18°

Cronaca

Attentato, i tunisini di Parma: «Violenza inaspettata»

Ali Cherif parla di "Un Paese tranquillo"

Ali Cherif (Comunità tunisina di Parma)

Ali Cherif

2

Un episodio di «violenza assurda, inaspettata». Anche la comunità tunisina di Parma, rappresentata in città da ben tre associazioni, non può fare altro che guardare con grande sgomento a quanto accaduto ieri nella capitale del proprio paese d’origine.
«Un paese tranquillo», secondo Ali Cherif, tra i referenti dell’Associazione degli Immigrati Tunisini “Verdi” (le altre due sono Voce Nuova Tunisia e Donne Tunisine), che ieri mattina, al lavoro, appena sentito dai colleghi il racconto dell’attentato rivendicato dall’Isis, ha fatto davvero fatica a credere alle propri orecchie. «Era impensabile un fatto del genere: in Tunisia la situazione è sotto controllo in questo periodo - spiega Cherif - e un quinto della popolazione vive grazie al turismo. Le vittime e gli ostaggi dell’attentato erano in vacanza, erano lì per divertimento e un gruppo di pazzi ha rovinato tutto. E così, quanto accaduto - continua il referente dell’associazione - adesso rischia di distruggere completamente l’immagine del nostro paese».
Un’immagine ben diversa da quella del sedicente stato islamico, visto che, ricorda ancora il portavoce dell’associazione Verdi, «attualmente al governo c’è un partito laico». Evidentemente, però, per gli estremisti dell’Isis quella nazione arrivata appena un fa, dopo la cosiddetta Primavera Araba, a una nuova costituzione e a un sistema di elezioni libere, andava colpita e punita. Vicinanze così troppo nette col mondo occidentale sono intollerabili per chi si autoproclama portatore di un messaggio religioso che di certo ha ben altri precetti. «Volevano fare vittime anche nel Parlamento - continua Ali Cherif - e quello che proprio non riesco a capire è da dove sia saltato fuori questo Isis, in grado di fare continuamente danni in tutti i paesi arabi». In quello non molto lontano dalle coste italiane, invece, la popolazione si è conquistata a fatica dei diritti e uno stile di vita che col terrorismo non vuole avere nulla a che fare. Ed è soprattutto per queste ragioni che lo sgomento, anche tra i membri della comunità residente nel parmense, è decisamente grande. «Mi dispiace tantissimo per le vittime - conclude Cherif - e mi auguro che non accada mai più una cosa del genere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • AlesFino

    20 Marzo @ 12.25

    Alì è tunisino, Alì è musulmano, Alì è un mio amico come tanti tunisini, pakistani, ghanesi, camerunensi, cingalesi, albanesi, rumeni, ucraini, russi, cubani, americani, sudafricani, moldavi.... Quello che sta succedendo è davvero opera di pazzi che come in tanti corsi e ricorsi della storia hanno trovato il modo di fare soldi, avere un territorio e distruggere chi vive in serenità e non si sa e vuole più difendere. La violenza inaspettata dei fatti di Tunisi è vera, e vedere la gente di Tunisi, le donne di Tunisi, riunirsi e condannare, stare tutti insieme per aiutare, per cantare l'inno in un momento di grande paura dà un grande esempio di popolo e identità sociale. Siamo fratelli, siamo umani. E grazie per aver conosciuto persone come Alì, Rebecca, Aftab e tanti altri che sono.... bravissime persone e imparano da noi a possono anche insegnarci nuove importanti e semplici cose della vita. — con Rebecca Kraiem. "Alì è tunisino, Alì è musulmano, Alì è un mio amico come tanti tunisini, pakistani, ghanesi, camerunensi, cingalesi, albanesi, rumeni, ucraini, russi, cubani, americani, sudafricani, moldavi.... Quello che sta succedendo è davvero opera di pazzi che come in tanti corsi e ricorsi della storia hanno trovato il modo di fare soldi, avere un territorio e distruggere chi vive in serenità e non si sa e vuole più difendere. La violenza inaspettata dei fatti di Tunisi è vera, e vedere la gente di Tunisi, le donne di Tunisi, riunirsi e condannare, stare tutti insieme per aiutare, per cantare l'inno in un momento di grande paura dà un grande esempio di popolo e identità sociale. Siamo fratelli, siamo umani. E grazie per aver conosciuto persone come Alì, Rebecca, Aftab e tanti altri che sono.... bravissime persone e imparano da noi a possono anche insegnarci nuove importanti e semplici cose della vita. Alessandro, italiano, cattolico.

    Rispondi

  • Biffo

    19 Marzo @ 17.03

    Ieri ho sentito Chaouki, su Rete4; al suo confronto, una Santanchè becera, frusta e scontata. Persino Khalid la sormontava, di qualche km. Basta poco, che cce vò?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Jella latitante: il caso in Parlamento

Interrogazione

Jella latitante: il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

PENSIONI

Ape social, al via le domande

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche