-5°

Strajè-Stranieri

I Centri Interculturali: incontro tra migranti e nativi

3

Natalia Conti

I Centri interculturali, luoghi di incontro tra persone migranti e native che attraverso il confronto favoriscono la partecipazione e la relazione con le comunità, sono realtà che, seppur nate nella nostra Regione, ancora a Parma non hanno trovato modo di esistere.
Nel desiderio che ciò si possa realizzare e per poterli conoscere da vicino ascoltando la loro storia, rapporti con le istituzioni, modello gestionale e organizzativo, si è riunito ieri in Provincia il «Coordinamento provinciale immigrazione», presieduto dall’assessore provinciale Marcella Saccani. Tra gli ospiti che hanno raccontato esperienze e vissuti, Tiziana Dal Pra, del Centro Interculturale delle donne di «Trama di Terre» di Imola, Beatrice Iori del «Multicentro Educativo» di Modena e Sergio Neri e Lamberto Solmi del «Centro di documentazione - Laboratorio per un’educazione interculturale» di Bologna.
«Non siamo qui per dare lezioni, - spiega Tiziana Dal Pra - ma per offrire spunti che possano aiutare a realizzare qualcosa di utile e concreto. Il nostro faticoso seppur meraviglioso lavoro, che nei primi anni si è basato sul far emergere la positività delle diverse culture attraverso il lavoro, oggi, grazie all’approfondimento delle diverse problematiche, siamo diventati un polmone della città, dalla quale riceviamo grande riconoscimento».
In concomitanza con l’incontro, è stata anche l’occasione per Saida Zougar dell’associazione «Amici d’Africa» e Bruno Abbati dell’associazione «Perché No?», di presentare i risultati del primo anno di progetti e iniziative portate avanti dal Coordinamento provinciale in materia di immigrazione e intercultura. Polo centrale che ha caratterizzato il lavoro collettivo svolto dalle oltre 50 associazioni di stranieri e di italiani operanti nel settore, trovare un luogo nel quale potersi incontrare e confrontare, valorizzare le iniziative volte all’integrazione e alla promozione del dialogo interculturale.
Ad illustrare quello che è stato il lavoro svolto e gli obiettivi raggiunti durante l’estate, riguardo la situazione dei profughi arrivati sul nostro territorio, Marcella Saccani, che ha sottolineato come una volta rotte le diffidenze e messi da parte i pregiudizi, lo spirito d’accoglienza dei 170 migranti arrivati, abbia positivamente prevalso. «Grazie ai volontari, alle associazioni, alle amministrazioni e ai sindaci delle varie zone montane, -.dichiara Marcella Saccani - la condivisione di obiettivi delle comunità è stato fondamentale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • erion

    03 Ottobre @ 18.11

    Se continuate a vedere la soluzione dei problemi italiani si e stranieri allora non ci siamo e non avete capito niente,se Italia ha questo debito di 1900 miliardi non è che sono gli immgrati che hanno rubbato i vostri soldi pubblici, ma siete voi che non fatte altro che lamentarsi e spreccare un po destra e un po sinistra un po fascioleghisti e un po comunisti...siete fatti cosi dai vedete sempre il vostro male nello straniero! ti sfoghi facilmente

    Rispondi

  • Marco

    03 Ottobre @ 08.52

    E'giusto che chi spende denaro pubblico ne renda conto. Quindi mi chiedo: da quali voci di bilancio dell'amministrazione vengono i fondi per pagare queste iniziative? Cultura o Servizi sociali? Accettabile nel primo caso (ma discutibile visti i tagli nel settore); inaccettabile nel secondo. Inaccettabile perchè non c'è trippa per gatti e nemmeno per pseudo mediatori culturali. La Grecia sta per licenziare 30.000 pubblici dipendenti, se non vogliamo trovarci nelle stesse condizioni ( e rapportati alle dimensioni della nostra P.A. sarebbero ben più di 30.000) e se vogliamo salvare certi servizi sociali minimi per i disabili e gli anziani, voci di spesa come questa andrebbero tagliate. Subito.

    Rispondi

  • giuliana

    29 Settembre @ 10.43

    Il sospetto è che si crei un problema per poi inventarsi le soluzioni. E' impressionante il numero di associazioni nelle quali lavorano (retribuite) tantissime persone, sorte attorno ad un problema inesistente. Se i centri multiculturali fossero stati necessari, sarebbero sorti spontaneamente sul territorio. Se vengono imposti dall'alto non rispondono ad un'esigenza concreta. A quanto ammontano le cifre che ruotano, a vario titolo, intorno a queste associazioni? Nessuna delle associazioni culturali esistenti sul territorio avrebbe sbattuto la porta in faccia ad un immigrato che avesse voluto partecipare. Le associazioni nate intorno al multiculturalismo suicida che ci è stato imposto sono tutte perfettamente inutili. Costose e inutili. Se poi tocchiamo la nota dolente dei clandestini finti profughi, quanto costano alle tasche dei contribuenti italiani? A Lampedusa, il Viminale dà alla coop "Lampedu­sa Accoglienza", che assicura l'assistenza, 33 euro al giorno a persona. Tre le voci di spesa, pure le "bionde". Sono un insulto alle persone italiane che devono sopravvivere con una misera pensione sociale, o con l'elemosina (circa 200 euro al mese) che viene elargita (si fa per dire) ai disabili. Assessore, non si vergogna neanche un po'?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

3commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

25commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

La Grandi rischi: "Diga su una faglia riattivata: se il suolo cade nel lago, c'è effetto Vajont"

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party abusivo in un capannone in disuso: identificati 200 giovani

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

TARDINI

Vittoria un po' sofferta ma 3 punti importanti: il commento di Paolo Grossi Video

sky

Caressa ricorda Filippo Ricotti prima di Milan-Napoli

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto