15°

Strajè-Stranieri

Immigrazione: Parma in testa alla classifica dell'integrazione

Immigrazione: Parma in testa alla classifica dell'integrazione
19

 

IL RAPPORTO DEL CNEL - Più immigrati non vuol dire più criminalità. E tra le collettività straniere che hanno il rapporto percentuale più basso tra carico di denunce penali e numero di connazionali residenti in Italia, ci sono moldavi, romeni, albanesi e cinesi. Lo afferma il Cnel nel VII Rapporto sugli «Indici di integrazione degli immigrati in Italia», presentato oggi a Roma. Dal 2005 al 2008, fa notare il Cnel, «i residenti stranieri sono aumentati del 45,7%, mentre le denunce contro di loro sono cresciute solo di circa il 20%». Se si ipotizza, aggiunge il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, che «l'aumento di denunce a carico degli stranieri nel 2008, rispetto al 2005, sia addebitabile agli stranieri registrati come nuovi residenti, si arriva alla conclusione che a carico dei nuovi venuti vi è un denunciato ogni 25 individui (esclusi irregolari e stranieri di passaggio), mentre a carico di tutti i residenti in Italia (italiani e stranieri) vi è un denunciato ogni 22 individui; viene così a cadere il pregiudizio di una maggiore pericolosità degli stranieri».                       

Per quanto riguarda le singole collettività, gli immigrati provenienti dalla Moldavia possono essere considerati i più virtuosi (la differenza tra la percentuale delle denunce e quella dei residenti è di 9,6 punti a favore di quest’ultima). A seguire ci sono i romeni (-6,5%), gli albanesi (-4,8%) e i cinesi (-1,8%). Marocco, Senegal, Tunisia, Nigeria ed Egitto totalizzano invece il 29,6% delle denunce presentate contro stranieri, anche se i soggiornanti sono solo il 18,7% della popolazione immigrata. Più immigrati non vuol dire più criminalità. E tra le collettività straniere che hanno il rapporto percentuale più basso tra carico di denunce penali e numero di connazionali residenti in Italia, ci sono moldavi, romeni, albanesi e cinesi.

IL PRIMATO DI PARMA - E' l’Emilia Romagna la regione con ilpiù alto potenziale di integrazione in Italia, mentre la Sicilia offre le condizioni di inserimento socio-occupazionale più paritarie tra immigrati e italiani. Lo rileva il VII Rapporto Cnel sugli «Indici di integrazione degli immigrati in Italia», presentato oggi a Roma.

L'Emilia Romagna, con un valore di 60,82 (su una scala da 1 a100) determinato dalla sintesi di diversi indicatori, si piazza al primo posto della classifica assoluta per l’inserimento sociale degli immigrati; seguono il Friuli Venezia Giulia (59,29), la Lombardia e il Lazio (57), il Veneto (55,04), il Trentino-Alto Adige (54,48) e la Toscana (50,42). Fanalini di coda: Abruzzo (38,24 punti), Puglia (37,36) e Sardegna (32,65).Tra le province il primato spetta a Parma (60,58 punti), secondo e terzo posto per Reggio Emilia e Vicenza.

 

OCCUPAZIONE E CRIMINALITA' - Nel 2008 le collettività straniere ad aver avuto il migliorlivello occupazionale, rapportato al numero di connazionali residenti, sono quelle originarie di India, Romania, Moldavia,Albania, Ucraina e Marocco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ParmigianoFiero

    14 Luglio @ 14.24

    Per Rebelde, personalmente ricordo che eravamo strapieni di immigrati anche negli anni '90! Che poi con l'Euro siano aumentati, ok, ma non credere che con la lira si fermassero a prendere un caffè e poi partissero per Germania, Francia ecc... L'unico periodo che ricordo in cui non c'erano immigrati erano gli anni '80 dove gente di colore si vedeva solo ne "I Jefferson", poi ci fu l'invasione.

    Rispondi

  • rebelde

    14 Luglio @ 12.44

    in finlandia non cè l'euro!

    Rispondi

  • lorenzo

    14 Luglio @ 12.34

    looka76, non sono tutti come Vignali e Fecci? Pensa se fossero stati come Tosi e Zaia di Verona...A buon intenditor, poche parole...Intolleranti? Non credo, infatti qui a Parma non mancano kebaberie, parruccherìe africane, parrucchieri orientali nonchè 'localini' di tutto quanto un pò, senza contare le piccole ditte dell'est 'specializzate' nei più svariati mestieri...Se una nazione, o in una città in partiolare mi rendessero la vita impossibile, farei di tutto x migliorarmi o ad andarmene di corsa, non credo sia il tuo caso...

    Rispondi

  • rebelde

    14 Luglio @ 12.14

    x clansman: sappi che il problema dell'immigrazione nasce rpincipalmente dal fattore economico! infatti prima dell'avvento dell'euro gli immigrati transitavano per l'italia e si trasferivano negli altri paesi eruopei dove la monete era più forte (es: germania, francia...). con l'avvento dell'eruo stare in germania o italia è uguale! infatti ora più che transitare rimangono in italia! basta solamente ritornare alla lira e vedrai che nel giro di poke settimane la stragrande maggioranza delgi immigrati sparisce e se ne va in paesi con moneta più forte! la finlandia ha l'euro????? caro il mio clansman; la finlandia ha l'euro????????

    Rispondi

  • ParmigianoFiero

    14 Luglio @ 08.24

    Il mondo è grande, non esiste solo Parma...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

Sicurezza

Blitz nelle cattedrali del degrado

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis?

CCV

Ventuno progetti per Parma

calcio

Cerri, che gioia il gol in A

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

anteprima GAZZETTA

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

Parma

Trasporti, gara a BusItalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

SINISTRA

Dal Pci a Sel, la storia delle scissioni Video

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti