10°

Strajè-Stranieri

L'Africa di Carlo Raimondi «Vendo tutto e vado là»

L'Africa di Carlo Raimondi «Vendo tutto e vado là»
1

 Francesco Saccardin

«Con l’orfanotrofio siamo già arrivati al tetto e abbiamo gettato le fondamenta del nuovo ospedale». La luce brilla negli occhi di Carlo Raimondi quando parla della «sua» Africa: reduce dal dodicesimo viaggio in Camerun («Ho passato lì anche il mio dodicesimo Natale, quella la sento ormai come casa mia») questo imprenditore con la vocazione del prossimo, parla della sua esperienza, dei progetti futuri e racconta alcuni aneddoti.
«Oltre alle strutture già in costruzione - spiega - pensiamo di produrre energia elettrica sfruttando l’acqua del fiume che scorre vicino al villaggio (Mfuntè, pochi chilometri dalla frontiera con la Nigeria, ndr); sarebbe qualcosa di incredibile per i miei fratelli africani, vorrebbe dire poter avere la luce, un frigorifero per congelare i cibi e magari una tv, lì non sanno nemmeno cosa sia anche se tutti i bambini girano con la maglietta di Eto'o, il calciatore dell’Inter che in Camerun è un vero idolo». 
Carlo, che rientrerà nel Continente Nero nel prossimo mese di novembre, non sa stare con le mani in mano e già pensa al prossimo 21 giugno, quando nel suo agriturismo, Selva Smeralda, darà una festa di beneficenza per raccogliere fondi per gli 11 villaggi del distretto di Mfuntè e per il «Carlo Hill Project», il progetto che ha già portato alla costruzione di due scuole per oltre 300 giovani che altrimenti non avrebbero mai imparato a leggere e scrivere. La notizia che comunque anticipa va ben oltre tutto questo e la lascia trapelare a denti stretti: «Sì, sto pensando di vendere tutto quello che possiedo e trasferirmi per sempre in Africa, la mia esperienza di imprenditore e la presenza sul posto sono necessarie, è un’idea che ho per la testa da tempo, prima o poi ce la farò». 
E' un vulcano, questo «ragazzo» di 70 anni suonati, innamorato dell’Africa che ormai gli è entrata nel sangue e della quale sciorina aneddoti e racconti: come quello della bambina che vedendolo in difficoltà con una tanica d’acqua di 30 litri lo aiuta, spiegandogli che va portata in testa per limitare lo sforzo e distribuire il peso, o come quando ogni mattina, dopo la messa delle cinque e mezzo, tutti i bimbi del villaggio lo circondano per una carezza o una stretta di mano chiamandolo «papà Carlo».
«Quella è la mia terra», ripete, e la luce gli brilla negli occhi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    02 Aprile @ 09.26

    Carlo, sei un uomo dal cuore eccezionale, e in Te la presenza di Dio si manifesta la Tua opera, che con amore doni a chi ha bisogno, anche nei momenti in cui la Tua vita subisce un duro colpo. Ti sono vicino con tutto il mio affetto e con tutta la mia stima per l'esempio di amore che hai dato a tutti noi. Grazie. Tuo stefano

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

polfer

Teneva 17 dosi di cocaina nel reggiseno: arrestata

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

3commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

calendario

Scorci, tradizioni e personaggi. Dodici mesi di Parma illustrata

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti