-4°

Strajè-Stranieri

Lavanda dei piedi Per la prima volta anche otto stranieri

Lavanda dei piedi Per la prima volta anche otto stranieri
0

 Otto stranieri e quattro italiani. Per la prima volta, in Cattedrale, il rito della lavanda dei piedi del giovedì santo viene simbolicamente aperto a tutti i popoli del mondo. 

Tra i dodici «apostoli» ci sono africani, asiatici e italiani seguiti dalla Caritas. Nessuno di loro fa parte dei profughi ospitati in Seminario Maggiore, ma il significato del gesto non cambia: la carità non ha lingue e non guarda il colore della pelle. 
Il messaggio lanciato dal vescovo Enrico Solmi durante la messa dell’ultima cena ricalca in parte quello dei giorni scorsi sui profughi. L’invito a non voltarsi «da un’altra parte» stavolta però è implicito. Monsignor Solmi, partendo dalla seconda lettura in cui San Paolo parla alla comunità di Corinto, centra l’attenzione sulla necessità di vivere e comprendere pienamente il significato dell’eucaristia, impegnandosi in una più equa distribuzione delle risorse e un aiuto concreto ai bisognosi. 
«San Paolo dice che non può stare assieme una comunità divisa, sazia e che non guarda ai poveri»,  rimarca il vescovo. «Nell’ultima cena Gesù dice che il suo corpo e il suo sangue sono per la salvezza di tutti. E’ contraddire Cristo morto in croce e buttare miscredito nella chiesa, dice San Paolo, il non vivere correttamente il dono dell’eucarestia». Anche il gesto della lavanda dei piedi, definito dal vescovo «stravolgente», ci rivela l’amore e l’umiltà da riservare alle altre persone.
 «Gesù si mette a lavare i piedi degli apostoli – sottolinea monsignor Solmi – per rivelarci pienamente chi è Dio, ossia colui che in Cristo si inchina e che fa quello che un altro uomo non può fare per te». 
La lavanda dei piedi «è un atto di liberazione  -  continua Solmi - L’onnipotenza di Dio sta nelle mani di Cristo che lavano e asciugano i piedi di queste persone, che da lì a poco scapperanno lasciando solo Gesù e che solo con l’aiuto dello Spirito Santo annunceranno il vangelo nel mondo». Importante quindi ripetere questi gesti, raccogliendo «il frutto – prosegue  il presule – della morte e risurrezione di Cristo, attraverso cui abbiamo un pane ed un vino che diventano il corpo e il sangue del Signore. Offrire questo è la più grande cosa che la Chiesa può fare. E’ la prima necessaria e indispensabile carità». 
Tutto questo deve però essere unito alla «piena salvezza dell’uomo, - precisa - che nasce dal sangue di Cristo versato sulla croce e dalle mani degli uomini di buona volontà, che ancora lavano e si lasciano lavare i piedi».
 La salvezza nasce da atti concreti. «Da quell’infinità di cose (offrire un pranzo caldo, una doccia, un posto in cui dormire) – conclude il presule – di cui tutti hanno bisogno, che tanti chiedono e desiderano offrire come la frazione di quell’unico pane che è la carità di Dio».
La celebrazione, anticipata dalla messa del Crisma del mattino, ha aperto il triduo pasquale, ossia l’insieme delle funzioni che chiudono la settimana santa. La Caritas infine chiede ai parmigiani che ne hanno la possibilità, di donare i dolci tipici di questo periodo per la mensa di via Turchi, che rimarrà aperta sia per Pasqua che per il lunedì dell’Angelo.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

2commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

1commento

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta