Strajè-Stranieri

Provincia multiculturale - Indiani padani

Provincia multiculturale - Indiani padani
Ricevi gratis le news
1
di Mariachiara Illica Magrini
Petali di fiori e frutti profumati: le divinità sono pronte a ricevere le offerte, la musica riempie l’aria e intorno è un avvicendarsi di mani che si sfiorano per tingersi di porpora e annodare braccialetti ai piedi dell’altare. In quello che pare un casolare qualsiasi tra Zibello e Busseto si consumano i riti di una comunità indiana che, sempre di più, sta ritagliando i suoi spazi nel parmense.
 Il sole comincia a scendere e la veglia durerà tutta la notte. I bambini giocheranno e le donne, avvolte nei veli, cucineranno «chapati» e «pakora» per respirare un poco d’India anche tra le nebbie della Bassa. Il casolare è spoglio e anonimo. Dall’esterno quasi nulla tradisce la sua vocazione di luogo di culto che oramai accoglie da anni gli hindu di tutto il territorio. E c'è una certa gelosia per questa struttura, mantenuta con le offerte di tutta la comunità, con le porte aperte a curiosi e simpatizzanti. 
I seguaci del sikhismo, invece, altra corrente religiosa che accoglie influenze di hindu e Islam (e interessa principalmente chi vive nella regione del Panjab divisa tra India e Pakistan) si ritrovano per celebrare funzioni, matrimoni e battesimi al tempio di Casalmaggiore oppure a quello di Novellara, nel reggiano, inaugurato circa dieci anni fa e ora tra i più organizzati e rinomati in Italia.
 Sono luoghi in cui la preghiera esce dall’intimità della vita domestica, dove ogni sikh possiede un piccolo altare: «Perché qualunque posto che ospita il Granth, il libro sacro ai Sikh, diventa un tempio», assicurano i fedeli riuniti ogni domenica a Novellara. 
Ma anche spazi di socialità in cui i più giovani - che nella maggior parte dei casi masticano un italiano migliore di quello dei genitori -imparano le tradizioni, dove si scambiano informazioni e si risolvono i problemi. 
Sono circa 2.500 gli indiani residenti in provincia di Parma. Il dato risale al gennaio 2009 e mostra un aumento quasi del 55% rispetto al 2004. Nel complesso gli immigrati indiani rappresentano il 5% della popolazione straniera della provincia dietro albanesi (13%), moldavi (10%), marocchini (10%) e tunisini (9%).  
In linea con i dati nazionali - che vedono 83% di quasi 92 mila indiani trovare casa in piccoli comuni e impiegarsi nel settore agricolo - anche nel parmense la maggior parte risiede tra i Comuni di Busseto, Zibello, San Secondo, Soragna, Fontanellato, Polesine e Roccabianca.
 Il motivo è semplice e ormai noto: l’economia della Bassa pare essere pensata su misura per loro. Sono bravi ed esperti nella cura degli animali e nei lavori agricoli. Molti di loro vengono dal Punjab, «La terra dei cinque fiumi»,  e sembra si trovino a loro agio nelle umide atmosfere padane. 
«In India è decisamente meglio», assicura invece ironico Gurbaksh Singh, strizzando due occhi scuri dalla profondità disarmante. E’ in Italia dal 1993 e da dieci anni vive a San Secondo. Lavora come trattorista dalle 7 alle 12, più qualche pomeriggio, spiega, e al suo paese vorrebbe davvero tornarci un giorno. 
Intanto, come molti ha di nuovo riunito qui la sua famiglia. «Il lavoro non manca - spiega - gli italiani non hanno voglia di sporcarsi le mani nei campi dove c'è polvere e fatica: meglio l’aria condizionata davanti al computer». 
La carenza di vocazioni «locali» nel settore figura tra le altre ragioni alla base dell’incremento dell’immigrazione indiana che - tra l’altro - sta diventando preziosa per portare avanti tradizioni tipiche come quelle riguardanti l’indotto del parmigiano-reggiano. 
Punta infatti a diventare casaro Amarjit Singh, 26 anni e un turbante sulla testa. Anche lui, come i famigliari di Gurbaksh, ha raggiunto il paese quattro anni fa appoggiandosi a parenti ed amici in una rete di relazioni che facilita gli spostamenti e la ricerca di un lavoro. 
Con Gurbaksh vivono adesso la moglie e la mamma,  impegnate ora alle sue spalle a stendere panni colorati che spiccano nel grigio della Bassa. Con loro, le due figlie di 17 e 21 anni. Altri invece, come Lailith Sarma, ora vaccaro a Carzeto, sono arrivati diversi anni fa come giostrai o circensi esperti nella cura delle bestie, per poi sistemarsi nelle campagne. 

Nel tempo hanno fatto proprio un territorio che, a modo suo, ha saputo offrire loro uno spazio ideale; hanno creato reti e comunità famigliari pronte ad affrontare la sfida di un’integrazione che non solo deve oggi rapportarsi agli scenari che le hanno accolte, ma anche con una realtà mutevole e i differenti volti di una multietnicità crescente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    26 Gennaio @ 11.01

    Multiculturalismo è l'opposto di quell'integrazione offerta su piatti d'argento un giorno sì e l'altro pure a chiunque arrivi e che in realtà nessuno degli ospiti vuole. Gli stranieri prendono solo ciò che permette loro di continuare a vivere come se fossero a casa propria. Il pericolo sta nei grandi numeri. E i numeri, dopo le incertezze di un primo periodo di radicamento, stanno crescendo in modo che presto sarà esponenziale. Nel nostro tessuto sociale non sta avvenendo un lento processo di inglobamento che possa essere considerato fisiologico, ma un inserimento forzato e accelerato di corpi estranei che prima o poi determineranno un fenomeno di rigetto. Sono molte e di diverse etnìe le comunità che stanno occupando il nostro territorio. Ognuna di esse segue proprie regole e tradizioni. Nessuna rinuncerà mai alla propria identità. Ognuna di esse rappresenta un mondo ben separato e che desidera restare tale. Sono tutte potenziali mine vaganti. Gli scontri etnici saranno inevitabili, soprattutto nel momento in cui, sempre grazie ai loro numeri, sfodereranno il proprio orgoglio etnico-religioso per prevalere sugli altri -o per dichiararsi indipendenti..

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande