-3°

14°

Strajè-Stranieri

Stranieri a scuola. Tanti dubbi sul tetto del 30%

Stranieri a scuola. Tanti dubbi sul tetto del 30%
Ricevi gratis le news
0

 Pierluigi Dallapina

Una classe con soli studenti stranieri. Caso più unico che raro, ma nel settembre 2007, in una prima della «Ulisse Adorni», in via Paciaudi ,17 alunni su 17 erano stranieri. Questo mix di nazionalità però non sarà più possibile nel momento in cui verrà tradotta in legge la nota diramata dal ministro Gelmini che fissa un limite, pari al 30 per cento, alla presenza di alunni stranieri in ogni classe.
 Il provvedimento scatterà dal prossimo anno scolastico, e verrà introdotto in modo graduale a partire dalle classi prime delle scuole primarie e secondarie, lasciando inoltre ampia autonomia agli Uffici scolastici regionali. Ma in città c'è già chi guarda con sospetto alla nota del ministro dell’Istruzione. «Più che fissare dei tetti sarebbe meglio individuare le risorse opportune per integrare gli stranieri», spiega Giacomo Vescovini, vicepreside dell’Istituto comprensivo «Albertelli-Newton», che indica attorno al 16 per cento la presenza di alunni stranieri all’interno della scuola. Nelle ex medie dell’istituto, su 450 ragazzi una settantina di alunni proviene da 23 paesi sparsi per il mondo. «Non è mettendo dei tetti - aggiunge - che si danno risposte alla necessità di costruire percorsi formativi. L’obiettivo della scuola è quello di realizzare una società coesa, con cittadini in grado di dialogare per trovare risposte ai problemi».
 Un’altra voce critica si leva dalle aule dello stesso istituto, da parte di Danilo Amadei, docente di italiano: «Bisogna distinguere fra chi è nato in Italia e chi arriva già grande. E poi se il tetto del 30 per cento viene sforato in un piccolo paese con una sola scuola, si obbligano i bambini a delle trasferte?». A sentire i racconti di chi è impegnato fra i banchi ogni giorno, si scopre che non tutti gli stranieri sono uguali: per quanto riguarda l’apprendimento dell’italiano, quelli che incontrano maggiori difficoltà sono i cinesi e gli alunni di lingua araba, mentre i latinoamericani e i bambini dell’Est dimostrano - in genere - un’ottima capacità di apprendimento linguistico. «La scuola già adotta criteri di equilibrio nella scelta della composizione delle classi, in quanto bisogna difendere il diritto all’apprendimento di tutti gli alunni», spiega Graziana Marini, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo «Ferrari», mentre sull'applicabilità del tetto del 30 per cento avverte: «Le norme molto spesso si scontrano con le disposizioni di carattere economico».
Con 387 stranieri su circa 900 iscritti in tutte le sedi sparse nella provincia, l’Ipsia è la scuola secondaria con il maggior numero di stranieri, come conferma la preside, Anna Berna, che fra le prime ha classi con il 70 per cento di alunni non italiani. «Spero che con l’introduzione del tetto - ammette - ci venga data la possibilità, come istituto, di avere più classi, abbassando così il numero di alunni per classe». Altra scuola «di frontiera» è l’istituto «Giordani», dove gli stranieri, in alcune classi, arrivano anche al 20 per cento. In questi casi la soluzione è data dai numerosi corsi di alfabetizzazione attivati dalla scuola in quanto, come spiega la preside, Lucia Sartori, il «Giordani» risulta capofila di un progetto che coinvolge anche l’Ipsia e il «Bodoni». «Ora abbiamo formato una trentina di tutor junior - aggiunge - per aiutare i ragazzi stranieri in difficoltà».
 Il preside del «Bodoni», Guido Campanini, prima di avviare nuove iniziative attende una comunicazione ufficiale dal ministero. «Il punto fondamentale resta però solo uno - conclude -. Bisogna stabilire che cosa si intende per straniero». Un problema non di poco conto, dato che nel nostro Paese è straniero anche chi nasce in Italia da genitori extracomunitari.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

FIDENZA

Chirurgia senza bisturi per rimuovere tumori gastrointestinali: nuove tecniche a Vaio

Già eseguiti due interventi, perfettamente riusciti

SCUOLA

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

Inchiesta

Polizia stradale, a Parma 403 patenti ritirate in un anno

Dopo la sentenza

Troppi genitori pubblicano le foto dei figli in rete: quale regola?

1commento

TRIBUNALE

Cocaina, patteggiano due «fornitori» di Langhirano

ECONOMIA

Bonatti, Ghirelli: «Valutiamo tutte le opzioni per crescere»

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

maltempo

L'uragano flagella il Nord Europa: 10 morti Video impressionante

BRASILE

Auto su un marciapiede a Rio: almeno 15 feriti Video

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova