10°

Strajè-Stranieri

«Il rais è caduto» Gli egiziani di Parma esultano

«Il rais è caduto» Gli egiziani di Parma esultano
Ricevi gratis le news
0

di Laura Birra

«Il rais è caduto». L'eco  delle dimissioni di Hosni Mubarak, da trent'anni al potere in Egitto, fa arriva anche a Parma. Da piazza Tahrir, teatro delle manifestazioni, arriva al 19 di via Trento, nel negozio di telefonia di Said Shaban. 
Amici e clienti non lo salutano col solito buongiorno, ma gli dicono «Mabrok!» ovvero «Auguri», perché per lui - che nell'Egitto di Mubarak ha vissuto per 22 anni - e per sua madre, suo padre e suo fratello che sono ancora lì, venerdì è stato scritto un pezzo di storia. 
Quella che, si spera, porterà in Egitto la democrazia. 
Da Internet è nata questa svolta storica, che in molti hanno ribattezzato la «rivoluzione del web» e da Internet Said ha saputo che il suo popolo ce l'aveva fatta.
«Ho pianto quando ho letto che Mubarak si era dimesso. Erano lacrime di gioia, di liberazione, lacrime di speranza per un nuovo inizio. Il governo di Mubarak ha favorito solo i ricchi: non c'è assistenza sanitaria gratuita, gli alimenti più semplici, come la carne o il riso, costano troppo e non c'è la possibilità di manifestare il proprio dissenso, perché le forze dell'ordine sono autorizzate a fare quello che vogliono. Non me ne sarei mai andato dal mio Paese se non fossi stato costretto da un governo che non mi offriva nulla. Vivo a Parma da 13 anni, - continua Said - ho una moglie e un figlio qui e siamo cittadini italiani; ma il resto della mia famiglia è in Egitto e non posso che esultare per la mia terra e il suo popolo». 
La gioia di Said traspare dalle parole, dai gesti, dal sorriso con cui risponde a tutti quelli che continuano a dirgli «Mabrok, Said!». 
Racconta le contraddizioni di un Egitto che «è pieno di ricchezze, eppure gran parte del popolo non riesce ad arrivare alla fine del mese. Le violenze, che purtroppo sono sempre più frequenti, nascono dall'esasperazione dei poveri: il Corano dice "Vivi e lascia vivere, mangia e dai da mangiare", perché se sfami il tuo popolo non avrà bisogno di rubare». 
Si festeggia anche a casa di Omaima Megahid, nata e vissuta in Egitto per 25 anni. 
Oggi, che di anni ne ha 51, è sposata, ha due figli ed è cittadina italiana. 
Ma una parte del cuore, oltre che della famiglia, è rimasta nella terra d'origine.
«Dal 25 gennaio (giorno in cui sono iniziati gli scontri, ndr) ho vissuto davanti alla tv - spiega Omaima -. Dormivo poco, perché tutto il tempo libero lo passavo a cercare informazioni sulla situazione in Egitto. Avevo paura per i miei connazionali, perché conosco la durezza delle forze dell'ordine egiziane, ma non smettevo di pregare perché Mubarak si dimettesse e tornasse la tranquillità». 
Venerdì pomeriggio, Omaima guardava il telegiornale con suo marito, quando è arrivata la notizia tanto attesa: «Mubarak si è dimesso». 
«Ho ringraziato Dio - spiega - perché le mie preghiere erano state ascoltate e subito dopo mi sono messa in contatto con i miei parenti. Ma i più vecchi sono preoccupati per il futuro: i cambiamenti non sono mai facili. Mubarak si è dimesso, ma cosa succederà adesso? Siamo sicuri che arriverà la democrazia? Il futuro non potrà mai essere peggiore del passato, ma ci sono tante cose da cambiare, a cominciare dal rispetto per il popolo: quando tornavo in Egitto con il passaporto egiziano, le forze dell'ordine in aeroporto mi trattavano in modo sgarbato, autoritario. Oggi mi trattano con tutti i riguardi possibili, solo perché sul passaporto c'è scritto che sono cittadina italiana. Ma sono la stessa Omaima che 26 anni fa è partita dall'Egitto. Quello che mi auguro è che arrivi davvero la democrazia, che il mio popolo ottenga il rispetto che si merita da parte di chi lo governerà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video