16°

Strajè-Stranieri

I parmigiani attendono Irene

I parmigiani attendono Irene
0

 Monica Tiezzi

Prudenti, consapevoli dei potenziali rischi e pericoli, ma anche ironici e scanzonati. Così i parmigiani che vivono a New York (una piccola comunità all'interno della grande comunità degli italiani nella Grande Mela, due milioni e 700 mila residenti) hanno vissuto   la vigilia dell'arrivo dell'uragano Irene. 
Gianfranco Capitelli, da Borgotaro, direttore del famoso ristorante «Friars Club», ieri ha atteso l'uragano nella sua casa di Syosset, a Long Island, assieme alla moglie Franca e a  quattro  nipotini. «La gente ha preso sul serio l'allarme, mai vista una cosa simile»,  dice  di ritorno da uno shopping poco fortunato: «Non ho trovato le pile, non mi sono potuto prendere un caffè perchè il bar era chiuso, non si trova più acqua in bottiglia». E cibo? «Ehi, siamo parmigiani, quello non manca mai: in casa ne abbiamo sempre    per due settimane», risponde Frank ridendo. Preoccupati? «No, credo che questo panico sia eccessivo».
«La città è divisa in due: la punta sud di Manhattan, quella più a rischio e ad obbligo di evacuazione, è deserta, con gli operai di ground zero che stanno assicurando i ponteggi contro il vento. La parte nord invece è ancora viva, anche se molti negozi hanno chiuso e messo sacchetti di sabbia, e, cosa rara, cinema e teatri hanno sprangato. Piove, ma fa abbastanza caldo». Reportage da professionista quello di Giampaolo Pioli da Pontetaro, a NY dal 1985, corrispondente di Quotidiano Nazionale, che ieri stava  girando la città per  un pezzo per l'Italia. «Come mi sono preparato? Ho riempito la vasca da bagno di acqua, e ieri sono andato nella nostra casa al mare agli Hamptons per inchiodare assi di legno alle finestre. In città mi sento abbastanza sicuro: abito con la famiglia nell'Upper East Side,  al 25esimo piano di un grattacielo, non temo l'inondazione. Il rischio maggiore è il black out.  Ma, dopo Kathrina, le autorità non hanno preso nulla sottogamba e mi sembrano tutti preparati: ospedali, pompieri, polizia».
«C'è una strana atmosfera, fomentata soprattutto dai   media. Sono appena tornato dal supermarket dove i prezzi sono schizzati alle stelle. Come al solito, tutto in America si traduce in business». Lo dice ridendo   Francesco Superchi, 33 anni,  da quattro   a NY dove lavora nella società «Italian Quality Standard». «Cosa farò stasera? Di certo non uscirò, non è prudente. Seratina nella mia casa nel cuore di  Brooklyn, sperando che tutto passi presto». 
Chi invece ha deciso di non arrendersi alla psicosi - e anzi di riderci su - è Francesco Pansardi, da via Repubblica,  43 anni, nella Grande Mela da 14 dove  ha la società di  consulenza e investimenti Global Relations Advisory: «Sono stato invitato ad un ‘hurricane party’ a casa di un amico, non mancherò», dice. «Ho l'impressione che ci sia  troppo allarmismo - continua Pansardi -  Lavoro anche con la Mediterranean Shipping Company e le navi ci hanno aggiornato sulla forza dei venti, che si è ridotta del 50%. Arriveranno sulla città a non più di 60 chilometri orari». Come è andata la giornata di oggi? «Sono regolarmente al lavoro a Midtown, tornerò nel mio quartiere, Upper East Side, in taxi visto che i mezzi pubblici non funzionano più». Viveri? «Ho fatto una spesa normale. Torce e pile? Non sono sicuro di averle in casa.  Basterà qualche candela».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

7commenti

bologna

Aemilia, via al processo d'appello. Bernini non è in aula

1commento

elezioni 2017

Pellacini si ritira dalla corsa a sindaco: "Sosterrò Scarpa"

2commenti

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

1commento

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

sorbolo

Danni alla parete del nuovo edificio: il sindaco sequestra i palloni

1commento

lega pro

D'Aversa carica il Parma: "Giocherà chi sta meglio" Video

wopa

I candidati sindaci "interrogati" dagli studenti Foto

ordinanza

Niente alcol in lattine o bottiglie durante lo Street Food Festival

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

3commenti

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

1commento

gazzareporter

Quando il buongiorno è uno spettacolo: l'arcobaleno "in posa" Foto

Inviate anche le vostre foto

LEGA PRO

Parma, adesso si cambia

Noceto

L'appello: «Salviamo l'oratorio di San Lazzaro»

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

PARMA

Bocconi avvelenati: caccia ai killer dei cani

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

Suvereto

Lupo ucciso e scuoiato appeso a un cartello in strada

terremoto

Le Marche tornano a tremare: tre scosse in mezz'ora

SOCIETA'

nepal

Himalaya, intrappolato in un burrone, trovato vivo dopo 47 giorni

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

SPORT

Ciclismo

Michele Scarponi, murales sulle strade del Giro

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

MOTORI

MOTO

500 Miles: da Parma la 24 ore delle Harley

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche