10°

20°

Strajè-Stranieri

L’ultimo miracolo della Sindone: cristiani e musulmani insieme

L’ultimo miracolo della Sindone: cristiani e musulmani insieme
Ricevi gratis le news
1
Pino Agnetti
 Carmela, una delle migliaia di volontari mobilitati per questa prima ostensione della Sindone del nuovo millennio, quasi non crede ai propri occhi. Davanti a lei, all’ingresso del Duomo di Torino, c’è un gruppo di pellegrini assai particolare. Reggono uno striscione con su scritto «Musulmani per il dialogo». Sono uomini e donne (alcune con il velo sul capo, molte altre invece no). E poi ragazzi (tanti) con gli zainetti sulle spalle e le facce pulite e luminose che, da sole, parlano della curiosità e della gioia di esserci. Di partecipare a un evento destinato a restare per sempre nella loro vita. Forse, anche a cambiarla. 
«Da dove venite?», chiede sempre più stupita la volontaria. «Da Parma!», rispondono loro in coro. E Carmela, a quel punto, quasi si commuove lasciandosi sfuggire un «cosa può fare a volte la fede e che bel messaggio ci portate…».  E’ il messaggio che il presidente dell’associazione Benjeddou Belgacem (per gli amici semplicemente Ben) e sua moglie Rebecca stanno coltivando da tempo con una tenacia davvero enorme. E pure con un coraggio non comune. Un messaggio che lo stesso Ben prova a spiegare ai curiosi che lo avvicinano mentre il serpentone della fila avanza lentamente sotto il magnifico sole che inonda la città dove, dal 1578, è custodito il lenzuolo più famoso della Storia. 
«Vogliamo rompere il distacco che esiste fra cristiani e musulmani - ripete il presidente dei “Musulmani per il dialogo” che è anche il leader della folta comunità tunisina di Parma -. Vogliamo dimostrare che fra le nostre religioni ci sono più punti di unione che di divisione. E il grande punto di unione è rappresentato da Gesù». Ad accompagnare il gruppo, c’è anche il presidente del Forum interreligioso di Parma, Luciano Mazzoni, la cui presenza sottolinea ulteriormente il carattere tutto «parmigiano» di un evento che non ha precedenti. E’ infatti la prima volta in assoluto che un gruppo organizzato di immigrati musulmani si reca a rendere omaggio alla Sindone. E, manco a farlo apposta, la cosa coincide con il raggiungimento del primo milione di visitatori.
Più si avvicina all’ingresso del Duomo e più la pattuglia guidata da Ben e Rebecca si fa silenziosa e attenta. Superato un corridoio lungo e stretto che somiglia vagamente a una catacomba, si passa in una grande sala adibita alla proiezione a ciclo continuo di un video divulgativo sulla Sindone. Gli adolescenti tunisini scattano foto e prendono appunti sui quadernetti. Ben li raduna intorno a sé e recita una preghiera in arabo. Pur se pronunciate sottovoce, si odono distintamente le parole conclusive: «Allah Akbar» (Dio è grande). 
Troppe volte, quelle parole sono state le ultime pronunciate da un kamikaze un attimo prima di farsi saltare in aria in mezzo a una folla di «infedeli». Ma oggi, no. Oggi, servono solo a unire e a dire: «Siamo qui in pace. E a cercare la pace». Ancora pochi minuti, quindi lo striscione «Musulmani per il dialogo» entra finalmente nel Duomo già gremito da migliaia e migliaia di fedeli. Attorno a noi, l’oscurità è pressoché totale. 
Con il volto sempre più tirato dall’emozione, Ben conduce il suo piccolo gregge verso la grande teca luminosa in cui si trova il Telo sacro. Lo stesso conservato, per circa due secoli, proprio da mani musulmane. Pochi secondi di sosta, poi siamo costretti a defluire per lasciare posto alla moltitudine in attesa del proprio turno.  Secondo gli studiosi, non esistono miracoli accertati della Sindone. Salvo uno. Rappresentato dall’espressione sistematica di coloro che si sono appena trovati a tu per tu con il volto di Cristo. Ebbene, il miracolo si è ripetuto anche stavolta. Testimoniato anche dalla dedica (sia in arabo che in italiano) che il musulmano Ben ha lasciato sul libro ufficiale delle visite (lo stesso che domenica prossima sarà firmato anche da Papa Benedetto XVI). «Lascio il mio saluto spirituale a Cristo. Sperando che, grazie alla sua discesa, regni fra noi la Pace». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • isabella

    22 Maggio @ 22.20

    Bellissimo e commuovente! Dio benedica gli uomini di pace

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro