Strajè-Stranieri

Sette giorni di marcia e la paura di non farcela

Sette giorni di marcia e la paura di non farcela
0

Alessia De Rosa
Di notte viaggiano e di giorno si nascondono. Come bagaglio, solo una borsa con dentro dell’acqua, un po' di cibo e la fotografia dei propri figli; perché quando iniziano a cadere le unghie dei piedi e il corpo è pieno di lividi e tanto magro da non riconoscersi allo specchio, quella fotografia è l’unico sostegno per andare avanti. Sono migliaia le badanti che ogni anno arrivano dall’Europa dell’Est per cercare fortuna in Italia. Per loro la fortuna vuol dire dieci ore di lavoro, spesso sottopagate, con una vita lontano dalla propria famiglia. Molte di queste arrivano clandestinamente e affrontando un viaggio duro e costoso. Duemila euro è quanto ha pagato Alina, badante moldava di quarant'anni che dal 2005 vive a Parma. Il percorso delle moldave per raggiungere l’Italia è quasi sempre lo stesso: si parte dal proprio Paese con un visto turistico per arrivare in Ungheria; qui le cose si fanno più complicate. C'è chi procede per un pezzo di strada a piedi e poi prosegue in autobus, in macchina o nascosto in treno, chi invece, come Alina, percorre tutto il viaggio con la sola forza dei piedi. «Non dimenticherò mai quei giorni - racconta -; la stanchezza nelle gambe, i dolori in tutto il corpo, la paura di non farcela». L'odissea di Alina inizia una sera di ottobre di sei anni fa, con lei un gruppo di quindici persone. Sette giorni di marcia. Il suo «biglietto» per l’Italia Alina l’ha pagato con un prestito chiesto ad un’amica, a costare sono state soprattutto le bugie che le hanno rifilato le «guide»: «Mi dicevano che i soldi servivano per cibo, vestiti nuovi e alberghi in cui dormire durante il viaggio». E invece Alina e i suoi compagni di sventura hanno camminato per una settimana con gli stessi stracci e dormito accampati tra le montagne. «Dopo pochi giorni abbiamo finito l’acqua e il cibo - continua -. Ricordo la fame e la sete a cui riuscivamo a placare bevendo nelle pozzanghere lungo il tragitto». Arrivati in Italia, a Venezia, il gruppo di sventurati ha poi raggiunto la stazione: «Lì abbiamo preso il treno per arrivare a Parma. La gente ci guardava malissimo, eravamo sporchi e sfiniti da un viaggio lungo e difficile; non ci lavavamo da una settimana e le persone si allontanavano infastidite». La storia di Alina è uguale a quella di tante altre iniziate in maniera tragica ma finite bene. Adesso Alina lavora a Parma, ha il permesso di soggiorno e riesce a tornare in Moldavia una volta all’anno per vedere i figli crescere: «Se non ci fossero stati loro - dice - tutto questa sofferenza non avrebbe avuto nessun senso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

Comune

Bilancio: tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

REGALI DI NATALE 2016

Scopri il regalo giusto per il tuo lui

Calciomercato

Il Parma voleva Castagnetti. Ma era legato a Vagnati

Il mancato arrivo in casa crociata del direttore sportivo della Spal si collega anche a un retroscena di mercato.

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti