16°

Strajè-Stranieri

Nuovi parmigiani: tre su dieci sono stranieri

Nuovi parmigiani: tre su dieci sono stranieri
0

di Roberta Vinci
Su dieci bambini nati all’ospedale Maggiore, tre sono stranieri. Negli ultimi anni il reparto di Ostetricia e ginecologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria, ha visto un esiguo aumento delle nascite: 2.720 i bambini nati nel 2008,  77 in più nel 2009,  mentre lo scorso anno le cicogne hanno portato 2.925 «doni». Di questi, circa il 32% sono stranieri, per la  maggior parte extracomunitari.
Un dato che si è mantenuto costante nonostante l’aumento delle nascite,  a simboleggiare la multiculturalità della nostra città, rafforzata dalla curiosa coincidenza che a chiudere sia il 2009 che il 2010 siano state due bambine italiane, Alessia e Angelica, mentre a dare il via alle nascite del 2010 e del 2011 sono stati Ismael, di origini marocchine, e Stefany, origini nigeriane.
«Dato confermato negli ultimi giorni,  in cui sono nati dieci bambini di cui tre o quattro stranieri»: rivela Daniela Viviani, responsabile «Percorso centro nascita» dell’Azienda ospedaliero-universitaria, appena uscita dalla sala parto. «La nostra premura è quella di prenderci cura della mamma e del suo bambino - aggiunge - ma nel caso di pazienti straniere, soprattutto extracomunitarie, non è sempre facile intervenire,  a causa di una “barriera” non tanto linguistica quanto culturale».
 Nonostante venga offerta  la stessa assistenza sanitaria a tutte le mamme, quelle straniere risultano essere meno attente e puntuali delle italiane a quel percorso prenatale che è importante per la loro salute e per quella del bambino. «Esiste una stretta associazione tra il benessere della mamma e quella del piccolo - spiega la Viviani -. Abbiamo riscontrato che le donne con una condizione sociale elevata o perfettamente integrate danno alla luce bambini con uno stato di salute migliore».
Oltre a una fascia d’età differente tra gestanti -  la maggior parte delle italiane partorisce tra i 30 e i 34 anni, mentre le straniere dai 25 ai 29 - anche per quanto riguarda la scelta dell’assistenza durante la gravidanza le differenze sono evidenti: le donne italiane scelgono ambulatori privati, mentre l’82% delle straniere si rivolge a consultori familiari, ma spesso non esegue correttamente i controlli consigliati dalla Oms (Organizzazione mondiale della sanità).
«Ai corsi di preparazione al parto partecipa il 35% della popolazione: sono tutte mamme con titoli di studio, con condizione sociale elevata, ma pochissime straniere - osserva l’esperta -; le conseguenze di queste mancanze ricadono sul bambino». E ancora: «Il primo controllo, che dovrebbe avvenire entro la dodicesima settimana, viene spesso disatteso e forse è proprio uno svantaggio sociale che porta ad un uso inappropriato dei nostri servizi».
Nelle donne di altra nazionalità, inoltre - rivela la specialista -  c'è una maggiore incidenza di parti prematuri, di neonati sottopeso e addirittura una più alta mortalità neonatale e postnatale, ma assicura l’impegno costante nel cercare soluzioni uniche per tutte le donne, con occhio attento a quelle straniere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia