11°

Strajè-Stranieri

Trenta infermieri dal Paraguay

Trenta infermieri dal Paraguay
Ricevi gratis le news
2

Giulia Coruzzi
A volte le storie di immigrazione sono particolarmente anomale e curiose.
E’ il caso della comunità paraguayana, la cui vicenda è senza precedenti nella nostra città. Il viaggio che condusse questo gruppo di persone a Parma nel 2003 non è legato a circostanze di persecuzione o indigenza, la loro non fu una fuga, ma semplicemente una risposta a una richiesta proveniente dall’Azienda sanitaria locale.
 L’Ospedale Maggiore propose al Paraguay un contratto destinato a trenta infermieri cui fu proposto di fare un’esperienza di lavoro di un anno rinnovabile per altri dodici mesi.
I trenta infermieri arrivarono.
E molti di loro oggi sono ancora qui, a esercitare una professione in maniera altamente specializzata e a dimostrare quanta soddisfazione possa giungere dal lavoro.
 «Doveva essere un’esperienza di un paio d’anni al massimo, poi si è trasformata in un contratto a tempo indeterminato per molti di noi - hanno spiegato alcuni di loro -. 24 di noi sono rimasti a Parma e piano piano sono stati raggiunti da famigliari. Figli, mariti, mogli si sono riuniti e hanno ricominciato a vivere qui».
Durante il primo anno il gruppo di infermieri fu ospitato al terzo piano del «Rasori» trasformato in una sorta di residence senza troppe pretese.
 «Dormivamo in due/tre per ogni stanza - raccontano -. E’ stata meno dura per noi rispetto agli altri stranieri che si trasferiscono: non eravamo mai soli, abbiamo condiviso gioie e dolori, aspettative e paure, entusiasmi e nostalgie. Certo, abbiamo faticato a imparare l’italiano perché tra noi abbiamo continuato a lungo a parlare spagnolo, ma ora non ci sono difficoltà di comprensione».
Anche perché la preparazione, prima della partenza per l’Italia è stata lunga, intensa e approfondita: mesi di scuola d’italiano, numerose lezioni sul nuovo codice deontologico infermieristico e in seguito, una volta giunti qui, esami e prove. Poi l’inizio del lavoro vero e proprio, i primi confronti tra i due sistemi sanitari, la scoperta di un modo diverso d’intendere il mestiere. E la vita.
 «Abbiamo avvertito subito molte differenze - spiegano gli infermieri - . All’occhio ci è balzata immediatamente la diversità di approccio al paziente. Noi siamo, per natura, molto vicini ai malati. Ci viene naturale dimostrare affetto, vicinanza, fare una carezza, stringere una mano. Qui il personale è abituato a un maggiore distacco. Ci siamo stupiti anche perché molti anziani sono soli. Da noi la famiglia è molto presente nel percorso della malattia e nessuno permette agli infermieri di pensare all’igiene personale dei propri cari».
Ma oltre che per la connaturata umanità, il personale paraguayano si è distinto per l’indiscussa professionalità.
 «Quando negli Stati Uniti nascono nuove strumentazioni e tecnologie e si mettono a punto terapie e farmaci, il giorno dopo tutto è già arrivato in Paraguay. Siamo in prima linea nella ricerca e questo l’Europa ce lo riconosce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    11 Dicembre @ 10.00

    ma quanta ipocrisia giuliana, e se ne facciamo arrivare 2 milioni con chiamata diretta va bene lo stesso?

    Rispondi

  • giuliana

    02 Dicembre @ 09.53

    Questa è l'unica modalità di immigrazione che un governo e un'amministrazione locale intelligente dovrebbero favorire. Chiamata diretta e seria preparazione preventiva. Tutti gli altri, a casa. Qualche mente illuminata ha invece deciso che è cosa buona e giusta favorre l'ingresso e la permanenza sul nostro territorio di ladri, spacciatori e stupratori.-anche questi dotati di grande umanità e professionalità, vero?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Filippo, un anno dopo

Anniversario

Filippo, un anno dopo

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

Alle elementari

Due casi di scabbia al Maria Luigia

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

Salsomaggiore

Teatro Nuovo, sciolto il contratto con i gestori

LUTTO

E' morto Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

Ferrovia

I pendolari della Parma-Brescia: «Ogni giorno è un'odissea»

IL CASO

Numero telefonico «rubato», prima vittoria per una 85enne

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti