-2°

comunità

«Noi albanesi col cuore sempre più parmigiano»

Nel nome di Scanderbeg una squadra di calcio, un gruppo di ballo, un comitato con oltre 300 iscritti, una scuola di lingua e cultura e la grande festa a novembre

«Noi albanesi col cuore sempre più parmigiano»

«Noi albanesi col cuore sempre più parmigiano»

3
 

«Trid c’me l’Albania». Ecco il nome di uno dei tantissimi appuntamenti firmati «Scanderbeg» in cartellone per novembre, nel contesto della settimana della cultura albanese. Per raccontare il proprio Paese, in quell’occasione, gli albanesi di casa nostra si affidano alle parmigianissime voci dei tanti cittadini italiani che, al di là dell’Adriatico, ci sono stati. Autoironia, integrazione, scambio: è solo un esempio delle numerose iniziative che l’associazione organizza, da nove anni a questa parte, per diffondere e far conoscere la propria cultura, sin dai tempi in cui «nella credenza diffusa gli albanesi erano solo quelli che venivano qui a rubare lavoro e a delinquere» spiegano. Oggi il pregiudizio è per lo più un brutto ricordo e l’intensa attività e rete di collaborazioni di cui «Scanderbeg» può fare vanto ne è la dimostrazione. Gli albanesi sono 8600 circa tra Parma e provincia e sono rappresentanti da uno dei comitati più attivi e meglio organizzati del territorio: 320 iscritti, decine e decine di manifestazioni, una squadra di calcio, un gruppo di ballo, una scuola di lingua e cultura albanese e tanta voglia di spendersi per mettere insieme le forze. «L’associazione è nata quasi dieci anni fa dall’idea di un gruppo di amici - racconta il presidente Ndreu Shpendi, arrivato senza nulla, oggi imprenditore -. Molti di noi erano in Italia già da tempo e sentivano il bisogno di dare una mano ai tanti albanesi che arrivavano a Parma ed erano senza punti di riferimento». 

L’avventura, quindi, è partita con l’intento di aiutare e aiutarsi, tra connazionali, ma ben presto le braccia si sono allargate per accogliere anche tutti gli altri, a partire dagli italiani. «Volevamo che si vedesse chi eravamo davvero, una comunità volenterosa, ben più complessa dell’immagine che troppo a lungo è stata associata superficialmente all’albanese» continua la vicepresidente dell’associazione, Vojsava Tahiraj. La lotta alla diffidenza è andata in scena silenziosamente, maniche rimboccate, un giorno dopo l’altro. E il risultato è che oggi tanti fra gli associati sono parmigiani doc. «Collaborare con le altre associazioni di Parma, mettendo in piedi o partecipando a iniziative culturali condivise (ricordo ad esempio la bella esperienza di “Adunanze poetiche”) è stato il primo passo - continua il presidente -; poi ci siamo guadagnati la fiducia delle istituzioni».

Oggi tante delle iniziative sono fatte con e per il territorio: occasioni di beneficenza, impegno sociale (la donazione del sangue ad esempio), eventi culturali a beneficio dell’intera comunità. «La settimana in cui si celebra la festa dell’Indipendenza albanese, a cavallo del 28 novembre, è la più intensa, con attività artistiche, sportive, eventi e convegni di tipo culturale - dicono Marion Gajda e Erjon Begas, membri del consiglio direttivo -. Tante altre iniziative si fanno anche durante l’anno, compatibilmente alle possibilità di un’associazione di volontariato autofinanziata al 100%». Nel 2015 l’Albania è un Paese alla riscossa: anche se l’immagine dei barconi non è ancora sbiadita nella memoria collettiva, ora sono gli italiani ad andare là alla ricerca di opportunità professionali (sono più di venti milioni i nostri connazionali trasferitisi). Ma l’associazione parmigiana che porta il nome del grande condottiero e patriota albanese non ha alcuna intenzione di «rallentare». Perché anche se di «trido» è rimasto ben poco, da fare c’è ancora tanto.


Vuoi conservare la pagina dedicata alla tua comunità? Acquista la Gazzetta di Parma del 10 agosto telefonando al numero verde 800 65 45 95

E la prossima settimana pubblicheremo l'articolo sulla comunità greca

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    21 Settembre @ 12.06

    ...l'associazione di cui si parla,ha sede in p.le della Pace?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Settembre @ 17.36

      NO , uno degli ex Presidenti dell' Associazione è Cittadino italiano , ha fatto l' operaio in una fabbrica per diversi anni , mantenendosi agli studi , adesso è laureato , ha uno Studio in città , ed ha ricevuto il Premio Sant' Ilario .

      Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Settembre @ 11.20

    VENTI MILIONI DI ITALIANI TRASFERITISI IN ALBANIA MI SEMBRANO TANTINI , considerato che la popolazione totale albanese è di poco più di tre milioni di abitanti ! Comunque è vero che l' Albania ( come la chiamiamo noi , ma loro la chiamano "Shqiperìa" ) , è un Paese in crescita . Se ci si adatta ai costumi locali ( che non è sempre facile) si possono avere buone opportunità e fare buoni affari . Tutto da scoprire il turismo . Ci sono ancora belle località sul mare non cementificate. Buona la cucina . Capita di andare a mangiare nella bettola di qualche pescatore che vi cucina a mezzogiorno il pesce che ha pescato alla mattina , al prezzo di sette o otto euro . Non mangiate pasta , perchè la fanno cuocere non meno di un' ora . Se , poi, come vuole , secondo il sondaggio della "Gazzetta" , la maggior parte dei lettori di questo "forum" , legalizziamo la "cannabis" , diamo da mangiare a metà del Distretto di Argirocastro........

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Giochi

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

9commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

5commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

11commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti