-4°

Strajè-Stranieri

Immigrazione: Parma in testa alla classifica dell'integrazione

Immigrazione: Parma in testa alla classifica dell'integrazione
Ricevi gratis le news
19

 

IL RAPPORTO DEL CNEL - Più immigrati non vuol dire più criminalità. E tra le collettività straniere che hanno il rapporto percentuale più basso tra carico di denunce penali e numero di connazionali residenti in Italia, ci sono moldavi, romeni, albanesi e cinesi. Lo afferma il Cnel nel VII Rapporto sugli «Indici di integrazione degli immigrati in Italia», presentato oggi a Roma. Dal 2005 al 2008, fa notare il Cnel, «i residenti stranieri sono aumentati del 45,7%, mentre le denunce contro di loro sono cresciute solo di circa il 20%». Se si ipotizza, aggiunge il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, che «l'aumento di denunce a carico degli stranieri nel 2008, rispetto al 2005, sia addebitabile agli stranieri registrati come nuovi residenti, si arriva alla conclusione che a carico dei nuovi venuti vi è un denunciato ogni 25 individui (esclusi irregolari e stranieri di passaggio), mentre a carico di tutti i residenti in Italia (italiani e stranieri) vi è un denunciato ogni 22 individui; viene così a cadere il pregiudizio di una maggiore pericolosità degli stranieri».                       

Per quanto riguarda le singole collettività, gli immigrati provenienti dalla Moldavia possono essere considerati i più virtuosi (la differenza tra la percentuale delle denunce e quella dei residenti è di 9,6 punti a favore di quest’ultima). A seguire ci sono i romeni (-6,5%), gli albanesi (-4,8%) e i cinesi (-1,8%). Marocco, Senegal, Tunisia, Nigeria ed Egitto totalizzano invece il 29,6% delle denunce presentate contro stranieri, anche se i soggiornanti sono solo il 18,7% della popolazione immigrata. Più immigrati non vuol dire più criminalità. E tra le collettività straniere che hanno il rapporto percentuale più basso tra carico di denunce penali e numero di connazionali residenti in Italia, ci sono moldavi, romeni, albanesi e cinesi.

IL PRIMATO DI PARMA - E' l’Emilia Romagna la regione con ilpiù alto potenziale di integrazione in Italia, mentre la Sicilia offre le condizioni di inserimento socio-occupazionale più paritarie tra immigrati e italiani. Lo rileva il VII Rapporto Cnel sugli «Indici di integrazione degli immigrati in Italia», presentato oggi a Roma.

L'Emilia Romagna, con un valore di 60,82 (su una scala da 1 a100) determinato dalla sintesi di diversi indicatori, si piazza al primo posto della classifica assoluta per l’inserimento sociale degli immigrati; seguono il Friuli Venezia Giulia (59,29), la Lombardia e il Lazio (57), il Veneto (55,04), il Trentino-Alto Adige (54,48) e la Toscana (50,42). Fanalini di coda: Abruzzo (38,24 punti), Puglia (37,36) e Sardegna (32,65).Tra le province il primato spetta a Parma (60,58 punti), secondo e terzo posto per Reggio Emilia e Vicenza.

 

OCCUPAZIONE E CRIMINALITA' - Nel 2008 le collettività straniere ad aver avuto il migliorlivello occupazionale, rapportato al numero di connazionali residenti, sono quelle originarie di India, Romania, Moldavia,Albania, Ucraina e Marocco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ParmigianoFiero

    14 Luglio @ 14.24

    Per Rebelde, personalmente ricordo che eravamo strapieni di immigrati anche negli anni '90! Che poi con l'Euro siano aumentati, ok, ma non credere che con la lira si fermassero a prendere un caffè e poi partissero per Germania, Francia ecc... L'unico periodo che ricordo in cui non c'erano immigrati erano gli anni '80 dove gente di colore si vedeva solo ne "I Jefferson", poi ci fu l'invasione.

    Rispondi

  • rebelde

    14 Luglio @ 12.44

    in finlandia non cè l'euro!

    Rispondi

  • lorenzo

    14 Luglio @ 12.34

    looka76, non sono tutti come Vignali e Fecci? Pensa se fossero stati come Tosi e Zaia di Verona...A buon intenditor, poche parole...Intolleranti? Non credo, infatti qui a Parma non mancano kebaberie, parruccherìe africane, parrucchieri orientali nonchè 'localini' di tutto quanto un pò, senza contare le piccole ditte dell'est 'specializzate' nei più svariati mestieri...Se una nazione, o in una città in partiolare mi rendessero la vita impossibile, farei di tutto x migliorarmi o ad andarmene di corsa, non credo sia il tuo caso...

    Rispondi

  • rebelde

    14 Luglio @ 12.14

    x clansman: sappi che il problema dell'immigrazione nasce rpincipalmente dal fattore economico! infatti prima dell'avvento dell'euro gli immigrati transitavano per l'italia e si trasferivano negli altri paesi eruopei dove la monete era più forte (es: germania, francia...). con l'avvento dell'eruo stare in germania o italia è uguale! infatti ora più che transitare rimangono in italia! basta solamente ritornare alla lira e vedrai che nel giro di poke settimane la stragrande maggioranza delgi immigrati sparisce e se ne va in paesi con moneta più forte! la finlandia ha l'euro????? caro il mio clansman; la finlandia ha l'euro????????

    Rispondi

  • ParmigianoFiero

    14 Luglio @ 08.24

    Il mondo è grande, non esiste solo Parma...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

FURTI

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

Di chi sono tutti questi oggetti rubati?

Serie B

"Tutti a Cremona!": diario della trasferta dei tifosi crociati Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

2commenti

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

1commento

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

1commento

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

6commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

1commento

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La strana democrazia delle parlamentarie

di Francesco Bandini

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Aggredito sul bus da un gruppo di adolescenti, ne accoltella uno

politica

Nessun accordo, è shutdown in Usa: bloccate le attività federali

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

società

Droga, prostituzione, sigarette: gli italiani spendono 19 miliardi annui in attività illegali

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"