-1°

Strajè-Stranieri

Il fidanzato di Sanaa partecipa al funerale. La madre: "Lui ha rovinato la mia famiglia"

Il fidanzato di Sanaa partecipa al funerale. La madre: "Lui ha rovinato la mia famiglia"
51

Aveva detto che non sarebbe andato al funerale di Sanaa. Ma poi ci ha ripensato Massimo De Biasio, il fidanzato 31enne della diciottenne marocchina uccisa dal padre martedì sera a Montereale Valcellina (Pordenone). «Ha prevalso il cuore, il mio amore per Sanaa è stato più grande», ha ammesso.
De Biasio è arrivato poco prima delle 9 alla cella mortuaria dell’ospedale di Pordenone, dove si celebra il rito funebre prima del rientro della salma in Marocco.
Il gesto è stato apprezzato dall'imam di Pordenone, Mohammed Ouatik: «La sua presenza è un bene. Significa che è una persona aperta al dialogo. Siamo scossi per quanto successo ovviamente e tutto questo - ha spiegato Ouatik - non sarebbe successo se Dafani (il padre di Sanaa, ndr) fosse venuto al centro islamico. Noi avremmo potuto parlare e avremmo risolto la questione».
Se l'imam apprezza la presenza del fidanzato al funerale, di tutt'altro avviso è la madre di Sanaa. «Non voglio parlare con il fidanzato di mia figlia. Con il suo comportamento ha rovinato la mia vita e la mia famiglia»: queste le parole di Dafna Charuk ha detto di ritenere De Biasio responsabile di quanto successo. Sanaa infatti era andata a vivere con lui, cosa che avrebbe scatenato la furia omicida del padre.
Tra i famigliari c'è anche chi ha chiesto «scusa a tutti» per quanto avvenuto: è Mohammed Dafani, fratello di El Ketaoui, il padre assassino di Sanaa. «Mio fratello è malato e ha perso la testa - ha aggiunto -. La religione non c'entra nulla con quanto è successo».

LA CRONACA DI IERI
La madre di Sanaa: "Mio marito le voleva bene. Forse lei ha sbagliato"

«Mio marito voleva bene a Sanaa: forse lei ha sbagliato»: lo ha detto Fatna Dafani, la mamma di Sanaa, la ragazza marocchina di 18 anni uccisa martedì sera a Montereale Valcellina (Pordenone), in un’intervista esclusiva al Tg di Italia Uno.
«Sono disposta a perdonare mio marito – ha detto la donna – si, si, si, tante volte si. È mio marito, è il padre dei miei bambini».
Sanaa – ha raccontato la mamma, che non parla bene italiano – vestiva bene, mangiava bene, «solo che lui – ha aggiunto riferendosi al marito – non voleva che andasse la sera con i ragazzi brutti o con gli amici. Mio marito – ha aggiunto confermando che il marito era contrario alla convivenza della figlia – voleva bene a Sanaa. Forse lei ha sbagliato. Lui sempre le mandava i messaggi: vieni a casa. Voleva vedere mia figlia davanti a lui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PAOLO

    12 Ottobre @ 20.00

    a casa!!!!!! e tu mauro con loro........

    Rispondi

  • iris

    20 Settembre @ 01.45

    Non c sarà mai pace fin ke non distruggeremo l'ignoranza..E comunque dovremmo guardarci bene dal continuare a fare entrare certa gente..prima o poi lo faranno con noi..basta con il buonismo e ke si abbassino alle nostre culture e usanze ..non noi alla loro..o fuori loro o fuori noi..

    Rispondi

  • giuliana

    20 Settembre @ 00.06

    Mauro-Io faccio parte di quella schiera di persone (per fortuna sempre più numerosa) che ha cercato di capire qualcosa di più sull'islam e ha preso coscienza di quanto succede inei paesi europei dove l'invasione islamica è iniziata prima. La situazione è veramente preoccupante. L'islam non è una religione. L'islam è un'ideologìa totalitaria come nazismo e comunismo che si serve di una forma religiosa mista a parecchi elementi superstiziosi (il messaggio doveva essere compreso da gruppi tribali nomadi e analfabeti) che dovevano servire a raggiungere obiettivi di espansione territoriale con la legittimazione dell'eliminazione fisica dei nemici, lo stupro e la riduzione in schiavitù. Il punto non sarebbe tanto l'aspetto pseudo-religioso-superstizioso che si è dato, quanto la totale mancanza del riconoscimento dei diritti fondamentali di ogni essere umano, compreso la libertà di scegliere se e in che cosa credere. Noi mettiamo in discussione tutto. E questo è bene. Il Papa aveva fatto appello all'uso della ragione anche nella fede. Possono esservi motivi di scontro, ma anche di arricchimento reciproco. L'islam nega tutto questo. L'islam schiavizza, impone e sgozza chi osa ribellarsi. Abbiamo bisogno di altre prove?

    Rispondi

  • mauro

    19 Settembre @ 19.27

    Klukluxiano l'hai letto su qualche giornale che per qualcuno questo e' un omicidio passionale? o di impeto? l'omicida probabilmente, se gia' non e' successo, verra accusato di omicidio premeditato, con le aggravanti. Ma di che stai parlando? comunque il noccioli della questione e' questo "un signore nato in marocco ammazza la figlia? Per me va in galera e si puo' anche buttare la chiave, non mi faccio il sangue amaro, oppure un signore tunisino viane beccato a spacciare; idem come sopra. e tutti gli altri esempi che si possono fare. per te invece tutti imarocchini tutti i tunisini tutti i nigeriani tutti gli albanesi tutti i... quelli che vuoi devono essere espulsi, perche tutti sono colpevoli. oh ma guarda qui a fianco stanno scorrendo le news. alle 15.52 un anziana uccide il vicino in una lite condominiale. se fosse italiana? che facciamo a tutti gli italiani? e se fosse marocchina? il klukluxiano e tanti altri, li vorrebbero tutti espulsi?

    Rispondi

  • mauro

    19 Settembre @ 19.13

    per giuliana ma davvero? allora aveva ragione quello che un po di tempo fa diceva che la religione e' l'oppio dei popoli. O solo l'islam?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria