Strajè-Stranieri

In una squadra di calcio tutti i colori del mondo

0

di Antonella Cortese

Quando si pensa al calcio, spesso si fanno associazioni scontate: scommesse, contratti milionari, tifoseria agguerrita e violenta, vendita di diritti televisivi. Per fortuna non è sempre così. Anzi, non è affatto così per i giovani sportivi del Progetto La Paz: diamo un calcio al razzismo.
 Andrea, dell’Associazione Generazioni Precarie, spiega come è nato il progetto e cosa  si prefigge: «Ho sempre amato lo sport, in particolare il calcio che nel tempo ha perso il suo significato più profondo:  sempre meno mezzo di aggregazione e socialità e sempre più prodotto di mercato. Noi riproponiamo un modo diverso e nello stesso tempo antico di giocare a pallone, attraverso la condivisione e l’aggregazione, il lavoro di gruppo, lo studio collettivo dei propri mezzi e dei propri limiti e il rispetto per l’avversario e per l’arbitro. La nostra squadra, infatti, conta tra i suoi giocatori ragazzi universitari di varie parti di Italia, oltre a  cinque afgani, un curdo e un ivoriano. Ci incontriamo mensilmente alla Casa Cantoniera per decidere le strategie di gioco e per discutere di razzismo e di integrazione nella vita quotidiana in un’assemblea democratica e orizzontale. Certo, poi ci alleniamo e giochiamo a calcio. Infatti siamo iscritti ad un campionato amatoriale e organizziamo sempre, a fine partita, il terzo tempo». 
Come nel rugby? «In un certo senso sì.  Infatti ci fermiamo a bere e a mangiare tutti insieme, giocatori, avversari,  famiglie al seguito, pubblico, arbitri. Insomma, la nostra idea di calcio aggrega e non discrimina, che si vinca o che si perda. Abbiamo avuto anche il sostegno del professor  Elio Volta, che insegna Metodologia dell’allenamento a Scienze Motorie, che ha tenuto un incontro nel marzo del 2011 alla Casa Cantoniera  Terzo Tempo, ‘lo sport contro il razzismo’, a cui ha partecipato anche l’allenatore di pallavolo Marco Botti. Poi, in occasione di  Parma città europea dello sport,  abbiamo incontrato Mauro Valeri, sociologo e direttore dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio».
 Ma gli avversari, soprattutto se hanno perso, partecipano sempre al terzo tempo? «Spesso sì, ma puoi trovare anche qualcuno che non ne coglie subito il significato e va via. In genere, però, è abbastanza trascinante e stempera le eventuali tensioni maturate in partita». Perché il nome La Paz? «Perché  Roberto Luiz la Paz, uruguaiano, è stato il primo giocatore di colore a partecipare al campionato italiano di calcio nel 1947. Aggiungerei che La Paz significa anche “la pace”. E sicuramente non è un caso». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)