10°

18°

Strajè-Stranieri

Alessandro, forlivese in Norvegia: "Sembra che il tempo si sia fermato"

Alessandro, forlivese in Norvegia: "Sembra che il tempo si sia fermato"
0

«La situazione è triste, sembra che il tempo si sia fermato. La sera viene sempre fatta la messa in centro e tante persone si raccolgono per accendere candele o portare fiori». Alessandro Di Zillo, 26enne forlivese, vive a Oslo, a 15 minuti dal luogo in cui è esplosa l’autobomba il 22 luglio e racconta il suo dopo-attentato, visto anche attraverso lo schermo del suo cellulare.

Il fatidico venerdì degli attacchi a Utøya, la prima cosa che ha fatto Alessandro quando ha capito cosa è successo è stata chiamare la sua ragazza: «L’esplosione era stata nel quartiere dei ministri, dove lavora sua madre». La donna ora è costretta a lavorare da casa, come altri impiegati della zona, ma le è andata bene: era uscita dall’ufficio trenta minuti prima.
La madre della fidanzata di Alessandro non è l’unica ad essersi trovata la vita stravolta dai postumi della tragedia, anzi. «Nel quartiere ora tutto sembra distrutto a causa dei vetri sparsi ovunque, anche se i soccorsi sono arrivati in meno di 30 minuti, squadre di polizia e militari erano già sul posto a pulire e isolare la zona». E le distanze fra i cittadini si accorciano, se è vero che persino «il primo ministro è molto segnato. Aveva molti amici Utøya che sono morti».

«Ora in Norvegia c'è sempre il sole, la notte non cala mai del tutto - continua Alessandro - quindi è anche facile trovare intere famiglie che vanno in centro solo per la messa di mezzanotte».
È un lutto che si estende fino a coprire con un velo tutte le attività della vita quotidiana, come se Oslo fosse un’anziana vedova.
Ma Alessandro è giovane, ha 26 anni, ama uscire ogni tanto. Forse vorrebbe solo ricominciare a vivere normalmente, «solo che le discoteche più popolari sono nella zona dove è esplosa la bomba e l'accesso è chiuso, mentre le altre sono quasi vuote. Ovviamente manca la voglia di divertirsi dopo quello che è successo. Ma volendo, non c’è lo spazio per farlo».

Il dopo-attentato a Oslo è all’insegna del silenzio non solo a causa della chiusura dei locali. «È difficile da spiegare: prima c’erano volte in cui sembrava di vivere in una giungla, qua, ma in questi giorni la città è silenziosa e piena di gente raccolta assieme per stare vicino a chi non c'è più». E sono tanti, non si sa ancora quanti: «Vengono pubblicate nuove foto delle vittime ogni giorno, tutti ragazzi tra i 18 e i 20 anni. Ogni tanto vengono trovate persone sia morte che vive nelle macerie, altri non sono stati ancora trovati e sono dati per dispersi in mare».

Alessandro ha provato a darsi delle risposte, a capire come mai la città fa così tanta fatica a rialzarsi, oggi. «Era dalla Seconda guerra mondiale che Oslo non veniva attaccata e quindi ne risente molto. Quando succedono questi fatti l'ottimismo va a farsi friggere, cerchiamo di fare progressi ogni anno ma quando succedono questi eventi regrediamo in una maniera tale da chiederci dove viviamo veramente e perché ci facciamo del male; la politica e la religione dovrebbero essere delle cose che aiutano l'uomo ad avanzare verso un sistema migliore, non dei pretesti per distruggerci a vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery