Strajè-Stranieri

Lavanda dei piedi Per la prima volta anche otto stranieri

Lavanda dei piedi Per la prima volta anche otto stranieri
0

 Otto stranieri e quattro italiani. Per la prima volta, in Cattedrale, il rito della lavanda dei piedi del giovedì santo viene simbolicamente aperto a tutti i popoli del mondo. 

Tra i dodici «apostoli» ci sono africani, asiatici e italiani seguiti dalla Caritas. Nessuno di loro fa parte dei profughi ospitati in Seminario Maggiore, ma il significato del gesto non cambia: la carità non ha lingue e non guarda il colore della pelle. 
Il messaggio lanciato dal vescovo Enrico Solmi durante la messa dell’ultima cena ricalca in parte quello dei giorni scorsi sui profughi. L’invito a non voltarsi «da un’altra parte» stavolta però è implicito. Monsignor Solmi, partendo dalla seconda lettura in cui San Paolo parla alla comunità di Corinto, centra l’attenzione sulla necessità di vivere e comprendere pienamente il significato dell’eucaristia, impegnandosi in una più equa distribuzione delle risorse e un aiuto concreto ai bisognosi. 
«San Paolo dice che non può stare assieme una comunità divisa, sazia e che non guarda ai poveri»,  rimarca il vescovo. «Nell’ultima cena Gesù dice che il suo corpo e il suo sangue sono per la salvezza di tutti. E’ contraddire Cristo morto in croce e buttare miscredito nella chiesa, dice San Paolo, il non vivere correttamente il dono dell’eucarestia». Anche il gesto della lavanda dei piedi, definito dal vescovo «stravolgente», ci rivela l’amore e l’umiltà da riservare alle altre persone.
 «Gesù si mette a lavare i piedi degli apostoli – sottolinea monsignor Solmi – per rivelarci pienamente chi è Dio, ossia colui che in Cristo si inchina e che fa quello che un altro uomo non può fare per te». 
La lavanda dei piedi «è un atto di liberazione  -  continua Solmi - L’onnipotenza di Dio sta nelle mani di Cristo che lavano e asciugano i piedi di queste persone, che da lì a poco scapperanno lasciando solo Gesù e che solo con l’aiuto dello Spirito Santo annunceranno il vangelo nel mondo». Importante quindi ripetere questi gesti, raccogliendo «il frutto – prosegue  il presule – della morte e risurrezione di Cristo, attraverso cui abbiamo un pane ed un vino che diventano il corpo e il sangue del Signore. Offrire questo è la più grande cosa che la Chiesa può fare. E’ la prima necessaria e indispensabile carità». 
Tutto questo deve però essere unito alla «piena salvezza dell’uomo, - precisa - che nasce dal sangue di Cristo versato sulla croce e dalle mani degli uomini di buona volontà, che ancora lavano e si lasciano lavare i piedi».
 La salvezza nasce da atti concreti. «Da quell’infinità di cose (offrire un pranzo caldo, una doccia, un posto in cui dormire) – conclude il presule – di cui tutti hanno bisogno, che tanti chiedono e desiderano offrire come la frazione di quell’unico pane che è la carità di Dio».
La celebrazione, anticipata dalla messa del Crisma del mattino, ha aperto il triduo pasquale, ossia l’insieme delle funzioni che chiudono la settimana santa. La Caritas infine chiede ai parmigiani che ne hanno la possibilità, di donare i dolci tipici di questo periodo per la mensa di via Turchi, che rimarrà aperta sia per Pasqua che per il lunedì dell’Angelo.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'eredità

televisione

Gabriele arriva in finale a L'eredità

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

1commento

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

15commenti

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

1commento

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)