16°

31°

Strajè-Stranieri

Noceto, la "Rete Diritti in casa" protesta a sostegno di una famiglia straniera in difficoltà

Noceto, la "Rete Diritti in casa" protesta a sostegno di una famiglia straniera in difficoltà
Ricevi gratis le news
7

La «Rete Diritti in casa» ha organizzato questa mattina una protesta a Noceto a favore di Ben Couchane e della sua famiglia, che si trova in forte difficoltà nel trovare un alloggio.
«Ben Chouchane vive e lavora da vent'anni a Noceto, è inserito e ha una famiglia quasi serena. Quasi, perché la moglie e uno dei tre figli soffrono di una grave forma di diabete», spiega una nota inviata da Katia Torri, rappresentante della “Rete Diritti in casa”.
«Un anno fa tutto precipita - continua la nota inviata dalla Torri -. Ben, l'unico a poter lavorare, perde il lavoro a causa della crisi e non riesce a pagare l'affitto; il Comune fa da mediatore». Secondo quanto dice la Rete Diritti in casa, il Comune di Noceto avrebbe promesso una casa a Chouchane (che doveva liberare l'alloggio che aveva preso in affitto entro la scadenza del contratto). In più, «l'associazione giovani diabetici si offre di pagare un albergo fino all'assegnazione della casa comunale o almeno novembre e dicembre - continua la “Rete” -. Tutto per il meglio sembrerebbe, invece no. In questi giorni Ben si reca in Comune per vedere a che punto è la “sua” casa. La risposta è raggelante: “Che casa? Qui non ne abbiamo per nessuno”. La promessa fatta è negata».
La nota dell'associazione spiega che si è aperto un dialogo con l'assessore Porcari, ma di fatto l'alloggio che Ben Chouchane spera di ottenere non si trova.
«A questo si aggiunge l'ingiunzione dei carabinieri di liberare l'ex casa entro martedì... - prosegue la nota della “Rete” -. “E i mobili dove li metto?”, dice Ben. “Rivolgiti al Comune”, è la risposta ma il Comune rimane muto... La famiglia Chouchane è disperata, la soluzione d'emergenza trovata è inadatta a un bimbo in quelle condizioni ed è provvisoria anche perché non è un appartamento ma sono stanze sparse in un edificio utilizzato per altri scopi  e non sembra esserci una prospettiva a breve termine.
Tutto quello che chiede la famiglia Chouchane è che sia messa per iscritto la promessa di una casa e che sia trovato un posto per i mobili ma, anche a Noceto, le richieste dei più poveri pare che siano inascoltabili.
Tutto questo è inaccettabile».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manuel

    26 Dicembre @ 21.31

    @ tarlo: Ma se si fosse chiamato Franco avresti scritto lo stesso commento?

    Rispondi

  • katiatorri

    26 Dicembre @ 13.47

    quelli della rete diritti in casa sono tutti volontari e non hanno case,in compenso,come lavoratori,versiamo tasse che servono anche a pagare gli stipendi di coloro che sarebbero delegati ad amministrare la cosa pubblica e che dovrebbero nel farlo garantire i diritti primari di tutti i cittadini.il problema è che costoro non fanno il loro dovere

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    26 Dicembre @ 09.26

    Ma quelli della "Rete diritti in casa" sono così poveri ? perchè non la danno loro una casa o un contributo o fare una raccolta per un alloggio in affitto ? E' comodo riempirsi le fauci di solidarietà con i soldi degli altri!!

    Rispondi

  • marco

    17 Dicembre @ 23.06

    Anche ai cinici possono capitar disgrazie... Dopo, solo dopo, iniziano ad avere il sentore di quanto la solidarietà sia importante.

    Rispondi

  • katiatorri

    17 Dicembre @ 20.55

    purtroppo siamo al punto in cui i diritti civili o,prima ancora,qualli umani sono legati al reddito,finchè ce l'hai e puoi essere consumatore o cliente va tutto bene se,come è capitato a molti,perdi il lavoro non sei più nulla,solo una scoria da espellere,in poche parole siamo in una dittatura economica in cui c'è spazio solo per chi può pagarselo...è veramente questo il Paese che vogliamo?provocazione per chi risponde si,allora perchè paghiamo un assessore e un assessorato ai servizi sociali?la sfortuna di Ben,ironia della sorte,è,oltre il diabete di moglie e bambinioquella di essere troppo qualificato e quindi di trovar lavoro più difficilmente perchè le ditte lo dovrebbero pagare di più...altra stortura di una dittatura economica che vede il potere contrattuale dei lavoratori azzerato da un mercato in cui ormai le regole che hanno imposto la precarietà generalizzata ,sono solo a tutela dei più forti,oggi è Ben,domani o semplicemente oggi stesso sarà Mario,Cristina,Katia,Gabriele...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terrorismo, posizionate le fioriere antintrusione in centro

sicurezza

Terrorismo, posizionate le fioriere antintrusione in centro Video

COLORNO

"E' morto assiderato", il pranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

6commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

2commenti

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

7commenti

ITALIA/MONDO

danimarca

Trovato decapitato il corpo di Kim, la giornalista scomparsa sul sottomarino

taranto

Gioca 2 euro al 10eLotto e vince 1 milione

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti