’assistente in una palestra.
La sua vita è molto impegnata, scandita da allenamenti e corsi di fitness. Uno come lui, ogni giorno, dovrebbe mangiare almeno cinque o sei volte.
E invece, da sabato scorso, mangia solo la sera, dopo le 20.13, e al mattino, entro le 4.20. Mohamed ha voluto comunque rispettare la tradizione, nonostante i tanti disagi che questa comporta in un Paese, come il nostro, che non la osserva.
Da quanto tempo osserva questa pratica?
Sono ormai 15 anni che seguo il Ramadan. Si inizia durante l’adolescenza  in modo da poter capirne il significato. Farlo solo perché imposto non avrebbe senso.
Il sacrificio maggiore è ovviamente quello di non mangiare e non bere di giorno per un mese intero. E' faticoso?
Sì. Ormai sono abituato, ma i primi giorni sono sempre duri. Finchè vivevo in Tunisia era più semplice: i negozi e i ristoranti erano chiusi di giorno e tutti lo rispettavamo. Qui, invece, siamo in pochissimi a fare il Ramadan e in pochi sanno cosa significhi: le tentazioni sono più numerose. Ad esempio, dopo una giornata senza bere, entrare in palestra e vedere persone che bevono con gusto una bottiglia d’acqua davanti a te è davvero una sofferenza. Ma è così che si scopre la propria forza di carattere.
Seguire il Ramadan è dunque e soprattutto una sfida verso sé stessi?
E' un’azione che si fa per Dio: tutti i musulmani, anche i non praticanti, lo seguono. Si capisce cosa voglia dire soffrire la fame, ci si avvicina ai poveri. E' una prova di pazienza e di forza. Si condividono molte più cose con gli altri, si sente di più il senso di appartenenza alla famiglia: mentre durante l’anno ognuno ha i propri orari, in questo mese ci troviamo tutti insieme la sera e la mattina per mangiare.
Seguire queste regole le comporta problemi al fisico? Ad esempio, sarà più stanco: come fa ad allenarsi in palestra?
Sì, sono un pò più stanco, ma molto dipende dallo spirito con cui si affronta questo periodo. Se sei carico, riesci a fare tutto lo stesso. Io ho solo ridotto gli allenamenti: non sono più quotidiani, ma un giorno sì e uno no.
A che ora si sveglia per fare colazione?
Alle 3. Mangio e poi torno a letto. La sera, alle 20.15, inizio bevendo qualcosa e mangiando leggero. Poi torno a casa e ceno con mio fratello e sua moglie.
Quali sono le regole più difficili da rispettare?
In agosto, qui in Italia, sicuramente è difficile non guardare le donne. Io per fortuna fumo pochissimo, ma per chi fuma abitualmente è molto difficile limitarsi: ho visto gente litigare, diventare veramente cattiva per una sigaretta.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Sakina

    14 Settembre @ 21.30

    Che Iddio Altissimo accetti i nostri sforzi, perdoni i nostri peccati, ci aiuti a raggiungere il bene del mese della Misericordia.. "Dì:" Lode ad ALlah che non Si è mai atribuito alcun figlio, Che non condivide con nesuno la Sovranità, Che non ha mai avuto dei protettori contro l'umiliazione". Magnifica la Sua Grandezza." Corano: sura 17 (Al' Isra), 110- 111

    Rispondi

  • valter vitali

    31 Agosto @ 14.35

    Anche se posso passare per uno che dice stupidate voglio dire la mia. Io sono un cristiano non praticante in disaccordo piu' con i formalismi del cattolicesimo che non con la religione in se. Da qualche anno ho deciso di fare un fioretto non solo per la nostra quaresima ma anche durante il ramadan islamico. Me lo sono imposto per rafforzare il carattere. Comunque seguire le consuetudini della religione dovrebbe essere un precetto preciso e non una scelta del tipo "sono cattolico ma...." O lo sei o non lo sei. O segui la religione (comunque ti sforzi un po' anche se e' difficile) o non la segui. Per questo non sono praticante. Non vedo nessun parroco o nessun Papa che segue l'esempio di San Francesco. Lo stesso ponteficie vive "nello sfarzo". Sono queste le cose che devono dare fastidio. Non la quaresima o le scelte religiose di ognuno.....

    Rispondi

  • luca

    30 Agosto @ 13.48

    Giuliana.... quel che ti posso dire in questo frangente è che penserò a quel che mi hai detto..... anche se è un periodo di m***a per me...... senza lavoro e con i soldi che stanno finendo.... sempre i stramaledetti soldi di mezzo... ed è per questo che la mia arrabbiatura molto spesso si traduce in un pianto..... un pianto nervoso..... non mi vergogno a dirlo..... piango come un bambino...... e con la voglia di spaccar tutto.... mi comprerò un sacco da pugile..... ed i guanti.... almeno mi sfogo......

    Rispondi

  • giuliana

    29 Agosto @ 20.58

    Luca- Posso permettermi qualche consiglio spicciolo? Cerca sempre il lato positivo di ogni cosa, anche se a volte può sembrare un'impresa impossibile. Da ogni fatto, anche increscioso, che ci accade, dovremmo saper cogliere qualche insegnamento. Personalmente sono convinta che ognuno di noi, prima di nascere, abbia redatto il proprio piano vitale, predisponendo in esso una serie di ostacoli e difficoltà, proprio perché era sicuro che avrebbe potuto superarli.Tutto quanto ci succede era stato programmato, non da Dio come punizione, ma da noi stessi (anche con l'aiuto di Dio) come compito da svolgere in questa vita, ma con lo scopo ultimo di correggere i nostri difetti e procedere verso la nostra perfezione (spirituale). Se riusciamo a pensare a questa come una possibile spiegazione di quanto ci capita nella nostra esistenza, possiamo anche accorgerci, sempre in quest'ottica, di riuscire a riconoscere in persone apparentemente sfortunate (magari nate con gravi handicap), la coraggiosa scelta di spiriti molto evoluti e molto più avanti di noi sulla via della conoscenza e che con la loro presenza aiutano a progredire altri spiriti. Non è la vita ad essere ingiusta, sei stato tu a scegliertene una complicata, perché avevi pensato di essere in grado di superare le difficoltà. E' una sfida con te stesso, ma sappi che sei in grado di farcela (altrimenti avresti scelto altre prove più semplici).

    Rispondi

  • luca

    29 Agosto @ 11.40

    ah sì???? sai che c'è???? che io e molti altri,per fortuna,non abbiamo fede.... non crediamo in nulla..... e niente e nessuno puo' impormi niente...... io ho 41 anni..... e sono 41 anni di sfighe..... ed ogni giorno che passa succedono cose che rafforzano le mie convinzioni...... ed ogni giorno che passa divento sempre piu' cattivo dentro...... fondamentalmente sono buono come il pane, ma mi hanno fatto diventare cattivo.... la stupidita',l'ottusità della gente,le ingiustizie di questa vita di m***a mi hanno fatto diventare così..... spesso prendo ogni cosa di puntiglio, e,se necessario,me le lego al dito..... ho una rottura di palle che tu non ne hai neanche un'idea..... non ho bisogno di altre storie..... di leggende metropolitane.... di gente che non si fa i c***i suoi e ti vuole inculcare quel che vogliono loro..... ricorda...... dà ment an stupid.... la vita è ingiusta,sempre e cmq......

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

30enne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è uscita dalla rianimazione: è fuori pericolo

Parla l'infettivologo sul recupero. La madre della ragazza: «Sono felice. Grazie ai medici e a tutti»

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

1commento

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

6commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery