22°

INIZIATIVA

Case aperte ai migranti: via al progetto «Adotta un rifugiato»

Case aperte ai  migranti: via   al progetto «Adotta un rifugiato»
Ricevi gratis le news
0

Sono 224 i rifugiati accolti nel Parmense negli ultimi 11 mesi, in gran parte giovani poco più che maggiorenni richiedenti asilo o titolari di protezione. Di questi un centinaio a Parma. Per favorire la loro integrazione nel territorio, il Ciac onlus (Centro immigrazione, asilo e cooperazione internazionale) propone un progetto ambizioso alle famiglie di Parma e Fidenza, chiedendo loro di ospitare per alcuni mesi un rifugiato, per sostenerlo nel completamento dei percorsi di autonomia e integrazione, in un contesto protetto e caratterizzato dalle relazioni. Il titolo del progetto «Rifugiati in famiglia» ha senso ovunque si posizioni l’accento, perché il rifugiato entrando in famiglia si sente protetto e con maggior forza continua la strada verso una vita integrata.
Il progetto parmense nasce da un’idea di Ciac e Consorzio Communitas onlus, la rete di 13 diocesi promossa dalla Caritas nazionale, che ha sostenuto lo scorso anno in altri territori il progetto «Rifugiato a casa mia». È una sperimentazione nazionale nell’ambito dello Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati nazionale, svolta in continuità con i progetti «Una città per l’asilo» (capofila Comune di Parma) e «Terra d’asilo» (capofila Comune di Fidenza). I candidati all’accoglienza, in gran parte giovani maggiorenni fuggiti da guerre e persecuzioni, sono selezionati tra coloro che stanno per concludere l’esperienza annuale dei progetti Sprar attivi sul territorio provinciale, all’interno dei quali sono stati dapprima accolti e poi coinvolti in corsi di italiano e percorsi di orientamento all’integrazione. Si tratta quindi di persone in grado di cercarsi o gestire un’attività lavorativa e gli spostamenti necessari, che però non sono ancora completamente autonomi.
«In questa fase la famiglia può essere un modello da imitare, un esempio di relazioni basate su quel valore aggiunto che è l’affettività, che può rimanere come punto di riferimento anche alla fine dell’accoglienza» ha spiegato Laura Rossi, assessore al Welfare del Comune, intervenuta alla presentazione del progetto insieme a Emilio Rossi e Chiara Marchetti di Ciac e Ignazio Punzi e Roberto Guaglianone di Consorzio Communitas. L’accoglienza da parte della famiglia dura al massimo 9 mesi ed è previsto un rimborso di 300 euro mensili. Il progetto prevede un supporto continuo al nucleo familiare da parte degli specialisti dell’asilo e della psicologia familiare di Ciac. Per maggiori informazioni sul progetto scrivere a rifugiatinfamiglia@gmail.com o telefonare al Ciac: 0521.503440.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

IL RISTORANTE

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

Calcio

Per il Parma un altro ko

7commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

8commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

39commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

5commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

Inghilterra

In due aggrediscono autista: ma lui è esperto di arti marziali Video

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...