22°

32°

Strajè-Stranieri

Tragica partita, Cissé non ce l'ha fatta

Tragica partita, Cissé non ce l'ha fatta
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli
Non ce l’ha fatta il giovane Cissé. Alle 8.30 di ieri mattina, il ragazzino ivoriano, che pochi giorni fa era stato colpito da un malore mentre giocava a pallone con alcuni amici, in un campetto sportivo di via Montanara, se n’è andato.
 Era arrivato in coma all’ospedale Maggiore, martedì, ed era stato inizialmente ricoverato in Rianimazione. Il giorno seguente i medici lo avevano trasferito nel reparto di Terapia intensiva della Cardiochirurgia: le sue condizioni si erano leggermente stabilizzate, pur rimanendo molto gravi. Nella prima mattinata di ieri, poi, il tragico epilogo, quello al quale nessuno voleva credere: la causa della morte, specificano dall’ospedale, è stato un arresto cardiocircolatorio.
Avrebbe compiuto dodici anni fra pochi mesi (non quindici come avevamo inizialmente comunicato, ndr), Cissé. Tutti lo chiamavano così, ma il suo vero nome era Eric Didier Sahin. Era nato in Costa d’Avorio, aveva la residenza a Parma ma viveva in Francia, per la precisione a Nantes, dove andava a scuola: un ragazzino sveglio e vivace come tanti, che non aveva mai avuto problemi di salute fino a quel momento. «Aveva sempre giocato a calcio, fatto sport senza problemi. Non aveva mai avuto disturbi di alcun tipo. Non riusciamo a capire come possa essere accaduta una cosa simile», spiega con un filo di voce il papà Christian, poche ore dopo aver appreso la terribile notizia. Intorno a lui decine di famigliari, urla e disperazione per una vita spezzata senza motivo, in un caldo pomeriggio di inizio luglio. Il ragazzo era arrivato a Parma da pochi giorni, quando con un cugino ed altri amici del quartiere Montanara, martedì, aveva deciso di fare quello che la maggior parte dei bambini della sua età fa per passare il tempo: giocare a calcio. Quella partita mai finita il piccolo l’aveva abbandonata a pochi minuti dalla ripresa per dare il via a una sfida molto più impegnativa, quella che per oltre quarantotto ore l’ha visto combattere come un piccolo eroe, ma che alla fine non è riuscito a vincere.
Martedì, dopo aver disputato il primo tempo della partita - in campo si fronteggiavano due formazioni composte da alcuni ragazzini del quartiere e amici residenti in altre zone della città - Cissé aveva cominciato senza problemi il secondo tempo. Solo qualche minuto dopo, però, i compagni l’avevano visto cadere a terra: in un primo momento avevano pensato a un infortunio, perché il ragazzo era ancora cosciente e, tenendosi stretto il polso, si lamentava. Ma solo pochi secondi dopo, il giovane aveva perso i sensi e, da allora, non si era più ripreso.
Purtroppo non era servito il provvidenziale intervento dei compagni di gioco che, dopo aver chiamato il 118 con il cellulare, prima ancora di avvisare i genitori, avevano seguito le istruzioni degli operatori e lo avevano trasportato all’ombra sollevandogli le gambe. In una manciata di minuti sul posto erano arrivati anche i sanitari che avevano tentato di rianimarlo, ma senza successo. Poi la corsa disperata in ospedale con l’ambulanza.
Ieri mattina, dopo aver lottato per due giorni e mezzo, il piccolo ivoriano ha terminato la sua partita contro un destino spietato. Il giovane Cissé, oltre al papà, lascia la mamma e due bellissime sorelline di uno e due anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti