21°

Strajè-Stranieri

"Il Centro islamico vuole rimanere in via Campanini"

3

 Andrea Del Bue

Il Centro Islamico vuole rimanere in via Campanini. E’ stato ribadito durante la «sesta giornata dell’ospitalità», promossa da Comunità Islamica, associazione «Il Borgo» e Comune, sul tema «Il lavoro: strumento di realizzazione della persona e di sviluppo della società», tenutasi nel Centro Islamico cittadino. La presenza di Luca Magnani, in rappresentanza dell’Upi, di Federico Ghillani, segretario provinciale della Cisl, e dell’ex assessore comunale al Patrimonio Immobiliare, Giuseppe Pellacini, vale da benestare. Quest’ultimo esplicita il messaggio: «La Moschea qui è e qui rimane: la libertà di culto è un principio non negoziabile. Questo è un luogo di integrazione, come lo sarà il nuovo Tavolo Immigrazione recentemente inaugurato».
Il tema della serata, presentata da Farid Mansouri, presidente del Centro Islamico, però, è un altro: situazione e prospettive del rapporto tra immigrati e lavoro nel nostro territorio. Di stampo prettamente religioso l’intervento dell’Imam, Imad Moussolit: «Un uomo può conquistare la salvezza non solo per grazia divina, ma anche attraverso le opere buone - spiega -; il lavoro è una di queste, quindi rappresenta un mezzo per avvicinarsi a Dio».
Il mondo dell’impresa è rappresentato da Magnani, il quale si limita a riportare alcuni numeri molto significativi. A Parma e provincia (dati al 1° gennaio 2011) gli immigrati sono 55 mila e rappresentano il 12,5% della popolazione complessiva (solo il 3,7% nel 2001). Sono in maggioranza donne (51,4%). La comunità moldava è la più numerosa: insieme a quella albanese e a quella rumena forma il 34,4% degli immigrati. Seguono marocchini e tunisini. Vivono soprattutto in città, ma contribuiscono anche allo svecchiamento e al ripopolamento della nostra montagna. In media guadagnano 965 euro netti al mese, con un contratto a tempo determinato. 
«Il mio pensiero è lo stesso del presidente dell’Upi, Giovanni Borri - conclude Magnani -: l’immigrato è una componente fondamentale per le nostre industrie, nell’ottica di un ricambio di forza lavoro di non facile reperibilità». Ghillani prova a tracciare la via per risalire la china dei mercati dopo la crisi: «Ridurre le distanze tra scuola e mondo del lavoro - sottolinea -, rivalutare il lavoro manuale, sviluppare socialità e lavoro di squadra e regolare la flessibilità». Infine, spazio ai saluti di Eugenio Caggiati, presidente de «Il Borgo» e all’intervento di Mario Gelati. Quest’ultimo, fondatore della Comaco, azienda di progettazione di macchine per l’industria alimentare, lancia un’idea su cui sta lavorando: «Aboliamo la cassa integrazione e facciamo in modo che un disoccupato possa produrre reddito, creando dei centri di formazione e lavoro riciclando l’esperienza delle comunità per recupero di tossicodipendenti». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    04 Luglio @ 12.52

    Niente moschee e centri culturali islamici in Italia. Sono tutti fuori-legge- Leggetevi la Costituzione e precisamente l'art. 8. PER INTERO, NON SOLO LA PRIMA PARTE- art. 8. "Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto NON CONTRASTINO CON L'ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze." Gli "statuti" islamici, cioè le leggi religiose islamiche, sono contrari al nostro ordinamento giuridico, in più i musulmani non hanno mai sottoscritto alcuna intesa che limiti le loro leggi religiose, le uniche alle quali si considerano sottomessi. Ne consegue che tutti i musulmani dovrebbero essere allontanati dal territorio nazionale e rispediti in paesi islamici. Per i cittadini italiani e non, valgono, sul nostro territorio, sia le leggi italiane, quindi la nostra Costituzione per prima, sia quelle che lo Stato italiano ha sottoscritto, cioè la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, nella quale, tra l'altro si legge. 2° art. "Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna per ragioni di razza, di colore, di SESSO, di lingua, di RELIGIONE, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. (Distinzioni e discriminazioni in base al sesso e alla religione sono contemplate dall'islam) 2. NESSUNA DISTINZIONE sarà inoltre stabilita SULLA BASE dello STATUTO POLITICO, GIURIDICO (leggi shari'a) o internazionale DEL PAESE odel territorio CUI UNA PERSONA APPARTIENE, SIA che tale territorio SIA INDIPENDENTE, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità." Ne consegue che L'ISLAM E' ILLEGALE sia per i cittadini italiani che per coloro che non hanno ancora ottenuto la cittadinanza. Tutto il resto sono chiacchiere.

    Rispondi

  • marina

    04 Luglio @ 08.07

    certo che pellacini, a neanche ua settimana dalle dimissioni viste le "irregolarità" dei suoi amici di giunta, si rende ora paladino di una irregolarità decretata da tutti i gradi di giudizio!! qui non si parla di libertà di culto (che nessuno nega) ma di rispetto delle leggi da parte di tutti!! quando un'amministrazione compie illegittimità di ogni genere per giustificare la violazione delle leggi, c'è veramente da proeccuparsi: ieri la moschea, oggi (forse) l'inceneritore per non parlare di appalti vari, domani cosa?

    Rispondi

  • parmense doc

    03 Luglio @ 18.16

    la libertà di culto è innegabile..--.IN ITALIA...a casa loro no....e guai a chiederlo altrimenti si passa per razzisti, xenofobi, ext ext

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cuoco perfetto, chiuse le iscrizioni

tg parma

"Cuoco perfetto", boom di richieste: chiuse in anticipo le iscrizioni Video

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

11commenti

musica

L'inaugurazione del Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

3commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Formaggio

La grana del grana

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

2commenti

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

9commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

sport

Alberto Scotti presidente nazionale dei Veterani dello sport

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% della donne in età fertile

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

4commenti

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

tv parma

La ricetta di D'Aversa "Dobbiamo metterci più cattiveria" Video

Formula 1

Ferrari in prima fila, ma la pole è di Hamilton

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»