21°

Strajè-Stranieri

Il Maggiore? Un ospedale multietnico

Il Maggiore? Un ospedale multietnico
0

Monica Tiezzi
Come spiegare ad un paziente che non conosce l'italiano i possibili effetti collaterali delle radiazioni o dell'uso dei mezzi di contrasto? Come  informarli  che alcuni esami richiedono una procedura di preparazione? Come capire se il paziente soffre di allergie o se ha chiari     gli adempimenti burocratici per eseguire l'esame e ritirare il referto? Sono problemi che al dipartimento di Radiologia e diagnostica per immagine dell'Azienda ospedaliero-universitaria devono affrontare quotidianamente, e che creano incomprensioni e a volte tensioni con i pazienti stranieri.
Per agevolare i rapporti tra operatori e immigrati  si è formato l'agosto scorso un gruppo di lavoro che ha impostato un progetto  con scadenze ravvicinate: «Tradurre in inglese,  francese, rumeno, moldavo, albanese, arabo e in una lingua africana la modulistica per la preparazione agli esami e per il consenso informato e metterla a disposizione, entro tre mesi, agli operatori del dipartimento - spiega la direttrice Livia Ruffini - . Consegnare entro sei mesi la   modulistica tradotta anche ai medici di famiglia, e infine creare entro un anno,  nel dipartimento,  un punto dedicato agli stranieri di accettazione e informazione, con l'aiuto di un mediatore culturale».
Se ne è parlato ieri all'incontro al Maggiore su «Sanità multietnica in ospedale. Il ruolo degli operatori», che è stato un altro tassello del progetto.
 

Nel 2009 sono stati ricoverati al Maggiore 5.254 cittadini stranieri, compresi 624 neonati, corrispondenti al 10% di tutti i ricoveri. Un trend in aumento negli ultimi due anni (+15% rispetto al 2007) che vede fra i reparti più frequentati dagli stranieri l'ostetricia e ginecologia e  i reparti pediatrici, seguiti dagli   internistici e  chirurgici. Tra gli immigrati ricoverati c'è una predominanza di africani, seguiti da cittadini dell'Est europa, asiatici ed europei comunitari, in linea con la composizione dei migranti   residenti nella provincia (45.994 nel 2009).
 L'aumento della  presenza degli immigrati in ospedale, spiega l'antropologa Vincenza Pellegrino, è  coinciso con un aumento della conflittualità nei luoghi di cura, dovuto ad un cambiamento culturale che ha  cancellato il  rapporto di subordinazione del paziente nei confronti dei medici. Ed  è  coinciso anche, aggiunge la ginecologa Adele Tonini, ex dirigente dello spazio salute immigrati dell'Ausl, con la  recente  ondata di migrazione «che, a differenza del  primo flusso  composto  da stranieri con discrete risorse culturali ed economiche, che portavano un patrimonio di salute», presenta oggi una maggiore varietà di problemi: «malattie contratte in Italie,  patologie tipiche dei Paesi di provenienza, e patologie croniche, dovute all'invecchiamento degli immigrati e ai ricongiungimenti familiari che hanno visto arrivare in Italia le generazioni dei nonni», dice la Tonini.
 In questo contesto, la mediazione culturale diventa cruciale «se non è solo lavoro sporadico di traduzione, ma un progetto a medio-lungo termine, affidato a professionisti preparati», ammonisce   Tahiraj Vojsava, albanese, da otto anni mediatrice per il Comune. Solo così infatti, dice Vojsava, «la mediazione diventa conoscenza reciproca e aiuta  non solo l'immigrato, ma anche le istituzioni del Paese ospitante a cambiare, crescere  e migliorare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Ghepardo, turista imprudente

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

3commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

1commento

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

7commenti

verso il 25 Aprile

"Bella ciao!": in centinaia a celebrare la Resistenza delle donne Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Morta a 56 anni Erin Moran, la Joanie di Happy Days

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"