22°

32°

Strajè-Stranieri

Storie di strajè - Elmo, pensionato a Las Vegas. Ma con un occhio verso Parma

Storie di strajè - Elmo, pensionato a Las Vegas. Ma con un occhio verso Parma
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

 

Le radici della sua famiglia affondano fra Borgotaro, Berceto e Medesano. Elmo Croci è nato a Londra nel 1931 da genitori strajè. Non parla il dialetto e per l'intervista preferisce l'inglese all'italiano. Da bambino ha abitato qualche anno nella zona di Medesano. Poi l'Ingleson - così lo chiamavano gli amici - visse fra Inghilterra e Stati Uniti. Ora che è in pensione vive a Las Vegas.
Forse Elmo si considera più anglosassone che parmense. «Non mi sento uno strajè: fu mio padre a lasciare il proprio Paese», dice. Ma il legame con le origini non è sopito e si alimenta anche attraverso Gazzettadiparma.it. Così capita che nell'articolo degli auguri di Capodanno, Elmo scriva un caloroso «Merry Christmas and a Happy New Year» a «tutti i parmigiani». Oppure inserisce un saluto agli altri “strajè britannici” e qualche nota biografica commentando il dinner&dance delle associazioni di emigrati parmensi in Inghilterra. E come lui, tanti altri “strajè” (e relativi discendenti) sono in contatto con Parma via web.

 

DA LONDRA AGLI USA, PASSANDO PER IL PARMENSE. Elmo Croci vive a Las Vegas dal 1992, ma la sua storia inizia a Londra e quella dei suoi genitori, nel primo '900, comincia sull'Appennino. «Mia madre Esterina Ferrari nacque a Berceto, mio padre Attilio Croci era di Ostia Parmense. Entrambi sono sepolti a Baselica», spiega Elmo via e-mail, anche se fra una domanda e l'altra qualche particolare non lo ricorda più. Ama leggere le notizie locali, stare informato su cosa accade «di qua dall'acqua» (dell'Atlantico). Lui si racconta volentieri.
«Ho lavorato per quarant'anni e da quando sono in pensione vivo a Las Vegas, dove il sole splende tutto l'anno e non ci sono né neve né ghiaccio - spiega Elmo -. Mi piace andare al casinò e giocare a golf», anche se alla soglia degli ottant'anni comincia a soffrire problemi alle gambe.
«Quando mio padre andò a Londra (circa nel 1914, ndr) era single - spiega Elmo -. Tornò nel 1926 e sposò Esterina Ferrari. Avevo due fratelli, ma entrambi sono morti di morbillo prima di compiere due anni. Quando avevo 18 anni lavoravo nel ristorante di mio padre e del fratello minore Albino. Era nella zona di Trafalgar Square ma non ricordo il nome».

 

MEDESANO DI UNA VOLTA: I RICORDI. Nel 1939 la famiglia Croci tornò a casa: Elmo aveva 8 anni. «Mio padre comprò una fattoria a Medesano, con una grande casa - dice Croci -. Ho frequentato le elementari e la scuola media a Fidenza, dove non conoscevo nessuno: ero l'unico di Medesano».
I ricordi di quegli anni lontani emergono a poco a poco... «Metà della grande casa del podere era occupata dai fratelli Ernesto, Silvio e Luigi Larini, con le rispettive mogli. L'altra metà era nostra. Mia madre aveva un vasto appezzamento con alberi da frutto e un pollaio con 25-30 galline. C'erano un toro e 15 mucche, che venivano munte dalle donne, e alla sera un uomo di cui non ricordo il nome prendeva il latte. Tutti gli anni le famiglie uccidevano il maiale - ricorda ancora Elmo Croci -. Si facevano sempre prosciutto, coppa e salami. I contadini facevano anche molto formaggio e vino. Dicevano: A Medsan ghe dal ven bon bon ben».
Impossibile dimenticare quei prodotti della terra. Lo stesso vale per gli anni della guerra: «Una sera, verso le 22, un aeroplano - che fu soprannominato Pippo - volò sopra di noi. Sentimmo una forte esplosione: l'aereo aveva sganciato una bomba sul centro del paese e una donna perse la vita».
A 17 anni Elmo Croci tornò a Londra, nel ristorante con lo zio. «Nel 1952 mi trasferii in America - spiega -. Dopo il servizio militare fra la Germania e Trieste, ho lavorato nel Food&Beverage Dept. del Mayflower Hotel a Washington D.C. per circa quarant'anni. Vivevo nel Maryland e percorrevo circa 8 miglia tutti i giorni fino a Washington. Ho sposato una ragazza americana che lavorava nello stesso hotel. Nel 2007 è morta, a 75 anni. Abbiamo una figlia, Gina, che ora, divorziata e senza figli, vive con me a Las Vegas».

 

LE RADICI NON SI RECIDONO. Cosa conserva Elmo delle sue radici parmensi? La risposta sembra non lasciare scampo: «Le mie radici sono in Inghilterra. Non mi sono mai sentito uno strajè: lo era mio padre, che lasciò il suo Paese».
Ma poi le origini riaffiorano e così altri aneddoti. Per qualche anno i genitori andarono a trovare Elmo negli Stati Uniti, fermandosi qualche mese. «A 90 anni mio padre, già vedovo, decise di restare in Italia: voleva essere sicuro di morire lì e Dio lo ha accontentato», spiega Croci. Le tombe dei suoi genitori sono a Baselica di Borgotaro.

Lui tornò a Parma nel 1976: «Incontrai mio cugino Remo, che lavorava come medico all'ospedale Maggiore - dice Elmo -. Remo nacque a Londra ma volle frequentare la scuola in Italia e morì a 80 anni: aveva 10 anni più di me. Era figlio di Giuseppe, il fratello maggiore di mio padre. In famiglia c'erano 3 fratelli e 4 sorelle: Rosa, Dina, Vittoria, Luisa, Giuseppe, Albino, Luigi. Tranne quest'ultimo, tutti lasciarono l'Italia».

Probabilmente Croci non tornerà in Emilia, ma la tecnologia gli viene in aiuto: «Mi tengo aggiornato sulle notizie sull'Italia leggendo la Gazzetta di Parma sul mio computer». Insomma, Elmo non si sente poi così lontano e da Las Vegas rinnova i suoi «best wishes» a quella che comunque resta un po' la sua terra.

Conosci Elmo o qualche suo famigliare? Vuoi raccontare un'altra storia di strajè? Lascia un commento o scrivi a sito@gazzettadiparma.net

LEGGI ANCHE...
18 gennaio 2009 - Maryann, "strajè" della California: "Aiutatemi a ritrovare le mie radici a Medesano"

20 gennaio 2009 - Due famiglie rispondono all'appello di Maryann Foley

26 febbraio 2009 - Dall'Argentina arriva l'appello di Odilia: "Aiutatemi a trovare i miei parenti"

5 febbraio 2010 -  Alberto, lo strajè che vuole far amare il parmigiano a Wall Street

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti