11°

22°

Strajè-Stranieri

"Io, allenatore in palestra. A digiuno tutto il giorno per il Ramadan"

"Io, allenatore in palestra. A digiuno tutto il giorno per il Ramadan"
Ricevi gratis le news
7

Caterina Zanirato
 Svegliarsi prima dell’alba. Fare colazione per poi tornare a letto e risvegliarsi per affrontare un’intera giornata a digiuno.
Non è facile seguire il Ramadan, il rito musulmano che prevede 30 giorni in cui ogni fedele non debba mangiare, bere, fumare e avere rapporti sessuali durante le ore diurne.
Ed è ancora più difficile per i musulmani residenti in Europa, dove i negozi, i ristoranti e le attività sono tutte aperte. Mohamed Charfi, 28 anni, vive a Parma da un anno e fa l’assistente in una palestra.
La sua vita è molto impegnata, scandita da allenamenti e corsi di fitness. Uno come lui, ogni giorno, dovrebbe mangiare almeno cinque o sei volte.
E invece, da sabato scorso, mangia solo la sera, dopo le 20.13, e al mattino, entro le 4.20. Mohamed ha voluto comunque rispettare la tradizione, nonostante i tanti disagi che questa comporta in un Paese, come il nostro, che non la osserva.
Da quanto tempo osserva questa pratica?
Sono ormai 15 anni che seguo il Ramadan. Si inizia durante l’adolescenza  in modo da poter capirne il significato. Farlo solo perché imposto non avrebbe senso.
Il sacrificio maggiore è ovviamente quello di non mangiare e non bere di giorno per un mese intero. E' faticoso?
Sì. Ormai sono abituato, ma i primi giorni sono sempre duri. Finchè vivevo in Tunisia era più semplice: i negozi e i ristoranti erano chiusi di giorno e tutti lo rispettavamo. Qui, invece, siamo in pochissimi a fare il Ramadan e in pochi sanno cosa significhi: le tentazioni sono più numerose. Ad esempio, dopo una giornata senza bere, entrare in palestra e vedere persone che bevono con gusto una bottiglia d’acqua davanti a te è davvero una sofferenza. Ma è così che si scopre la propria forza di carattere.
Seguire il Ramadan è dunque e soprattutto una sfida verso sé stessi?
E' un’azione che si fa per Dio: tutti i musulmani, anche i non praticanti, lo seguono. Si capisce cosa voglia dire soffrire la fame, ci si avvicina ai poveri. E' una prova di pazienza e di forza. Si condividono molte più cose con gli altri, si sente di più il senso di appartenenza alla famiglia: mentre durante l’anno ognuno ha i propri orari, in questo mese ci troviamo tutti insieme la sera e la mattina per mangiare.
Seguire queste regole le comporta problemi al fisico? Ad esempio, sarà più stanco: come fa ad allenarsi in palestra?
Sì, sono un pò più stanco, ma molto dipende dallo spirito con cui si affronta questo periodo. Se sei carico, riesci a fare tutto lo stesso. Io ho solo ridotto gli allenamenti: non sono più quotidiani, ma un giorno sì e uno no.
A che ora si sveglia per fare colazione?
Alle 3. Mangio e poi torno a letto. La sera, alle 20.15, inizio bevendo qualcosa e mangiando leggero. Poi torno a casa e ceno con mio fratello e sua moglie.
Quali sono le regole più difficili da rispettare?
In agosto, qui in Italia, sicuramente è difficile non guardare le donne. Io per fortuna fumo pochissimo, ma per chi fuma abitualmente è molto difficile limitarsi: ho visto gente litigare, diventare veramente cattiva per una sigaretta.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Sakina

    14 Settembre @ 21.30

    Che Iddio Altissimo accetti i nostri sforzi, perdoni i nostri peccati, ci aiuti a raggiungere il bene del mese della Misericordia.. "Dì:" Lode ad ALlah che non Si è mai atribuito alcun figlio, Che non condivide con nesuno la Sovranità, Che non ha mai avuto dei protettori contro l'umiliazione". Magnifica la Sua Grandezza." Corano: sura 17 (Al' Isra), 110- 111

    Rispondi

  • valter vitali

    31 Agosto @ 14.35

    Anche se posso passare per uno che dice stupidate voglio dire la mia. Io sono un cristiano non praticante in disaccordo piu' con i formalismi del cattolicesimo che non con la religione in se. Da qualche anno ho deciso di fare un fioretto non solo per la nostra quaresima ma anche durante il ramadan islamico. Me lo sono imposto per rafforzare il carattere. Comunque seguire le consuetudini della religione dovrebbe essere un precetto preciso e non una scelta del tipo "sono cattolico ma...." O lo sei o non lo sei. O segui la religione (comunque ti sforzi un po' anche se e' difficile) o non la segui. Per questo non sono praticante. Non vedo nessun parroco o nessun Papa che segue l'esempio di San Francesco. Lo stesso ponteficie vive "nello sfarzo". Sono queste le cose che devono dare fastidio. Non la quaresima o le scelte religiose di ognuno.....

    Rispondi

  • luca

    30 Agosto @ 13.48

    Giuliana.... quel che ti posso dire in questo frangente è che penserò a quel che mi hai detto..... anche se è un periodo di m***a per me...... senza lavoro e con i soldi che stanno finendo.... sempre i stramaledetti soldi di mezzo... ed è per questo che la mia arrabbiatura molto spesso si traduce in un pianto..... un pianto nervoso..... non mi vergogno a dirlo..... piango come un bambino...... e con la voglia di spaccar tutto.... mi comprerò un sacco da pugile..... ed i guanti.... almeno mi sfogo......

    Rispondi

  • giuliana

    29 Agosto @ 20.58

    Luca- Posso permettermi qualche consiglio spicciolo? Cerca sempre il lato positivo di ogni cosa, anche se a volte può sembrare un'impresa impossibile. Da ogni fatto, anche increscioso, che ci accade, dovremmo saper cogliere qualche insegnamento. Personalmente sono convinta che ognuno di noi, prima di nascere, abbia redatto il proprio piano vitale, predisponendo in esso una serie di ostacoli e difficoltà, proprio perché era sicuro che avrebbe potuto superarli.Tutto quanto ci succede era stato programmato, non da Dio come punizione, ma da noi stessi (anche con l'aiuto di Dio) come compito da svolgere in questa vita, ma con lo scopo ultimo di correggere i nostri difetti e procedere verso la nostra perfezione (spirituale). Se riusciamo a pensare a questa come una possibile spiegazione di quanto ci capita nella nostra esistenza, possiamo anche accorgerci, sempre in quest'ottica, di riuscire a riconoscere in persone apparentemente sfortunate (magari nate con gravi handicap), la coraggiosa scelta di spiriti molto evoluti e molto più avanti di noi sulla via della conoscenza e che con la loro presenza aiutano a progredire altri spiriti. Non è la vita ad essere ingiusta, sei stato tu a scegliertene una complicata, perché avevi pensato di essere in grado di superare le difficoltà. E' una sfida con te stesso, ma sappi che sei in grado di farcela (altrimenti avresti scelto altre prove più semplici).

    Rispondi

  • luca

    29 Agosto @ 11.40

    ah sì???? sai che c'è???? che io e molti altri,per fortuna,non abbiamo fede.... non crediamo in nulla..... e niente e nessuno puo' impormi niente...... io ho 41 anni..... e sono 41 anni di sfighe..... ed ogni giorno che passa succedono cose che rafforzano le mie convinzioni...... ed ogni giorno che passa divento sempre piu' cattivo dentro...... fondamentalmente sono buono come il pane, ma mi hanno fatto diventare cattivo.... la stupidita',l'ottusità della gente,le ingiustizie di questa vita di m***a mi hanno fatto diventare così..... spesso prendo ogni cosa di puntiglio, e,se necessario,me le lego al dito..... ho una rottura di palle che tu non ne hai neanche un'idea..... non ho bisogno di altre storie..... di leggende metropolitane.... di gente che non si fa i c***i suoi e ti vuole inculcare quel che vogliono loro..... ricorda...... dà ment an stupid.... la vita è ingiusta,sempre e cmq......

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto