10°

20°

Strajè-Stranieri

Sfrattato con due figli minorenni si incatena davanti al municipio

Sfrattato con due figli minorenni si incatena davanti al municipio
5

Enrico Gotti

Con le catene al collo sembra Zampanò, il maciste del film «La strada» di Fellini. Ma il suo non è un travestimento. Aristir Qarri, 38 anni, di cui 18 in Albania e 20 in Italia, è in piazza Garibaldi per protesta. E' stato sfrattato da casa, un’abitazione privata in via Padre Lino, assieme ai suoi due figli minorenni. Ieri, nel giorno del martedì grasso, lui era sotto al Comune, con le catene attorcigliate al corpo e per terra quello che era riuscito a portare via, racchiuso in una valigia. 
«E' una vergogna - grida Aristir - dovevo entrare tra un mese, il 10 aprile, nell’abitazione d’emergenza del Comune. Ho chiesto solo 30 giorni di tempo, ma il giudice e la padrona di casa non hanno aspettato e ora siamo in strada». Di mestiere fa lo spazzino, lavora di notte, dalle 8 di sera alle 2 di mattina, in una cooperativa sociale: «Sono uno che pulisce tutta la città  e ne sono fiero, ma mi vergogno a stare qui in piazza a dormire».
Anche i figli, di 17 e di 14 anni, non vogliono dormire sulla pietra sotto i portici del Grano. Il più grande ha la media del 9, è tra i più bravi a scuola. 
Poi i colleghi di Aristir riescono a fargli cambiare idea. «La cooperativa Sirio è l’unica che mi aiuta, si sono fatti avanti per ospitarmi a dormire nella loro sede - dice lui - I servizi sociali mi hanno detto che nessuno mi buttava fuori da casa, invece oggi non sono riusciti a convincere polizia e giudice a rimandare lo sfratto. Tutti mi hanno chiuso le porte in faccia».
Doveva abbandonare l’abitazione «non per morosità, ma perché da quattro anni il proprietario di casa mi aveva detto che gli serviva l’appartamento - spiega il giovane, che però doveva ancora saldare alcuni conti dell’affitto -. Ho i soldi in tasca, ero pronto a pagare tutto quello che dovevo. Invece sono arrivati stamattina, alle 10 e mezza. Mio figlio più grande era in mutande. Ci hanno dato dieci minuti di tempo per uscire. Tutti i nostri vestiti sono rimasti là».
Subito dopo Aristir è andato in piazza a protestare, con i cartoni per dormire, su cui ha scritto: «sfratto con due figli». «Ho 15 punti nella graduatoria della casa popolare, la aspetto da tre anni. Voglio una sciarpa per tapparmi la bocca: ho finito tutte le parole» - dice ad un certo punto Aristir, che alle 17.30 dopo una giornata al freddo accetta l’invito della sua cooperativa e va a dormire, con i figli, nella loro sede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • davide

    19 Marzo @ 20.37

    scusa ARISTIR:ma l affitto lo pagavi????

    Rispondi

    • aristir qarri

      22 Marzo @ 12.31

      ASCOLTA MATEO se non pagavo non mi incatenavo gracie...

      Rispondi

  • robadamat

    15 Marzo @ 10.43

    Mi piacerebbe sapere la versione del proprietario. Non è sicuramente la stessa. I giudici son sempre contro i locatori e ci vogliono circa 2 anni prima di mandare fuori qualcuno anche se non ha mai pagato. Ci deve pensare il comune

    Rispondi

  • katiatorri

    13 Marzo @ 18.58

    in Italia i diritti ce li ha solo chi può pagarseli,gli altri hanno solo il dovere di subire senza disturbare i primi....comunque,se vuole,può venire allo sportello per il diritto alla casa ogni marted' dalle 18,30 alla casa cantoniera di via Mantova,per noi le persone valgono indipendentemente dai soldi che hanno

    Rispondi

  • aristir qarri

    12 Marzo @ 14.54

    Sono la persona che ha protestato ed e ancora un a vergogna nessuno deve credere che in italia ci sono dei diritti sopratutto noi emigrati,ripeto ancora che e una vergogna.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Addio a Valenti, lo sportivo

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

1commento

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

Parma

Maltempo: allerta della protezione civile fino alle 18

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

MUSICA

"Canzone per curare le piante": il nuovo singolo dei ManìnBlù Video

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

1commento

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

lettere 

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

8commenti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

7commenti

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

maltempo

Torna la neve in Lombardia Video

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport