21°

28°

Strajè-Stranieri

I Centri Interculturali: incontro tra migranti e nativi

3

Natalia Conti

I Centri interculturali, luoghi di incontro tra persone migranti e native che attraverso il confronto favoriscono la partecipazione e la relazione con le comunità, sono realtà che, seppur nate nella nostra Regione, ancora a Parma non hanno trovato modo di esistere.
Nel desiderio che ciò si possa realizzare e per poterli conoscere da vicino ascoltando la loro storia, rapporti con le istituzioni, modello gestionale e organizzativo, si è riunito ieri in Provincia il «Coordinamento provinciale immigrazione», presieduto dall’assessore provinciale Marcella Saccani. Tra gli ospiti che hanno raccontato esperienze e vissuti, Tiziana Dal Pra, del Centro Interculturale delle donne di «Trama di Terre» di Imola, Beatrice Iori del «Multicentro Educativo» di Modena e Sergio Neri e Lamberto Solmi del «Centro di documentazione - Laboratorio per un’educazione interculturale» di Bologna.
«Non siamo qui per dare lezioni, - spiega Tiziana Dal Pra - ma per offrire spunti che possano aiutare a realizzare qualcosa di utile e concreto. Il nostro faticoso seppur meraviglioso lavoro, che nei primi anni si è basato sul far emergere la positività delle diverse culture attraverso il lavoro, oggi, grazie all’approfondimento delle diverse problematiche, siamo diventati un polmone della città, dalla quale riceviamo grande riconoscimento».
In concomitanza con l’incontro, è stata anche l’occasione per Saida Zougar dell’associazione «Amici d’Africa» e Bruno Abbati dell’associazione «Perché No?», di presentare i risultati del primo anno di progetti e iniziative portate avanti dal Coordinamento provinciale in materia di immigrazione e intercultura. Polo centrale che ha caratterizzato il lavoro collettivo svolto dalle oltre 50 associazioni di stranieri e di italiani operanti nel settore, trovare un luogo nel quale potersi incontrare e confrontare, valorizzare le iniziative volte all’integrazione e alla promozione del dialogo interculturale.
Ad illustrare quello che è stato il lavoro svolto e gli obiettivi raggiunti durante l’estate, riguardo la situazione dei profughi arrivati sul nostro territorio, Marcella Saccani, che ha sottolineato come una volta rotte le diffidenze e messi da parte i pregiudizi, lo spirito d’accoglienza dei 170 migranti arrivati, abbia positivamente prevalso. «Grazie ai volontari, alle associazioni, alle amministrazioni e ai sindaci delle varie zone montane, -.dichiara Marcella Saccani - la condivisione di obiettivi delle comunità è stato fondamentale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • erion

    03 Ottobre @ 18.11

    Se continuate a vedere la soluzione dei problemi italiani si e stranieri allora non ci siamo e non avete capito niente,se Italia ha questo debito di 1900 miliardi non è che sono gli immgrati che hanno rubbato i vostri soldi pubblici, ma siete voi che non fatte altro che lamentarsi e spreccare un po destra e un po sinistra un po fascioleghisti e un po comunisti...siete fatti cosi dai vedete sempre il vostro male nello straniero! ti sfoghi facilmente

    Rispondi

  • Marco

    03 Ottobre @ 08.52

    E'giusto che chi spende denaro pubblico ne renda conto. Quindi mi chiedo: da quali voci di bilancio dell'amministrazione vengono i fondi per pagare queste iniziative? Cultura o Servizi sociali? Accettabile nel primo caso (ma discutibile visti i tagli nel settore); inaccettabile nel secondo. Inaccettabile perchè non c'è trippa per gatti e nemmeno per pseudo mediatori culturali. La Grecia sta per licenziare 30.000 pubblici dipendenti, se non vogliamo trovarci nelle stesse condizioni ( e rapportati alle dimensioni della nostra P.A. sarebbero ben più di 30.000) e se vogliamo salvare certi servizi sociali minimi per i disabili e gli anziani, voci di spesa come questa andrebbero tagliate. Subito.

    Rispondi

  • giuliana

    29 Settembre @ 10.43

    Il sospetto è che si crei un problema per poi inventarsi le soluzioni. E' impressionante il numero di associazioni nelle quali lavorano (retribuite) tantissime persone, sorte attorno ad un problema inesistente. Se i centri multiculturali fossero stati necessari, sarebbero sorti spontaneamente sul territorio. Se vengono imposti dall'alto non rispondono ad un'esigenza concreta. A quanto ammontano le cifre che ruotano, a vario titolo, intorno a queste associazioni? Nessuna delle associazioni culturali esistenti sul territorio avrebbe sbattuto la porta in faccia ad un immigrato che avesse voluto partecipare. Le associazioni nate intorno al multiculturalismo suicida che ci è stato imposto sono tutte perfettamente inutili. Costose e inutili. Se poi tocchiamo la nota dolente dei clandestini finti profughi, quanto costano alle tasche dei contribuenti italiani? A Lampedusa, il Viminale dà alla coop "Lampedu­sa Accoglienza", che assicura l'assistenza, 33 euro al giorno a persona. Tre le voci di spesa, pure le "bionde". Sono un insulto alle persone italiane che devono sopravvivere con una misera pensione sociale, o con l'elemosina (circa 200 euro al mese) che viene elargita (si fa per dire) ai disabili. Assessore, non si vergogna neanche un po'?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

8commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

3commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

2commenti

Fatto del giorno

Gara Tep-Busitalia: perquisizioni a Smtp

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

1commento

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

disagi

Temporale su Parma: cellulari, problemi a singhiozzo sulla linea Tim

2commenti

paura

70enne si ritrova con i ladri in casa in zona via La Spezia

2commenti

contratto

Lucarelli crociato per il 10° anno: sarà il più vecchio della B

7commenti

carabinieri

Presi e denunciati i due scippatori di Monticelli: sono giovanissimi

3commenti

Acquedotto

Guasto riparato, torna l'acqua in via Spezia

Il ripristino dell'erogazione è già avvenuto a fine mattinata, dopo una breve interruzione

IL CASO

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

furti

Svaligiato il circolo Rapid

2commenti

ATENEO

Preghiera musulmana, inaugurato lo spazio

30commenti

il caso

Sequestro Dall'Orto, nuove indagini dopo 29 anni

TRIBUNALE

Armi e bossoli in casa, primi due patteggiamenti per la banda dei sardi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

TORINO

Fuggi fuggi in piazza San Carlo, indagata la Appendino

salute

Vaccini: in Sardegna, tetano dopo 30 anni. Morta bimba a Roma per morbillo

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat