-3°

Strajè-Stranieri

Noceto, la "Rete Diritti in casa" protesta a sostegno di una famiglia straniera in difficoltà

Noceto, la "Rete Diritti in casa" protesta a sostegno di una famiglia straniera in difficoltà
Ricevi gratis le news
7

La «Rete Diritti in casa» ha organizzato questa mattina una protesta a Noceto a favore di Ben Couchane e della sua famiglia, che si trova in forte difficoltà nel trovare un alloggio.
«Ben Chouchane vive e lavora da vent'anni a Noceto, è inserito e ha una famiglia quasi serena. Quasi, perché la moglie e uno dei tre figli soffrono di una grave forma di diabete», spiega una nota inviata da Katia Torri, rappresentante della “Rete Diritti in casa”.
«Un anno fa tutto precipita - continua la nota inviata dalla Torri -. Ben, l'unico a poter lavorare, perde il lavoro a causa della crisi e non riesce a pagare l'affitto; il Comune fa da mediatore». Secondo quanto dice la Rete Diritti in casa, il Comune di Noceto avrebbe promesso una casa a Chouchane (che doveva liberare l'alloggio che aveva preso in affitto entro la scadenza del contratto). In più, «l'associazione giovani diabetici si offre di pagare un albergo fino all'assegnazione della casa comunale o almeno novembre e dicembre - continua la “Rete” -. Tutto per il meglio sembrerebbe, invece no. In questi giorni Ben si reca in Comune per vedere a che punto è la “sua” casa. La risposta è raggelante: “Che casa? Qui non ne abbiamo per nessuno”. La promessa fatta è negata».
La nota dell'associazione spiega che si è aperto un dialogo con l'assessore Porcari, ma di fatto l'alloggio che Ben Chouchane spera di ottenere non si trova.
«A questo si aggiunge l'ingiunzione dei carabinieri di liberare l'ex casa entro martedì... - prosegue la nota della “Rete” -. “E i mobili dove li metto?”, dice Ben. “Rivolgiti al Comune”, è la risposta ma il Comune rimane muto... La famiglia Chouchane è disperata, la soluzione d'emergenza trovata è inadatta a un bimbo in quelle condizioni ed è provvisoria anche perché non è un appartamento ma sono stanze sparse in un edificio utilizzato per altri scopi  e non sembra esserci una prospettiva a breve termine.
Tutto quello che chiede la famiglia Chouchane è che sia messa per iscritto la promessa di una casa e che sia trovato un posto per i mobili ma, anche a Noceto, le richieste dei più poveri pare che siano inascoltabili.
Tutto questo è inaccettabile».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manuel

    26 Dicembre @ 21.31

    @ tarlo: Ma se si fosse chiamato Franco avresti scritto lo stesso commento?

    Rispondi

  • katiatorri

    26 Dicembre @ 13.47

    quelli della rete diritti in casa sono tutti volontari e non hanno case,in compenso,come lavoratori,versiamo tasse che servono anche a pagare gli stipendi di coloro che sarebbero delegati ad amministrare la cosa pubblica e che dovrebbero nel farlo garantire i diritti primari di tutti i cittadini.il problema è che costoro non fanno il loro dovere

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    26 Dicembre @ 09.26

    Ma quelli della "Rete diritti in casa" sono così poveri ? perchè non la danno loro una casa o un contributo o fare una raccolta per un alloggio in affitto ? E' comodo riempirsi le fauci di solidarietà con i soldi degli altri!!

    Rispondi

  • marco

    17 Dicembre @ 23.06

    Anche ai cinici possono capitar disgrazie... Dopo, solo dopo, iniziano ad avere il sentore di quanto la solidarietà sia importante.

    Rispondi

  • katiatorri

    17 Dicembre @ 20.55

    purtroppo siamo al punto in cui i diritti civili o,prima ancora,qualli umani sono legati al reddito,finchè ce l'hai e puoi essere consumatore o cliente va tutto bene se,come è capitato a molti,perdi il lavoro non sei più nulla,solo una scoria da espellere,in poche parole siamo in una dittatura economica in cui c'è spazio solo per chi può pagarselo...è veramente questo il Paese che vogliamo?provocazione per chi risponde si,allora perchè paghiamo un assessore e un assessorato ai servizi sociali?la sfortuna di Ben,ironia della sorte,è,oltre il diabete di moglie e bambinioquella di essere troppo qualificato e quindi di trovar lavoro più difficilmente perchè le ditte lo dovrebbero pagare di più...altra stortura di una dittatura economica che vede il potere contrattuale dei lavoratori azzerato da un mercato in cui ormai le regole che hanno imposto la precarietà generalizzata ,sono solo a tutela dei più forti,oggi è Ben,domani o semplicemente oggi stesso sarà Mario,Cristina,Katia,Gabriele...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

2commenti

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5