24°

stranieri

"Grazie Parma. Lavoreremo per la città"

Emergenza profughi. Tutti fuggono dall'Africa in guerra: "non siamo quiper toglier eil pane agli italiani, sogniamo di vivere con dignità

"Grazie Parma. Lavoreremo per la città"

Accoglienza dei profughi

0

«Vogliamo ringraziare Parma e metterci a servizio della città». A parlare sono alcuni dei profughi che nelle prossime settimane potrebbero essere ospitati da famiglie parmigiane nell’ambito del progetto «Rifugiati in famiglia» promosso dal Ciac (Centro immigrazione, asilo e cooperazione internazionale) con la collaborazione della Caritas diocesana.
L’iniziativa prevede l’accoglienza di alcuni profughi – che hanno già avviato un percorso di integrazione – all’interno di una decina di nuclei famigliari che hanno offerto la disponibilità a condividere la propria casa con i rifugiati. Chiara Marchetti (Ciac) sottolinea che in questi giorni «si sta valutando quali rifugiati saranno accolti dalle famiglie parmigiane, anche in base alla composizione e alle esigenze dei singoli nuclei». I profughi arrivano, tra l’altro, dal Mali, dal Gambia, dal Ghana, dal Senegal e della Guinea. Molti sono fuggiti dalle loro terre martoriate da conflitti e carestie impiegando anche anni prima di raggiungere il nostro Paese. Dopo aver sofferto soprusi e maltrattamenti, una volta giunti in Italia per la prima volta hanno ricevuto un’ottima accoglienza che ora vogliono ripagare. Tutti sognano di poter trovare un lavoro e desiderano rendersi utili.
«Vogliamo ripagare la grande accoglienza offerta da questa città – sottolineano – e dalle famiglie che ospiteranno alcuni di noi». Molti desiderano «sdebitarsi» svolgendo piccoli lavoretti e attività di volontariato. «In tanti ci stanno aiutando – spiegano - e non avendo soldi per sdebitarci, vogliamo ringraziare le famiglie che hanno scelto di ospitare alcuni di noi svolgendo piccoli lavoretti». C’è chi se la cava bene tra i fornelli e chi faceva l’elettricista. Molti profughi sono giovanissimi, alcuni di loro hanno un diploma, altri invece non hanno potuto completare gli studi. «C’è anche un'Africa buona – afferma un ragazzo diciottenne del Mali – diversa da quella che si vede nei telegiornali. Non siamo qui per rubare o per togliere il pane agli italiani; sogniamo di poter vivere con dignità sotto un tetto, avere qualcosa da mangiare, ma soprattutto un lavoro». Chi è arrivato prima e sta imparando la lingua fa da traduttore per gli ultimi arrivati. «C’è unione e solidarietà tra noi – rimarcano alcuni – dopo quello che abbiamo passato nutriamo un profondo rispetto verso i parmigiani e desideriamo ripagare ognuna delle famiglie che ospiteranno alcuni di noi. La gente di questa città è accogliente e ci ha riservato un calore che non avevamo ricevuto prima d’ora».
Maria Cecilia Scaffardi, direttrice della Caritas diocesana, sottolinea come l’iniziativa «sia nata all’interno della Caritas italiana» e sia stata sperimentata «in diverse diocesi, accompagnando passo dopo passo le famiglie che hanno deciso di aderire al progetto». «I rifugiati coinvolti – aggiunge – sono persone che sono nel nostro Paese da qualche tempo e che si stanno integrando nella nostra realtà. Il progetto di accoglienza in famiglia è pensato per aiutare queste persone ulteriori passi in avanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Bimbi

virale

Il padre che veste quattro baby in un sol colpo Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Sigarette di contrabbando dall'Est in bobine carta e blocchi di gesso: uno dei depositi era a Colorno

Guardia di Finanza

Sigarette di contrabbando dall'Est: uno dei depositi era a Colorno Foto

Le sigarette erano stoccate in Emilia-Romagna e vendute a Napoli

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato del Rolex nel suo studio

3commenti

Chimica

Finproject sigla l’accordo per acquisire la Solvay di Roccabianca

Medesano

Omicidio-suicidio a Felegara, il ricordo degli amici: "Due coniugi legatissimi"

Consorzio

Prosciutto di Parma: cresce la produzione, risultati positivi nel 2016

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

1commento

Ozzano

Vandali al cimitero: auto danneggiate

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

"Quarta Categoria"

Oggi un derby "Special": Reggiana-Parma

TERENZO

L'Asiletto, i bimbi a scuola dalla natura

Incidente

Via Montanara, scontro tra quattro auto

Un ferito non grave trasportato al Maggiore. La strada chiusa per un'ora

1commento

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

4commenti

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Recuperiamo (almeno) la speranza

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

BARI

Neonata abbandonata in spiaggia e morta: fermata una 23enne

Terrorismo

"Metti una bomba a Rialto": arrestati jihadisti in centro a Venezia

2commenti

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

RICETTA

Come preparare i brownies al cioccolato bianco e fondente

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon