15°

Strajè-Stranieri

Storie di strajè - Elmo, pensionato a Las Vegas. Ma con un occhio verso Parma

Storie di strajè - Elmo, pensionato a Las Vegas. Ma con un occhio verso Parma
0

di Andrea Violi

 

Le radici della sua famiglia affondano fra Borgotaro, Berceto e Medesano. Elmo Croci è nato a Londra nel 1931 da genitori strajè. Non parla il dialetto e per l'intervista preferisce l'inglese all'italiano. Da bambino ha abitato qualche anno nella zona di Medesano. Poi l'Ingleson - così lo chiamavano gli amici - visse fra Inghilterra e Stati Uniti. Ora che è in pensione vive a Las Vegas.
Forse Elmo si considera più anglosassone che parmense. «Non mi sento uno strajè: fu mio padre a lasciare il proprio Paese», dice. Ma il legame con le origini non è sopito e si alimenta anche attraverso Gazzettadiparma.it. Così capita che nell'articolo degli auguri di Capodanno, Elmo scriva un caloroso «Merry Christmas and a Happy New Year» a «tutti i parmigiani». Oppure inserisce un saluto agli altri “strajè britannici” e qualche nota biografica commentando il dinner&dance delle associazioni di emigrati parmensi in Inghilterra. E come lui, tanti altri “strajè” (e relativi discendenti) sono in contatto con Parma via web.

 

DA LONDRA AGLI USA, PASSANDO PER IL PARMENSE. Elmo Croci vive a Las Vegas dal 1992, ma la sua storia inizia a Londra e quella dei suoi genitori, nel primo '900, comincia sull'Appennino. «Mia madre Esterina Ferrari nacque a Berceto, mio padre Attilio Croci era di Ostia Parmense. Entrambi sono sepolti a Baselica», spiega Elmo via e-mail, anche se fra una domanda e l'altra qualche particolare non lo ricorda più. Ama leggere le notizie locali, stare informato su cosa accade «di qua dall'acqua» (dell'Atlantico). Lui si racconta volentieri.
«Ho lavorato per quarant'anni e da quando sono in pensione vivo a Las Vegas, dove il sole splende tutto l'anno e non ci sono né neve né ghiaccio - spiega Elmo -. Mi piace andare al casinò e giocare a golf», anche se alla soglia degli ottant'anni comincia a soffrire problemi alle gambe.
«Quando mio padre andò a Londra (circa nel 1914, ndr) era single - spiega Elmo -. Tornò nel 1926 e sposò Esterina Ferrari. Avevo due fratelli, ma entrambi sono morti di morbillo prima di compiere due anni. Quando avevo 18 anni lavoravo nel ristorante di mio padre e del fratello minore Albino. Era nella zona di Trafalgar Square ma non ricordo il nome».

 

MEDESANO DI UNA VOLTA: I RICORDI. Nel 1939 la famiglia Croci tornò a casa: Elmo aveva 8 anni. «Mio padre comprò una fattoria a Medesano, con una grande casa - dice Croci -. Ho frequentato le elementari e la scuola media a Fidenza, dove non conoscevo nessuno: ero l'unico di Medesano».
I ricordi di quegli anni lontani emergono a poco a poco... «Metà della grande casa del podere era occupata dai fratelli Ernesto, Silvio e Luigi Larini, con le rispettive mogli. L'altra metà era nostra. Mia madre aveva un vasto appezzamento con alberi da frutto e un pollaio con 25-30 galline. C'erano un toro e 15 mucche, che venivano munte dalle donne, e alla sera un uomo di cui non ricordo il nome prendeva il latte. Tutti gli anni le famiglie uccidevano il maiale - ricorda ancora Elmo Croci -. Si facevano sempre prosciutto, coppa e salami. I contadini facevano anche molto formaggio e vino. Dicevano: A Medsan ghe dal ven bon bon ben».
Impossibile dimenticare quei prodotti della terra. Lo stesso vale per gli anni della guerra: «Una sera, verso le 22, un aeroplano - che fu soprannominato Pippo - volò sopra di noi. Sentimmo una forte esplosione: l'aereo aveva sganciato una bomba sul centro del paese e una donna perse la vita».
A 17 anni Elmo Croci tornò a Londra, nel ristorante con lo zio. «Nel 1952 mi trasferii in America - spiega -. Dopo il servizio militare fra la Germania e Trieste, ho lavorato nel Food&Beverage Dept. del Mayflower Hotel a Washington D.C. per circa quarant'anni. Vivevo nel Maryland e percorrevo circa 8 miglia tutti i giorni fino a Washington. Ho sposato una ragazza americana che lavorava nello stesso hotel. Nel 2007 è morta, a 75 anni. Abbiamo una figlia, Gina, che ora, divorziata e senza figli, vive con me a Las Vegas».

 

LE RADICI NON SI RECIDONO. Cosa conserva Elmo delle sue radici parmensi? La risposta sembra non lasciare scampo: «Le mie radici sono in Inghilterra. Non mi sono mai sentito uno strajè: lo era mio padre, che lasciò il suo Paese».
Ma poi le origini riaffiorano e così altri aneddoti. Per qualche anno i genitori andarono a trovare Elmo negli Stati Uniti, fermandosi qualche mese. «A 90 anni mio padre, già vedovo, decise di restare in Italia: voleva essere sicuro di morire lì e Dio lo ha accontentato», spiega Croci. Le tombe dei suoi genitori sono a Baselica di Borgotaro.

Lui tornò a Parma nel 1976: «Incontrai mio cugino Remo, che lavorava come medico all'ospedale Maggiore - dice Elmo -. Remo nacque a Londra ma volle frequentare la scuola in Italia e morì a 80 anni: aveva 10 anni più di me. Era figlio di Giuseppe, il fratello maggiore di mio padre. In famiglia c'erano 3 fratelli e 4 sorelle: Rosa, Dina, Vittoria, Luisa, Giuseppe, Albino, Luigi. Tranne quest'ultimo, tutti lasciarono l'Italia».

Probabilmente Croci non tornerà in Emilia, ma la tecnologia gli viene in aiuto: «Mi tengo aggiornato sulle notizie sull'Italia leggendo la Gazzetta di Parma sul mio computer». Insomma, Elmo non si sente poi così lontano e da Las Vegas rinnova i suoi «best wishes» a quella che comunque resta un po' la sua terra.

Conosci Elmo o qualche suo famigliare? Vuoi raccontare un'altra storia di strajè? Lascia un commento o scrivi a sito@gazzettadiparma.net

LEGGI ANCHE...
18 gennaio 2009 - Maryann, "strajè" della California: "Aiutatemi a ritrovare le mie radici a Medesano"

20 gennaio 2009 - Due famiglie rispondono all'appello di Maryann Foley

26 febbraio 2009 - Dall'Argentina arriva l'appello di Odilia: "Aiutatemi a trovare i miei parenti"

5 febbraio 2010 -  Alberto, lo strajè che vuole far amare il parmigiano a Wall Street

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

Sicurezza

Blitz nelle cattedrali del degrado

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis?

CCV

Ventuno progetti per Parma

calcio

Cerri, che gioia il gol in A

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

anteprima GAZZETTA

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

Parma

Trasporti, gara a BusItalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

SINISTRA

Dal Pci a Sel, la storia delle scissioni Video

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti