-2°

Strajè-Stranieri

Nuovi parmigiani: tre su dieci sono stranieri

Nuovi parmigiani: tre su dieci sono stranieri
0

di Roberta Vinci
Su dieci bambini nati all’ospedale Maggiore, tre sono stranieri. Negli ultimi anni il reparto di Ostetricia e ginecologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria, ha visto un esiguo aumento delle nascite: 2.720 i bambini nati nel 2008,  77 in più nel 2009,  mentre lo scorso anno le cicogne hanno portato 2.925 «doni». Di questi, circa il 32% sono stranieri, per la  maggior parte extracomunitari.
Un dato che si è mantenuto costante nonostante l’aumento delle nascite,  a simboleggiare la multiculturalità della nostra città, rafforzata dalla curiosa coincidenza che a chiudere sia il 2009 che il 2010 siano state due bambine italiane, Alessia e Angelica, mentre a dare il via alle nascite del 2010 e del 2011 sono stati Ismael, di origini marocchine, e Stefany, origini nigeriane.
«Dato confermato negli ultimi giorni,  in cui sono nati dieci bambini di cui tre o quattro stranieri»: rivela Daniela Viviani, responsabile «Percorso centro nascita» dell’Azienda ospedaliero-universitaria, appena uscita dalla sala parto. «La nostra premura è quella di prenderci cura della mamma e del suo bambino - aggiunge - ma nel caso di pazienti straniere, soprattutto extracomunitarie, non è sempre facile intervenire,  a causa di una “barriera” non tanto linguistica quanto culturale».
 Nonostante venga offerta  la stessa assistenza sanitaria a tutte le mamme, quelle straniere risultano essere meno attente e puntuali delle italiane a quel percorso prenatale che è importante per la loro salute e per quella del bambino. «Esiste una stretta associazione tra il benessere della mamma e quella del piccolo - spiega la Viviani -. Abbiamo riscontrato che le donne con una condizione sociale elevata o perfettamente integrate danno alla luce bambini con uno stato di salute migliore».
Oltre a una fascia d’età differente tra gestanti -  la maggior parte delle italiane partorisce tra i 30 e i 34 anni, mentre le straniere dai 25 ai 29 - anche per quanto riguarda la scelta dell’assistenza durante la gravidanza le differenze sono evidenti: le donne italiane scelgono ambulatori privati, mentre l’82% delle straniere si rivolge a consultori familiari, ma spesso non esegue correttamente i controlli consigliati dalla Oms (Organizzazione mondiale della sanità).
«Ai corsi di preparazione al parto partecipa il 35% della popolazione: sono tutte mamme con titoli di studio, con condizione sociale elevata, ma pochissime straniere - osserva l’esperta -; le conseguenze di queste mancanze ricadono sul bambino». E ancora: «Il primo controllo, che dovrebbe avvenire entro la dodicesima settimana, viene spesso disatteso e forse è proprio uno svantaggio sociale che porta ad un uso inappropriato dei nostri servizi».
Nelle donne di altra nazionalità, inoltre - rivela la specialista -  c'è una maggiore incidenza di parti prematuri, di neonati sottopeso e addirittura una più alta mortalità neonatale e postnatale, ma assicura l’impegno costante nel cercare soluzioni uniche per tutte le donne, con occhio attento a quelle straniere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

1commento

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

13commenti

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

4commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di due donne e tre uomini: le vittime salgono a 14

SOCIETA'

scuola

Ecco "Nubi", la app con la dieta bilanciata per i bimbi delle scuole Video

arte

Kampah anti-Trump a Hollywood

SPORT

tg parma

L'allenatore del Venezia Inzaghi: "Parma temibile"

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto