22°

Strajè-Stranieri

Gli immigrati sono il 10,6% della popolazione parmense. Più della metà sono donne

Gli immigrati sono il 10,6% della popolazione parmense. Più della metà sono donne
Ricevi gratis le news
10

Gli stranieri a Parma sono 21.747. In tutta la provincia sono 45.994 e rappresentano il 10,6% della popolazione totale, in linea con la media dell'Emilia-Romagna. E negli ultimi anni l'aumento è stato forte: +17,5% nel 2008 rispetto al 2007 e +65,9% nell'arco di quattro anni fra il 2004 e il 2008. Fornovo, Calestano, Mezzani, Colorno e Polesine superano la città per quanto riguarda l'incidenza degli immigrati sulla popolazione totale, arrivando al 15%.
Il punto sul fenomeno migratorio, a livello nazionale e regionale, è contenuto nell’edizione 2009 del Rapporto Caritas/Migrantes, presentato questa mattina a Bologna, in Regione, da Pietro Pinto (Comitato scientifico Dossier Caritas/Migrantes), Anna Maria Dapporto (assessore regionale alle Politiche sociali e all'immigrazione) e Gianmarco Marzocchini, direttore della Caritas Reggio Emilia e delegato di Caritas Emilia-Romagna.

EMILIA-ROMAGNA AD ALTA ATTRATTIVITÀ. Ancora una volta si conferma la regione molto attrattiva, dove gli immigrati rappresentano il 18,8% dei lavoratori complessivi (la media nazionale è del 15,5%) e dove la percentuale di donne, sull’insieme dei residenti stranieri, ha raggiunto quota 50,1%. I principali Paesi di provenienza sono il Marocco (14,9%), l’Albania e la Romania (12,9%), tunisia (5,25%). Appare in crescita il dato della Romania e dell’Est Europeo in generale (Polonia, Ucraina, Moldavia, e così via).
Negli anni la presenza di immigrati residenti è aumentata a un ritmo sempre maggiore. Nel giro di un anno, fra il 2007 e il 2008, secondo il Rapporto immigrazione Caritas-Migrantes, gli immigrati sono cresciuti del 17,5% nel Parmense. E' una delle cifre più alte in regione, seconda soltanto alla provincia di Ravenna (+17,8%); la crescita media della regione è +15,3%. La forza della crescita degli immigrati a Parma e provincia si comprende anche guardando al dato sull'aumento fra il 2004 e il 2008: in appena 4 anni gli immigrati nel Parmense sono saliti del 65,9%. E alcune altre province, in questo lasso di tempo, registrano dati ancora maggiori: Ferrara +94,7%, Piacenza +76,8%, Forlì-Cesena +74,4%.

DA CALESTANO A MEZZANI: I COMUNI CON PIÙ IMMIGRATI. La provincia con la maggiore percentuale di immigrati è Piacenza con l’11,6% (33.134). Seguono Reggio Emilia con l’11,4 (59.429), Modena con l’11,1 (76.282), Parma con il 10,6% (45.994 persone), Ravenna con il 9,5% (36.803), Forlì-Cesena con il 9% (35.001), Bologna con l’8,9 (86.703), Rimini con l’8,6 (26.178) e infine Ferrara staccata al 6,1% (21.985).
I Comuni emiliano-romagnoli che superano il 10% dei residenti stranieri sono 114 nel 2008 (contro i 22 del 2004). Al primo posto c'è Galeata (in provincia di Forlì-Cesena), dove gli stranieri sono al 20,1%. Al secondo posto c'è Luzzara, paese della Bassa reggiana simbolo di un'immigrazione sempre più forte: qui gli stranieri sono il 18,9% della popolazione. Seguono Castel San Giovanni (Pc) 17,8% e Rolo (Re) 16,3%.
Fra i Comuni a maggiore presenza di stranieri in regione non mancano alcuni del Parmense. Al decimo posto c'è Fornovo, dove gli stranieri sono il 15,1% della popolazione al 1° gennaio 2009. Calestano è undicesima: 15%. Ci sono poi Reggio Emilia (14,74%) e un altro paese del Parmense: Colorno, dove gli immigrati sono il 14,66% della popolazione. Langhirano è 26° con il 13,82%, Mezzani è 28° (13,6%) mentre Polesine è 46° con il 12,25%.

SEMPRE PIÙ DONNE. In provincia di Parma sono donne più della metà dei 45.994 immigrati. Per la precisione, sono censiti 22.768 uomini e 23.226 donne, che rappresentano così il 50,49% degli immigrati totali. Il "fenomeno" non è universale: nel Bolognese, a Rimini e a Ferrara le donne provenienti da altri Paesi sono più numerose degli uomini, mentre è l'inverso a Reggio Emilia, Modena, Piacenza e Ravenna. Quasi parità a Forlì-Cesena, dove gli uomini sono più numerosi di circa 500 unità.

26MILA LAVORATORI. In base ai dati dell'analisi presentata a Bologna, a Parma e provincia gli stranieri lavoratori sono 26.108, pari all'8,6% dei lavoratori dipendenti (la statistica tiene conto delle persone nate all'estero che nel 2008 abbiano lavorato almeno un giorno). Nella nostra regione il settore che più ricorre a manodopera straniera è l'industria: il 26,7% degli addetti non è italiano. Seguono le costruzioni (è straniero il 13,6% degli addetti), alberghi e ristoranti (12,9%) e agricoltura (8,4%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manfredi giovanni

    21 Novembre @ 16.26

    Che peccatto questi lamentazione incontro immigrazione.Voi che siete in Italia forse hai dimenticato Noi che sono disperso in tutto il miondo perche chera fame in nostro paese? In tante paease abbiamo cambiato nostro cognome,lingue e cibo per conformo alle normae della paease e gente dove abbiamo lavorato e vivemo. Quando siamo rentrato in Italia abbiamo trovato che nostri brave e in tante case piu stretti parente sono legalmente mangiate nostro diritti,terre e case e lascaito fiore della case dei nonne o anche dei genitori. Cari Italiani voi che dichiare che sei christiani,sei dimenticato il parole di jesu christo, Amo vostro vicino come io vi amo!Attentzione fascismo e recasimmo sono punte molti vicine.

    Rispondi

  • johan

    29 Ottobre @ 13.33

    solo il 10,6%? secondo me sono almeno il doppio. i clandestini, gli spacciatori di via palermoi rom e tutta quella rantumaglia di delinquenti che ogni giorno fanno notizia sulla "gazza" sono fuori dalle statistiche ufficiali......

    Rispondi

  • dario

    29 Ottobre @ 10.52

    Caro GIO64, non dimentichiamo le pensioni sociali e di invalidità concesse ai genitori e parenti ricongiunti il cui numero sta aumentando in progressione geometrica. Pensioni che la maggior parte dei beneficiari si gode nei loro Paesi di provenienza.

    Rispondi

  • dario

    29 Ottobre @ 10.32

    Che peccato, tra qualche anno non potrò più leggere la " Gazzetta di Parma " ....Verrà stampata in arabo.

    Rispondi

  • giovanni

    29 Ottobre @ 09.37

    Caro Hicham te lo spiego subito. L’aumento della popolazione immigrata è un fenomeno preoccupante non solo per un discorso di microcriminalità, che oserei dire quasi fisiologico, ma per i riflessi che il fenomeno produce sui bilanci comunali, regionali e statali. Ogni tanto qualche furbetto ci viene a dire quante tasse pagano loro (da quando sono arrivati e sono regolari), come se non fossero le stesse tasse che paghiamo noi da sempre (cioè da quando siamo nati). Il problema è un altro: perché non vengono mai calcolati e resi pubblici i costi che la popolazione immigrata comporta? Riprendo un esempio già citato da una lettrice poco tempo fa su questa rubrica. Il sindaco di Varallo, una cittadina nel vercellese, ha reso pubblici i seguenti dati: numero percentuale di immigrati presenti sul territorio comunale, voci del bilancio percentuale che riguardano esenzioni dai ticket e servizi di tipo sociale (ad es. mensa, scuola bus, ecc) e l'insieme dei costi più disparati che sostiene il Comune. Risultato: il 5% della popolazione immigrata assorbe una quota di spesa pari al 50% delle voci di bilancio destinate al sociale. Chi continua a sostenere che l’immigrazione è una risorsa dovrebbe riflettere meglio o quantomeno documentarsi. Forse lo sono per chi li sfrutta, per chi li fa lavorare come bestie per 20 euro al giorno o li tiene assiepati in appartamenti a 500 euro a posto letto: e questa è una vergogna tutta italiana. Un caro saluto a tutti, italiani e non.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie, perdono Brad se ha imparato lezione

cinema

Angelina Jolie: "Perdono Brad se ha imparato la lezione"

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La cucina piace bella piccante

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Barchette di carciofi con curry e curcuma

di Silvia Strozzi

Lealtrenotizie

Madregolo, schianto tra un'auto e una moto: un ferito grave

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

2commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

10commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

11commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

41commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

terremoto

Messico, strage nel crollo di una scuola. Oltre 200 vittime totali

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

SPORT

Moto

Valentino Rossi annuncia: "Ad Aragon ci sarò"

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...