19°

comunità

«Noi albanesi col cuore sempre più parmigiano»

Nel nome di Scanderbeg una squadra di calcio, un gruppo di ballo, un comitato con oltre 300 iscritti, una scuola di lingua e cultura e la grande festa a novembre

«Noi albanesi col cuore sempre più parmigiano»

«Noi albanesi col cuore sempre più parmigiano»

3
 

«Trid c’me l’Albania». Ecco il nome di uno dei tantissimi appuntamenti firmati «Scanderbeg» in cartellone per novembre, nel contesto della settimana della cultura albanese. Per raccontare il proprio Paese, in quell’occasione, gli albanesi di casa nostra si affidano alle parmigianissime voci dei tanti cittadini italiani che, al di là dell’Adriatico, ci sono stati. Autoironia, integrazione, scambio: è solo un esempio delle numerose iniziative che l’associazione organizza, da nove anni a questa parte, per diffondere e far conoscere la propria cultura, sin dai tempi in cui «nella credenza diffusa gli albanesi erano solo quelli che venivano qui a rubare lavoro e a delinquere» spiegano. Oggi il pregiudizio è per lo più un brutto ricordo e l’intensa attività e rete di collaborazioni di cui «Scanderbeg» può fare vanto ne è la dimostrazione. Gli albanesi sono 8600 circa tra Parma e provincia e sono rappresentanti da uno dei comitati più attivi e meglio organizzati del territorio: 320 iscritti, decine e decine di manifestazioni, una squadra di calcio, un gruppo di ballo, una scuola di lingua e cultura albanese e tanta voglia di spendersi per mettere insieme le forze. «L’associazione è nata quasi dieci anni fa dall’idea di un gruppo di amici - racconta il presidente Ndreu Shpendi, arrivato senza nulla, oggi imprenditore -. Molti di noi erano in Italia già da tempo e sentivano il bisogno di dare una mano ai tanti albanesi che arrivavano a Parma ed erano senza punti di riferimento». 

L’avventura, quindi, è partita con l’intento di aiutare e aiutarsi, tra connazionali, ma ben presto le braccia si sono allargate per accogliere anche tutti gli altri, a partire dagli italiani. «Volevamo che si vedesse chi eravamo davvero, una comunità volenterosa, ben più complessa dell’immagine che troppo a lungo è stata associata superficialmente all’albanese» continua la vicepresidente dell’associazione, Vojsava Tahiraj. La lotta alla diffidenza è andata in scena silenziosamente, maniche rimboccate, un giorno dopo l’altro. E il risultato è che oggi tanti fra gli associati sono parmigiani doc. «Collaborare con le altre associazioni di Parma, mettendo in piedi o partecipando a iniziative culturali condivise (ricordo ad esempio la bella esperienza di “Adunanze poetiche”) è stato il primo passo - continua il presidente -; poi ci siamo guadagnati la fiducia delle istituzioni».

Oggi tante delle iniziative sono fatte con e per il territorio: occasioni di beneficenza, impegno sociale (la donazione del sangue ad esempio), eventi culturali a beneficio dell’intera comunità. «La settimana in cui si celebra la festa dell’Indipendenza albanese, a cavallo del 28 novembre, è la più intensa, con attività artistiche, sportive, eventi e convegni di tipo culturale - dicono Marion Gajda e Erjon Begas, membri del consiglio direttivo -. Tante altre iniziative si fanno anche durante l’anno, compatibilmente alle possibilità di un’associazione di volontariato autofinanziata al 100%». Nel 2015 l’Albania è un Paese alla riscossa: anche se l’immagine dei barconi non è ancora sbiadita nella memoria collettiva, ora sono gli italiani ad andare là alla ricerca di opportunità professionali (sono più di venti milioni i nostri connazionali trasferitisi). Ma l’associazione parmigiana che porta il nome del grande condottiero e patriota albanese non ha alcuna intenzione di «rallentare». Perché anche se di «trido» è rimasto ben poco, da fare c’è ancora tanto.


Vuoi conservare la pagina dedicata alla tua comunità? Acquista la Gazzetta di Parma del 10 agosto telefonando al numero verde 800 65 45 95

E la prossima settimana pubblicheremo l'articolo sulla comunità greca

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    21 Settembre @ 12.06

    ...l'associazione di cui si parla,ha sede in p.le della Pace?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Settembre @ 17.36

      NO , uno degli ex Presidenti dell' Associazione è Cittadino italiano , ha fatto l' operaio in una fabbrica per diversi anni , mantenendosi agli studi , adesso è laureato , ha uno Studio in città , ed ha ricevuto il Premio Sant' Ilario .

      Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Settembre @ 11.20

    VENTI MILIONI DI ITALIANI TRASFERITISI IN ALBANIA MI SEMBRANO TANTINI , considerato che la popolazione totale albanese è di poco più di tre milioni di abitanti ! Comunque è vero che l' Albania ( come la chiamiamo noi , ma loro la chiamano "Shqiperìa" ) , è un Paese in crescita . Se ci si adatta ai costumi locali ( che non è sempre facile) si possono avere buone opportunità e fare buoni affari . Tutto da scoprire il turismo . Ci sono ancora belle località sul mare non cementificate. Buona la cucina . Capita di andare a mangiare nella bettola di qualche pescatore che vi cucina a mezzogiorno il pesce che ha pescato alla mattina , al prezzo di sette o otto euro . Non mangiate pasta , perchè la fanno cuocere non meno di un' ora . Se , poi, come vuole , secondo il sondaggio della "Gazzetta" , la maggior parte dei lettori di questo "forum" , legalizziamo la "cannabis" , diamo da mangiare a metà del Distretto di Argirocastro........

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Piazzale Pablo e parco Falcone: scatta il divieto

ALCOLICI

Piazzale Pablo e parco Falcone: scatta il divieto

Pieveottoville

Schianto all'incrocio, muore un 55enne

Tornolo

Addio a Chiara Lusardi, una «roccia» di 103 anni

LIRICA

«Masnadieri» snobbati

CONCERTO

Brunori Sas, in Pilotta tutto bene

Lutto

Il Montanara piange Pessina

BORGO DELLE COLONNE

Assalto dei ladri al bar Portici

VENDITA DELLE AZIONI

Fiere, più sviluppo grazie al privato

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

eventi

Mostra del fumetto: il Wopa come...Wonderland Gallery

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Addio a Erin Moran, "Sottiletta" Joanie di Happy Days Videoricordo

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"