-1°

12°

Strajè-Stranieri

L’ultimo miracolo della Sindone: cristiani e musulmani insieme

L’ultimo miracolo della Sindone: cristiani e musulmani insieme
1
Pino Agnetti
 Carmela, una delle migliaia di volontari mobilitati per questa prima ostensione della Sindone del nuovo millennio, quasi non crede ai propri occhi. Davanti a lei, all’ingresso del Duomo di Torino, c’è un gruppo di pellegrini assai particolare. Reggono uno striscione con su scritto «Musulmani per il dialogo». Sono uomini e donne (alcune con il velo sul capo, molte altre invece no). E poi ragazzi (tanti) con gli zainetti sulle spalle e le facce pulite e luminose che, da sole, parlano della curiosità e della gioia di esserci. Di partecipare a un evento destinato a restare per sempre nella loro vita. Forse, anche a cambiarla. 
«Da dove venite?», chiede sempre più stupita la volontaria. «Da Parma!», rispondono loro in coro. E Carmela, a quel punto, quasi si commuove lasciandosi sfuggire un «cosa può fare a volte la fede e che bel messaggio ci portate…».  E’ il messaggio che il presidente dell’associazione Benjeddou Belgacem (per gli amici semplicemente Ben) e sua moglie Rebecca stanno coltivando da tempo con una tenacia davvero enorme. E pure con un coraggio non comune. Un messaggio che lo stesso Ben prova a spiegare ai curiosi che lo avvicinano mentre il serpentone della fila avanza lentamente sotto il magnifico sole che inonda la città dove, dal 1578, è custodito il lenzuolo più famoso della Storia. 
«Vogliamo rompere il distacco che esiste fra cristiani e musulmani - ripete il presidente dei “Musulmani per il dialogo” che è anche il leader della folta comunità tunisina di Parma -. Vogliamo dimostrare che fra le nostre religioni ci sono più punti di unione che di divisione. E il grande punto di unione è rappresentato da Gesù». Ad accompagnare il gruppo, c’è anche il presidente del Forum interreligioso di Parma, Luciano Mazzoni, la cui presenza sottolinea ulteriormente il carattere tutto «parmigiano» di un evento che non ha precedenti. E’ infatti la prima volta in assoluto che un gruppo organizzato di immigrati musulmani si reca a rendere omaggio alla Sindone. E, manco a farlo apposta, la cosa coincide con il raggiungimento del primo milione di visitatori.
Più si avvicina all’ingresso del Duomo e più la pattuglia guidata da Ben e Rebecca si fa silenziosa e attenta. Superato un corridoio lungo e stretto che somiglia vagamente a una catacomba, si passa in una grande sala adibita alla proiezione a ciclo continuo di un video divulgativo sulla Sindone. Gli adolescenti tunisini scattano foto e prendono appunti sui quadernetti. Ben li raduna intorno a sé e recita una preghiera in arabo. Pur se pronunciate sottovoce, si odono distintamente le parole conclusive: «Allah Akbar» (Dio è grande). 
Troppe volte, quelle parole sono state le ultime pronunciate da un kamikaze un attimo prima di farsi saltare in aria in mezzo a una folla di «infedeli». Ma oggi, no. Oggi, servono solo a unire e a dire: «Siamo qui in pace. E a cercare la pace». Ancora pochi minuti, quindi lo striscione «Musulmani per il dialogo» entra finalmente nel Duomo già gremito da migliaia e migliaia di fedeli. Attorno a noi, l’oscurità è pressoché totale. 
Con il volto sempre più tirato dall’emozione, Ben conduce il suo piccolo gregge verso la grande teca luminosa in cui si trova il Telo sacro. Lo stesso conservato, per circa due secoli, proprio da mani musulmane. Pochi secondi di sosta, poi siamo costretti a defluire per lasciare posto alla moltitudine in attesa del proprio turno.  Secondo gli studiosi, non esistono miracoli accertati della Sindone. Salvo uno. Rappresentato dall’espressione sistematica di coloro che si sono appena trovati a tu per tu con il volto di Cristo. Ebbene, il miracolo si è ripetuto anche stavolta. Testimoniato anche dalla dedica (sia in arabo che in italiano) che il musulmano Ben ha lasciato sul libro ufficiale delle visite (lo stesso che domenica prossima sarà firmato anche da Papa Benedetto XVI). «Lascio il mio saluto spirituale a Cristo. Sperando che, grazie alla sua discesa, regni fra noi la Pace». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • isabella

    22 Maggio @ 22.20

    Bellissimo e commuovente! Dio benedica gli uomini di pace

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Presentata la stagione 2016-2017 di Europa Teatri

presentazione

Europa Teatri, domani al via la stagione

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Innovazione ict

INNOVAZIONE ICT 

L'Italia scommette sulle imprese 4.0

di Patrizia Ginepri

Lealtrenotizie

Incidente

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

3commenti

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

7commenti

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

parma

Morrone ai tifosi: "Un coro in più in questo momento fa la differenza"

tragedia

Lunedì l'autopsia sul corpo di Elio Spinabelli morto asfissiato Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

saronno

Omicidi in corsia, il procuratore: "30 casi ancora da esaminare"

IL CASO

Ritrovato in Norvegia il cancello di Dachau

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

Calciomercato

Sassuolo, Domenico Berardi tagliato dalla foto

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

bologna

Apre il Motor Show. Ecco tutti i numeri e le novità