10°

24°

Strajè-Stranieri

Oltre 20mila lavoratori immigrati nel Parmense ma la crisi "morde"

Ricevi gratis le news
20

I lavoratori stranieri sono più di 20mila a Parma e provincia, con impieghi soprattutto in edilizia, agroalimentare, assistenza (specialmente agli anziani. Ogni anno gli stranieri con impieghi regolari pagano all'Inps 112 milioni di euro in contributi previdenziali e 62 milioni di euro in tasse. Anche questi lavoratori però sentono i contraccolpi della crisi economica: crescono gli immigrati senza lavoro. Per questo la Regione Emilia-Romagna ha chiesto al governo di allungare a 12 mesi (anziché 6) il periodo di disoccupazione scaduto il quale il permesso di soggiorno non viene rinnovato.
Sono questi alcuni dei dati illustrati questa mattina alla Facoltà di Economia, in via Kennedy, durante la presentazione del Dossier Caritas-Migrantes, con dati 2011. Questo rapporto annuale “fotografa” il fenomeno dell'immigrazione in Italia, con dati nazionale e divisi per regioni. A livello locale è stato presentato questa mattina da relatori di Caritas, Provincia, Regione e Università.

Video - L'intervista di Tv Parma ad Andrea Stuppini (coordinatore Dossier immmigrazione della Regione)

Andrea Stuppini ha spiegato che l'Emilia-Romagna attrae in modo particolare gli immigrati perché le retribuzioni medie sono più elevate della media italiana e ovviamente delle paghe nei Paesi d'origine. Per esempio, un lavoratore indiano impiegato in un'azienda agricola del Parmense guadagna quanto 15 agricoltori in patria.

Andrea Lasagni, docente dell'Università di Parma, ha aggiunto che è in corso uno studio sugli imprenditori stranieri con un campione di 200 persone fra Parma e Bologna. Dalle prime analisi emerge che le imprese guidate da stranieri operano nei settori più disparati (da negozi di parrucchieri a quelli di ottica, pizzerie e ristoranti, facchinaggio e lavorazioni meccaniche...). Molti hanno una vocazione a fare impresa, anche in questo periodo difficile. Anzi, gli imprenditori stranieri mostrano molta fiducia: in maggioranza spiegano ai ricercatori universitari che pensano di consolidarsi negli anni. Fra i problemi che devono affrontare, c'è un accesso al credito, di solito ancora più difficile per chi è nato all'estero.

Altri dettagli sul Dossier Caritas-Migrantes saranno sulla Gazzetta di Parma in edicola domani, mercoledì 28 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fred

    03 Aprile @ 16.19

    Il problema dell'italia non sono gli immigratinma il fatto di sapere che il mondo è cambiato e cogliere il momento per fare cambiare la società dentro la quale viviamo io sono immigrato,vivo a parma da 7 anni ormai,laureato all'università di parma e adesso grazie a Dio lavoro senza contratto a tempo indeterminato(cosa che non cerco necessariamente) come impiegato per una ditta la mia piccola esperienza mi ha fatto capire che l'italiano si è trovato un capro espiatorio che è l'immigrato. Andiamo a vedere i dati istat e inps sui contributi degli italiani rispetto ai servizi che godono.lo spread per chiamarlo così è troppo alto.gli immigrati regolari contribuiscono tanto però godono di meno dei servizi rispetto ai loro contributi. parliamo di pensioni.Quanti stranieri vanno in pensione in italia? qual'è la percentuale? arrivano giovani ;ventenni e per la maggior parte tornano a casa o emigrano in un altro paese prima di 50 anni lasciando indietro decenni di contributi.dove vanno? Quando in Italia maggior parte della gente non vuole capire che bisogna mandare i figli all'università,bisogna imparare lingue straniere,bisogna passare dall piccola media impresa ad un'economia più grande e competitiva,dal lavoro non qualificato al lavoro qualificato.facendo così non ci saranno lamentele sugli immigrati che vengono a rubare il lavoro.i medici non si lamentano,gli avvocati no,gli ingegneri no solo quelli che fanno un lavoro non qualificato.pensiamo a cambiare strutturalmente la nostra economia invece di lamentarci.

    Rispondi

  • Geronimo

    31 Marzo @ 23.59

    Matteo come faccio a denunciare? mi spiace ma di perdere il lavoro non ne ho voglia, a loro è stato spiegato di rivolgersi ai sindacati ma nulla, sono iscritti ma non gli dicono nulla per orgoglio e per la paura di essere licenziati visto che dopo diventerebbero clandestini senza il lavoro

    Rispondi

  • Matteo

    29 Marzo @ 15.14

    @Maurizio: dici testualmente: "...(io ne ho due di colleghi a cui continuamente vengono negate le ferie accumulate e a cui hanno diritto, se stanno a casa anche per solo una visita medica gli viene negato il permesso retribuito e in busta paga si trovano ore di permesso non retribuito)...". Quello di cui stai accusando latua azienda è gravissimo. Perchè non denunci questo fatto? Bisogna avere il coraggio di mettersi in prima fila senza dover aspettare il branco, noi ci aspettiamo che tu dia l'esempio. POI POTRAI PARLARE E SPARARE TUTTE LE FESSERIE CHE CREDI.

    Rispondi

  • cristina

    28 Marzo @ 15.00

    Voglio rispondere a Lily.... GRAZIE AGLI ITALIANI COME TE, CHE HANNO SEMPRE IN BOCCA QUEL FALSO BUONISMO CHE L'ITALIA VA MALE!!!!!!!. NON è VERO CHE GLI STRANIERI VENGONO A FARE I LAVORI CHE "NOI NN FACCIAMO"(frase fatta per chi nn sa cosa dire) PROVA FARE UN GIRETTO NEI NEGOZI "OUTLET FIDENZA" E VEDI CHE "CARE RAGAZZE" STRANIERE CI SONO , CHE NN PENSANO NEANCHE LONTANAMENTE DI FARE LE BADANTI....... PERCHE' ADESSO DEVI SAPERE IL CINESE IL RUSSO ETC!!!!! IO HO SEMPRE SAPUTO CHE CHI VA IN UNO STATO ESTERO SI ADEGUA A PARLARE LA LINGUA DI QUELLO STATO NON IL CONTRARIO!!!! MA NOI "CHE SIAMO BUONI" ,PER LORO RINNEGHIAMO ANCHE LA NOSTRA BELLA LINGUA ITALIANA . VERGOGNA!!!!!!!

    Rispondi

  • Geronimo

    28 Marzo @ 14.58

    grandi contaballe a cominciare da ray che dice che sono stati imposti dai sindacati, balle perché vengono assunti perché maggiormente fregabili (io ne ho due di colleghi a cui continuamente vengono negate le ferie accumulate e a cui hanno diritto, se stanno a casa anche per solo una visita medica gli viene negato il permesso retribuito e in busta paga si trovano ore di permesso non retribuito) e perché in media sottopagati. Altre balle di the clansman che spara dati a caso (che però purtroppo noi non abbiamo, lui si invece visto che è dei servizi segreti…) e dati falsi perché compara dati sull’illegalità con dati riguardanti la leglaità mascherando quello che purtroppo per lo stato è un guadagno quando si parla di lavoratori onesti (discorso invece che cambia quando si cambia di criminalità perché è vero creano solo danni ma è anche vero che sono trattati come un qualsiasi italiano ovvero quasi sempre fuori dal carcere, la colpa non sono i comunisti ma le leggi sbagliate). Caro clansman mi meraviglio che un professore (io avrei paura a mandare i figli da uno come te) possa fare tali errori, se vogliamo infatti comparare gli italiani vediamo come il gettito di noi italiani che paghiamo le tasse è più basso rispetto a quello che viene evaso. Lara è vero che i parmigiani si abbassano ad accettare altri lavori ma non tutti, infatti da mesi scrivo di una azienda che sarebbe disponibile ad assumere lavoratori italiani ma nessuno accetta nonostante il disceto stipendio, per forza è una fonderia dove si stà peggio che da Bormioli come clima ambientale.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricoverato Sobral, vincitore Eurovision 2017

Eurovision 2017

Salvador Sobral ricoverato in gravi condizioni

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

L'evento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Ristorante Bagno Gelosia

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Lealtrenotizie

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

4commenti

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

4commenti

in serata

Rapina con coltello nella farmacia di via Trieste: due ladri in fuga

1commento

Ritratto

I They, la famiglia del volley

anteprima gazzetta

Caso Villa Alba: nuovi sospetti

FORNOVO

Bertoli, il chimico che sapeva tutto sul petrolio

Anticipi/posticipi

Parma-Avellino domenica 29 ottobre Il calendario fino alla 13a

1commento

I prossimi avversari

Non solo ottimismo in laguna: "Parma, nuova rivalità"

2commenti

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

11commenti

arezzo

Furto di una collana d'oro, auto affittata a Parma. 27enne nei guai

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

ITALIA/MONDO

Francia

E' morta Liliane Bettencourt, lady L’Oreal: la donna più ricca del mondo aveva 94 anni

legge elettorale

Presentato il Rosatellum bis. Come funziona Video

SPORT

Aragon

Vale "idoneo", sarà in pista. L'arrivo in stampelle Video

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

famiglia

I nuovi padri: se ne parla al Wopa

fotografia

Gazzareporter "Vacanze": vince un romantico paesaggio

MOTORI

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte