-2°

Strajè-Stranieri

Meno 40 - L'amore tormentato di Jessica Busi diventa un romanzo. Esordio a Pessola di Varsi

Meno 40 - L'amore tormentato di Jessica Busi diventa un romanzo. Esordio a Pessola di Varsi
0

di Andrea Violi

Jessica vive in Francia ma porta sempre nel cuore Pessola. Ogni estate Jessica torna da Vichy nella piccola frazione di Varsi, luogo legato alla sua infanzia e ai suoi affetti più cari.
Così Jessica, 26enne a pieno titolo nella “famiglia” degli strajè, ha scelto Pessola per presentare il suo romanzo d'esordio. «A chi farà il primo passo» (La Riflessione): è la storia di un amore tormentato ma tutto sommato a lieto fine.

Jessica Busi si racconta, nel romanzo (autobiografico) e in questa intervista a Gazzettadiparma.it.
«Sono nata a Parma, ho vissuto a Solignano fino ai 5 anni, poi mia madre ci ha portati in Francia - spiega la Busi -. Vivo a Vichy, nella Francia centrale. Ho due sorelle e un fratello: Eleonora di 29 anni, Tiziano di 26 e Jada, 6 anni. Lavoro come consulente in protezione sociale: aiuto le ditte a proteggersi da eventuali problemi e a preparare le pensioni in modo adeguato. Mia madre, Isabelle Bassini, è originaria di Boccolo di Bardi. Ha sposato un sardo e viviamo all'italiana: parliamo italiano in famiglia, tifiamo Italia ai Mondiali, mangiamo piatti italiani...  Cannelloni, lasagne, vitel tonné, pasta di ogni genere, tortelli, gnocchi...».  

Da Pessola veniva il padre di Jessica, Bruno: la morte glielo ha strappato via quando lei aveva 12 anni. «I miei genitori si erano separati, ma noi andavamo a Pessola tre volte all'anno per le vacanze - spiega la ragazza -. Lì la gente sa essere ancora solidale. Dopo la morte di mio padre si è creata una catena attorno a me e mia sorella. Una catena di aiuto. Una catena di solidarietà. A Pessola ho tantissimi amici».
A loro il 3 settembre, nel villaggio turistico Il Falco,  Jessica presenterà il suo romanzo, scritto con l'aiuto di Roberto Tamborlani, musicista di San Secondo e amico dell'autrice: l'ha aiutata sul piano della stesura («Il suo aiuto è stato determinante», secondo la neo-scrittrice).

Questa è la trama. I protagonisti si chiamano Jessica e Florian. Lei s'innamora di un ragazzo più giovane. La storia è tormentata: i due devono affrontare i pregiudizi e le malelingue («Inizialmente si nascondono: la vita è così»), poi si allontanano di migliaia di chilometri e tutto sembra finito... Lui non vuole impegnarsi troppo, non sa cosa vuole e deve partire per studi all'estero. Ma quando teme di aver perso quella ragazza, scopre di amarla davvero. Alla fine il sentimento trionfa: la coppia non scoppia e... vissero felici e contenti. Almeno si spera. «Mi piace credere nell'amore, anche se forse è un po' un'utopia», nota l'autrice.

Da dove nasce la passione per la scrittura? «Ho iniziato a scrivere dopo la morte di mio padre - rivela Jessica -. Era un modo per esternare le mie emozioni. Scrivevo novelle e poesie e ho vinto tre concorsi a tema. Ora ho scritto questo libro autobiografico: parla della relazione con il mio ragazzo». A un certo punto, la protagonista si trasferisce sulle isole Réunion, nell'Oceano indiano, al largo del Madagascar. Anche questo è accaduto veramente: «Sono partita nel febbraio 2009 - spiega Jessica -. Dovevo sposarmi con un ragazzo che mi ha mollata cinque giorni prima. Volevo cambiare vita e sono andata via, lasciando il lavoro e tutto il resto, ma sono tornata un mese dopo! Avrei avuto il lavoro a Réunion, ma non sono riuscita ad ambientarmi... Comunque sono errori che si fanno da giovani, quando i sentimenti prendono il sopravvento sulla ragione».

Perché ha voluto trasformare le sue vicende personali in un romanzo? «Prima di tutto l'ho fatto per me stessa. L'ho scritta anche per lui: abbiamo una gran bella storia! Per due anni ci siamo visti solo ogni 15 giorni: è dura per una coppia. Inoltre, il romanzo può diventare un incoraggiamento per chi viva situazioni simili alla mia».
Jessica Busi porterà «A chi farà il primo passo» a Pessola e il giorno dopo, il 4 settembre, dovrebbe esserci un'altra presentazione a Varsi, nella sala civica.
L'autrice è soddisfatta dell'opera di esordio: «La ragazza non perde le speranze, mentre lui fa di tutto per fargliele perdere... Poi lui si rende conto che faceva finta: alla fine scopre di essere innamorato. Nel libro si ritrovano tutte le emozioni di una storia normale: dubbi, indifferenza, amore, problemi... ma anche il lieto fine. Perché questa storia finisce bene. O forse... non finisce affatto!».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

2commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

2commenti

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

5commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

1commento

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

11commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Reggio Emilia

Giovane bastonato e preso a frustate: in manette un 55enne e due figli

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Parma Calcio

Trasferta, Saporetti ci sarà. D'Aversa: "Nessun alibi anche nelle difficoltà"

CULTURA 

Archeologia

Restaurati 50mila metri quadrati di città a Pompei

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco