-2°

Strajè-Stranieri

Una pesca nel canale per sfamarsi con le carpe

Una pesca nel canale per sfamarsi con le carpe
0

 Andrea Del Bue

Al pomeriggio, fino al tramonto, percorrendo il tratto cittadino di via Martiri della Liberazione, è facile trovare alcuni pescatori alle prese con la cattura dei pesci presenti nel canale che costeggia la strada, qualche metro dopo il passaggio a livello ferroviario, in direzione Vicofertile. C'è poca acqua, sicuramente non cristallina, e il traffico è continuo; eppure c'è sempre qualcuno armato di canna a mulinello e retino. 
Uno pensa: sarà un passatempo. Invece, poi, scopri che si tratta di signori provenienti dall’est Europa che si trovano lì per sfamarsi. Cioè, non rilasciano i pesci che abboccano, ma li portano a casa per cucinarli: ci vogliono stomaci forti, s'intende. Si tratta di persone soprattutto di origine albanese, bosniaca o macedone. 
Dalla Macedonia è arrivato, nel 1994, Dede Stevkoski, 65 anni; lui, disoccupato, residente con moglie e figlio al campo nomadi di Strada del Cornocchio, è il più assiduo, qualsiasi siano le condizioni atmosferiche. Mostra la sua licenza di pesca; alla voce Stato c'è ancora indicato «Jugoslavia». «Vengo spesso qui - spiega in un italiano stentato, reso ancor più difficile da comprendere dall’immancabile sigaretta costantemente tra le labbra -, con ogni condizione di tempo. Spero che oggi ci siano tanti pesci, visto che è piovuto molto negli ultimi giorni». La portata d’acqua del canale, in effetti, è più alta del solito. Mentre parliamo, abbocca un pesce, piccolissimo: «Questi li ributto, non mi interessano». Gli obiettivi sono altri: «Aspetto le carpe, buonissime. Mi è capitato anche di prendere qualche siluro o pesce gatto, ma sono piccoli». Il pesce gatto qualcuno lo mangia; ma siluro e carpe è raro che finiscano in un piatto: carne troppo grassa. «Quello che mi piace - ci sorprende - è proprio il grasso della carpa». Gli chiediamo di descriverci la ricetta; lo fa con piacere e sembra quasi commuoversi: «Pulisco bene il pesce, lo metto su una piastra e lo griglio lentamente girandolo una volta sola; poi un filo d’olio, qualche erba (l'ingrediente segreto? ndr) e il gioco è fatto: buonissima». Nessun dubbio sulla qualità del pesce? «No - risponde -. Faccio come col vino, lo bevo e basta, senza vedere da dove arriva. E poi, insomma, non posso permettermi le sigarette (fuma tabacco sfuso, rigorosamente senza filtro, ndr), figurarsi il pesce». Poi inizia a parlare del lavoro che non c'è, del fatto che si accontenterebbe di poco; nel frattempo, si dirige quotidianamente in via Volturno, in bicicletta, con pane e begatini nello zaino. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017