17°

30°

Strajè-Stranieri

Michele Ampollini: "Vi racconto io lo Special One"

Michele Ampollini: "Vi racconto io lo Special One"
0

Chiara Pozzati
Tuona contro gli arbitri, si lamenta del calendario, striglia gli avversari. In Spagna come in Italia. A pochi mesi dal suo arrivo al Real Madrid ha già litigato con il 90% degli allenatori della Liga, Josè Mourinho. In tutta la Spagna (capitale esclusa, ovvio) è «el lloròn», ossia «il piagnucolone».
Se la ride,  Michele Ampollini, autore di un libro satirico dedicato all’allenatore dalla lingua biforcuta: libro che ha avuto un tale successo in Italia da spingere un editore spagnolo a chiedere una versione riveduta e corretta per il mercato iberico.
E così, «Questo libro ha zero tituli» (Sonzogno editore) è diventato in Spagna «Special One». Con battute (irresistibili) vecchie e soprattutto nuove, legate alla Liga e alla rivalità (spaventosa) tra Madrid e Barca.
Ampollini, 30 anni, nocetano che si divide tra Parma, Milano e, soprattutto, Barcellona (per motivi affettivi) è oggi uno dei volti più presenti sui siti spagnoli dedicati al calcio, recensione dopo recensione.  Creativo, autore di libri (da «L'uomo che sussurrava agli arbitri», su Moggi, a «Nel dubbio, ti amo», dedicato al successo di «The Club»),  sceneggiatore di «Camera Cafè» e «Piloti», autore di geniali progetti indipendenti web e video, non poteva certo ignorare il «potenziale» del tecnico, tanto efficace sul campo quanto esplosivo fuori. Gaffe, sparate e perle del tecnico del Real: ecco il mix vincente di «Special One». Oltre ad essere stato accolto con entusiasmo dalla critica spagnola, il volume ha riscosso l’approvazione dei «cyborg-lettori»:  le visualizzazioni sulla pagina di Facebook dedicata al libro hanno superato quota 1700 e le battute rimbalzano da un blog all’altro. D’altronde, come resistere al «Chuck Norris del calcio»? La penna di Ampollini parla chiaro: «Mai mettersi contro l’unico uomo convinto che “Lo chiamavano Trinità” sia un film sulla sua vita».
E se in Italia la satira è l’unica medicina per combattere le banalità che infestano i dibattiti televisivi, «in Spagna non esiste quasi», spiega Ampollini intercettato in uno dei suoi viaggi Parma-Barcellona. E allora che c’è di meglio della punzecchiante, irriverente penna strappa-sorrisi di Ampollini? «Qui in Spagna il calcio è un affare di stato – spiega – e l’arrivo di Mourinho ha reso tutto ancora più estremo».
Tifoso sfegatato del Barça, miscela il suo odio per il tecnico portoghese e le sue velenose boutade con la stima «per le sue abilità tecniche». «Ma vi assicuro che non ha ancora dato il meglio di sé - garantisce l’autore - le perle vere arriveranno a fine stagione». E allora ci sarà da ridere: «La stampa qui è spudoratamente di parte – prosegue l’autore – due giornali sportivi sono sfacciatamente pro Barça e gli altri due pro Real». E dopo il focoso tecnico chi finirà sotto la lente di Ampollini? «Forse Cristiano Ronaldo». E allora di nuovo a leggere, pronti a tenersi la pancia in mano.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

Il fiscalista di Corona: "faceva 130mila euro di nero al mese"

PROCESSO

Il fiscalista di Corona: "Faceva 130mila euro di nero al mese"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Vangelo di don Cocconiora diventa un libro

NOSTRE INIZIATIVE

Il Vangelo di don Cocconi ora diventa un libro

Lealtrenotizie

Ordinanza di riduzione dell’orario di vendita per asporto di bevande alcooliche e superalcooliche, nei confronti dell’esercizio commerciale ubicato in Parma, Via Trento n. 15/E.“

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

3commenti

lega pro

Parma, non far lo stupido stasera - Probabili formazioni

Play-off: alle 20.30 al Tardini arriva il Piacenza per il match di ritorno degli ottavi. Ai crociati basta non perdere

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

CALCIO

Parma-Piacenza: le modifiche alla viabilità. Vietata la vendita di alcolici

9commenti

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

furto

Se i ladri rubano le magliette dedicate a un amico scomparso....

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

2commenti

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

13commenti

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

1commento

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

Traversetolo

Spunta un villaggio neolitico sotto il futuro Conad

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

1commento

polizia

L' "ordinaria" sequenza di furti nei supermercati: denunciati in tre

1commento

motori

Abarth Day, a Varano oltre 5 mila fan dello Scorpione

Fidenza

Bar «Spiga d'oro», due furti in quattro giorni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Italia

Melania Trump fa autografi e selfie con i bambini

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

1commento

SOCIETA'

SEMBRA IERI

Sembra ieri: taglio del nastro per la nuova Curva Nord (1992)

1commento

salute

Morbillo, tre fratellini ricoverati ad Arezzo con loro mamma

7commenti

SPORT

Giro d'Italia

Dumoulin e i problemi intestinali: tappa a bordo strada Video

CESENA

La triatleta Julia Viellehner è morta: donati gli organi

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare