17°

30°

INIZIATIVA

Case aperte ai migranti: via al progetto «Adotta un rifugiato»

Case aperte ai  migranti: via   al progetto «Adotta un rifugiato»
Ricevi gratis le news
0

Sono 224 i rifugiati accolti nel Parmense negli ultimi 11 mesi, in gran parte giovani poco più che maggiorenni richiedenti asilo o titolari di protezione. Di questi un centinaio a Parma. Per favorire la loro integrazione nel territorio, il Ciac onlus (Centro immigrazione, asilo e cooperazione internazionale) propone un progetto ambizioso alle famiglie di Parma e Fidenza, chiedendo loro di ospitare per alcuni mesi un rifugiato, per sostenerlo nel completamento dei percorsi di autonomia e integrazione, in un contesto protetto e caratterizzato dalle relazioni. Il titolo del progetto «Rifugiati in famiglia» ha senso ovunque si posizioni l’accento, perché il rifugiato entrando in famiglia si sente protetto e con maggior forza continua la strada verso una vita integrata.
Il progetto parmense nasce da un’idea di Ciac e Consorzio Communitas onlus, la rete di 13 diocesi promossa dalla Caritas nazionale, che ha sostenuto lo scorso anno in altri territori il progetto «Rifugiato a casa mia». È una sperimentazione nazionale nell’ambito dello Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati nazionale, svolta in continuità con i progetti «Una città per l’asilo» (capofila Comune di Parma) e «Terra d’asilo» (capofila Comune di Fidenza). I candidati all’accoglienza, in gran parte giovani maggiorenni fuggiti da guerre e persecuzioni, sono selezionati tra coloro che stanno per concludere l’esperienza annuale dei progetti Sprar attivi sul territorio provinciale, all’interno dei quali sono stati dapprima accolti e poi coinvolti in corsi di italiano e percorsi di orientamento all’integrazione. Si tratta quindi di persone in grado di cercarsi o gestire un’attività lavorativa e gli spostamenti necessari, che però non sono ancora completamente autonomi.
«In questa fase la famiglia può essere un modello da imitare, un esempio di relazioni basate su quel valore aggiunto che è l’affettività, che può rimanere come punto di riferimento anche alla fine dell’accoglienza» ha spiegato Laura Rossi, assessore al Welfare del Comune, intervenuta alla presentazione del progetto insieme a Emilio Rossi e Chiara Marchetti di Ciac e Ignazio Punzi e Roberto Guaglianone di Consorzio Communitas. L’accoglienza da parte della famiglia dura al massimo 9 mesi ed è previsto un rimborso di 300 euro mensili. Il progetto prevede un supporto continuo al nucleo familiare da parte degli specialisti dell’asilo e della psicologia familiare di Ciac. Per maggiori informazioni sul progetto scrivere a rifugiatinfamiglia@gmail.com o telefonare al Ciac: 0521.503440.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

1commento

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

concorso

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

fontanini

incidenti

Scontro tra auto e uno scooter a Fontanini: un ferito grave

TRIBUNALE

La truffa online del robot da piscina, parmigiano condannato

gazzareporter

Largo Coen: risveglio dopo la notte di raccolta rifiuti... Foto

3commenti

politica

Calvano: "Il Pd di Parma martoriato da vecchie logiche”

A Corcagnano

Rubati due escavatori in un cantiere

rifiuti

Agevolazioni per il compostaggio domestico: arrivano i controlli

po

Ancora senza esito le ricerche del soragnese scomparso

Asolana

Getta un mozzicone: scoppia l'incendio

3commenti

siccità

Regione: nessun rischio di razionamento dell'acqua in Emilia

Oggi incontro dell'Osservatorio per il Po

Fidenza

Addio alla «Rita» borghigiana doc

BASSA

Falchi cuculi, il loro regno targato Parma

L'INTERVISTA

Noa Zatta: «L'estate perfetta sul set di Salvatores»

ZONA VIA BARACCA

Caso di Dengue a Mariano, disinfestazione per tre notti Cosa fare

Da stasera dalle 23 alle 4. Tutti consigli per i residenti

4commenti

ATLETICA

Folorunso, ai mondiali per stupire

2commenti

parma

Lascia la figlia addormentata in auto sotto il sole: denunciato

Il padre accusato di abbandono di minore

1commento

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

Nuove rivelazioni dell'ex fidanzato

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

firenze

Benzina per eliminare pidocchi, bimba in condizioni critiche

3commenti

LONDRA

I genitori di Charlie si arrendono, "Vai con gli angeli" Video

SPORT

MOTOCROSS

Per Kiara Fontanesi weekend da dimenticare

PARMA CALCIO

Open Day femminile il 2 agosto

SOCIETA'

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

gusto

I Maestri del lievito madre ingolosiscono la piazza Foto

MOTORI

BMW

Serie 2 Coupé e Cabrio, debutta il restyling

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori