-2°

10°

Strajè-Stranieri

Permessi di soggiorno in 45 giorni

Permessi di soggiorno in 45 giorni
1
 
Mai più attese estenuanti per avere tra le mani il sospirato permesso di soggiorno. La promessa fatta l'anno scorso dall'Ufficio immigrazione della questura è stata mantenuta. Avevano detto: impiegheremo  45 giorni per sbrigare ogni pratica. Un mese e mezzo (prima si viaggiava su sei mesi-un anno) dal  momento in cui lo straniero mette piede in Posta per la richiesta del permesso al giorno in cui gli consegnano in questura il documento completo di dati anagrafici e impronte digitali.   
L'obiettivo pareva quasi un miraggio lo scorso luglio, quando a Parma (come in una quarantina di altre città) partì la sperimentazione voluta dal ministero dell'Interno, rendendo operativa la collaborazione con Poste italiane e Poligrafico dello Stato, proprio allo scopo di ridurre al massimo le lungaggini burocratiche. 
«Il nuovo sistema sta funzionando molto bene», annuncia soddisfatta la dirigente dell'Ufficio immigrazione Enrichetta Dall'Aglio. Il giorno stesso in cui lo straniero consegna la pratica all'ufficio postale riceve la data di convocazione all'Ufficio immigrazione per il rilascio delle impronte digitali. In questura gli viene subito comunicata la data di ritiro del permesso, evitando la così la vecchia trafila delle comunicazioni tramite raccomandate, che spesso non venivano neppure ritirate. 
Anche tutte le domande presentate prima del 1° luglio 2009 (e quindi trattate ancora con il vecchio sistema) sono in fase di smaltimento: resta una sacca di circa 500 pratiche tuttora sospese (per problemi giudiziari o amministrativi, documentazione incompleta o perché i richiedenti convocati per la fotosegnalazione non si sono presentati). «Contiamo di smaltirle tutte entro giugno», assicura Enrichetta Dall'Aglio e così anche questo scoglio sarà superato. Un dato illuminante: nel 2009 sono stati distribuiti ventimila permessi di soggiorno. Un gran lavoro per la seconda sezione dell'Immigrazione, che tira il fiato dopo anni difficili (il progetto era partito nel dicembre 2006) ed è finalmente messo nelle condizioni di marciare al meglio.  
C'è un però. «Perché questo sistema continui a funzionare bene è essenziale che l'utenza collabori», annota la dirigente e fissa i tre «doveri» essenziali per mantenere la procedura così veloce.  Il primo consiglio è la puntualità negli appuntamenti, e cioé il  rispetto del termine di convocazione che viene consegnato all'ufficio postale. «Se una persona non si presenta in questura danneggia prima di tutto se stessa, perché fa slittare i tempi di rilascio, danneggia il nostro lavoro e anche le altre persone che sono in attesa». Chi richiede il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorn si deve preoccupare  che la documentazione sia completa, «meglio aspettare qualche giorno in più piuttosto che presentarla incompleta, visto che in quel caso siamo costretti a sospenderla e i tempi inevitabilmente si allungano».
Ultimo consiglio ai migranti: rispettare gli orari, che vuol dire non presentarsi in ritardo ma nemmeno troppo in anticipo. «Se l'appuntamento è fissato per le dieci basta presentarsi una decina di minuti prima e don due ore prima, intasando inutilmente i nostri uffici».  «Nostro impegno è  mantenere il trend dei 45 giorni, però ci vuole la collaborazione», rimarca il concetto l'ispettore capo Eugenio Assante. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mimo

    24 Aprile @ 20.04

    Mah... vedere per credere

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

documentari

Oscar: il parmigiano Rosi agguanta la nomination con "Fuocoammare"

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

2commenti

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

2commenti

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

22commenti

big match

Venezia-Parma: sold-out (per i tifosi crociati)

Per chi resta a casa: diretta su Tv Parma (domenica 14.30)

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

1commento

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

6commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di tre donne e quattro uomini: le vittime salgono a 16

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

SOCIETA'

salute

I pericoli delle patate «tossiche»

video

La videocandidatura del "Pizza" è social-ironica

SPORT

sci

Valanga rosa: Plan de Corones vince la Brignone, la Bassino 3/a

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto