19°

Strajè-Stranieri

Visto da Parma - Diciamo basta al martirio delle donne immigrate

Ricevi gratis le news
1

 

Pino Agnetti

Adesso basta. Basta con la finta e cinica politica dell’integrazione basata sui cosiddetti «mediatori culturali». Cosa vogliamo «mediare» quando, dall’altra parte, ci sono non degli uomini, bensì dei cavernicoli che considerano le donne fin da bambine come un oggetto di propria esclusiva proprietà? Quando, le cronache sono piene da anni di casi atroci di padri che sgozzano e poi seppelliscono in giardino le figlie solo perché queste ultime avevano osato sognare una vita normale (andare a scuola, mettersi un paio di jeans, uscire e magari sposarsi con un ragazzo scelto da loro invece che dal clan familiare)?  

Le ragazze immigrate di seconda generazione in Italia sono circa 175.000. Ebbene, molte di loro sono candidate a un matrimonio «combinato». In modo particolare, se appartenenti alla comunità pachistana e indiana, marocchina ed egiziana. Il risultato? Semplicemente allucinante. Come rivelato di recente dal Centro nazionale di documentazione per l’infanzia, ogni anno in Italia si contano 2.000 (duemila!) spose bambine. Il che significa solo una cosa. E cioè che, mentre un sacco di soloni e di «esperti» continuano a straparlare (magari pure pagati con danaro pubblico cioè nostro) di dialogo interetnico e di lotta al razzismo, i matrimoni sommersi si moltiplicano a vista d’occhio. Così come gli stupri, le segregazioni domestiche, le induzioni allo stato di pura e totale schiavitù. Questo, non nell’Afghanistan medievale e tuttora sotto la minaccia di un nefasto ritorno al potere dei Talebani. Ma proprio qui da noi. Vale a dire in alcune delle regioni più ricche ed evolute d’Italia e d’Europa, dove oramai ha attecchito e anzi di fatto è tollerato il più odioso e antico dei razzismi: quello dell’uomo ai danni della donna. Perché ormai non si contano più le storie in tutto e per tutto identiche a quella della giovane marocchina residente nel parmense che ha avuto il coraggio di ribellarsi al proprio crudele destino. La storia ad esempio di Almas, la diciassettenne pachistana rapita dal padre un paio di mesi fa a Fano (perché ritenuta colpevole di essersi troppo «occidentalizzata») e salvata solo in extremis dai carabinieri. La storia di una adolescente marocchina di Novara finita sua volta nell’ingranaggio infernale dei «matrimoni combinati». Diciassette anni e già una figlia di 4 mesi, deve la vita a una vicina di casa. La storia di un’altra adolescente egiziana residente a Milano la quale, prima del matrimonio, ha chiesto e ottenuto almeno una «garanzia»: continuare la scuola e poi andare all’università per laurearsi.
Verrebbe quasi da ridere, se non ci fosse invece da piangere e da inorridire. Al solo sapere, altro scandalo tenuto purtroppo nascosto, che nel nostro Paese vivono 35.000 donne immigrate che hanno subito l’infibulazione e che oltre mille di loro hanno meno di 17 anni.  O che la poligamia - proibita in Tunisia dal 1959 - da noi invece è in continua crescita. Vogliamo davvero costruire e realizzare l’integrazione? Bene. Smettiamola con le prediche. E mobilitiamoci tutti - cittadini, partiti, sindacati, amministratori - al fianco delle migliaia di ragazze immigrate che ogni giorno rischiano la vita in questo Paese. In che modo? Denunciando, invece che cercando ogni volta di «giustificare», i loro abietti torturatori. E chiedendo per loro il massimo possibile della pena. Solo così questo orrendo martirio potrà avere finalmente termine.    
                                                                                    
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    13 Aprile @ 18.40

    nell'articolo della giornalista sull' argomento non c'e' ombra di pregiudizio e razzismo;in questo c'e' n'e' a iosa. la solidarieta' di un maschio e' sempre imbarazzante.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

IL CASO

Albero travolge un taxi e due auto in centro a Roma: un ferito Foto

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro