22°

Strajè-Stranieri

In Senegal un terzo delle entrate proviene dall'estero. I soldi arrivano anche con l'aereo

0

di Andrea Violi

Non importa che abbia un lavoro regolare oppure sia disoccupato, che mantenga la famiglia in Italia o che sia un giovane single, magari clandestino: il senegalese deve mandare in patria un po' di soldi. Con le rimesse di chi è andato all'estero il Senegal paga un terzo del bilancio statale. Ma soprattutto, la gente paga il cibo, la scuola per i bimbi, qualche spesa per la casa.
Lo spiega in modo chiaro Osseynou Mbengue (per tutti Oscar), presidente della Comunità senegalese di Parma. È attiva dal 1989 e ha circa 400 iscritti ma in realtà «tutti si rivolgono all'associazione», per chiedere aiuto o per mantenere i contatti con i connazionali. Sono 1.860 quelli regolari, dice Mbengue, che stima in 10% circa quelli clandestini. Nel 2010 da Parma e provincia sono partiti per il Senegal 4,1 milioni di euro; nel 2011 sono stati inviati 4,3 milioni. La cifra reale è sicuramente più alta, visto che in molti casi ci si affida ancora ai canali informali, che sfuggono a controlli e statistiche.

«Le famiglie sono circa il 30% dei senegalesi, il resto sono single - spiega Mbengue -. Negli ultimi 10 anni le famiglie si sono stabilizzate. Quando i senegalesi trovano lavoro in un luogo, ci restano. E tutti mandano soldi per sostenere il Senegal: famiglie o single, non importa, la solidarietà famigliare fa parte della nostra cultura. Anche chi porta qui la famiglia invia aiuti a genitori, fratelli o sorelle».
Il modo preferito per inviare denaro? I money transfer: «Le banche costano meno ma impiegano 3 o 4 giorni lavorativi per inviare - continua Mbengue -. Se però si invia denaro che in Senegal serve per pagare una bolletta, spese mediche o per l'alimentazione della famiglia... non si può aspettare tanto. In Europa siamo fra i cinque Paesi che più inviano denaro in patria. Le rimesse sono superiori agli aiuti internazionali».
I servizi organizzati stanno prendendo piede ma anche tra gli africani non passano di moda metodi più artigianali, senza commissioni e tasse da pagare. Un buon 30% degli euro che partono per Dakar vengono portati in valigia. «I canali informali sono molto importanti - spiega Mbengue -. Quando qualcuno torna in Senegal, gli altri raccolgono i soldi e glieli affidano. Quando i money transfer non c'erano, si faceva sempre così». La fiducia è tutto, in un sistema come questo... «Ci si fida. E funziona sempre - assicura Mbengue -. Molti provengono dagli stessi luoghi e ci si conosce». Insomma, non sarebbe difficile rintracciare chi non rispettasse le regole.

Se le rimesse collettive degli africani che si sono spostati a Parma contribuiscono al sostentamento quotidiano, possono esserci invii di denaro un po' speciali che finanziano progetti più corposi. È il caso del progetto messo in piedi a fine 2011 da Forum Solidarietà, Università e Cariparma per la costruzione di un Centro sanitario a Kember, in collaborazione con l'Associazione dei Senegalesi di Ndakar Lamane. Entro fine novembre sono stati raccolti 10mila euro per costruire un Centro sanitario che offrirà assistenza medica primaria alla popolazione locale. Il materiale aspetta solo di essere sdoganato nel porto di Dakar.
Per il futuro si sta pensando a nuovi progetti di questo genere. Adesso l'obiettivo si sposta sui bambini: i senegalesi vorrebbero comprare 3mila kit scolastici (con quaderni, penne e altro materiale). Tuttavia servirebbero aiuti anche per gli agricoltori, che nel 2011 hanno dovuto fare i conti con magri raccolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

'SEMBRA IERI'

Piazza Garibaldi: il posto pubblico Sip (1994)

 Elton John

Elton John

MUSICA

Paura per Elton John: "Ha rischiato di morire"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Parma celebra la Liberazione: il corteo ha attraversato il centro

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione: il corteo ha attraversato il centro Foto

Racconta il tuo 25 Aprile: scarica l'app Gazzareporter e inviaci le tue foto!

Aveva 81 anni

Se n'è andato Franco Ferretti, re del packaging

Monticelli

Tragica caduta in bici: muore 63enne

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: è Bebe?

EVENTI

Concerti, bancarelle e street food: l'agenda del 25 aprile

LA BACHECA

20 annunci per chi cerca lavoro

Denunciato

Falsi certificati per avere la patente

Calcio

Figuraccia Parma, ko con il Sudtirol: pioggia di fischi Foto D'Aversa: "Così la B è difficile" Video

Davanti al Tardini, il ds Faggiano incontra i tifosi La foto -   Il commento di Pacciani: "Partita sconcertante" Video - Il Pordenone raggiunge il Parma. La squadra esce senza "salutare" la curva, poi torna indietro

9commenti

Salso

Bruciata l'auto di un salsese

LETTERE

"Un ponte di barche o traghetti durante i lavori sul ponte"

IL CASO

Violenza sessuale, nuovo processo per il chirurgo

Scuola

Mancano 51 aule alle superiori

2commenti

Crédit Agricole

Cariparma avvia la discussione per acquisire tre casse di risparmio

Possibile operazione su Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Rimini e Cassa di Risparmio di San Miniato

Rugby

Michela, campionessa d'Inghilterra

Fotografia

Parmigiani a Fotografia Europea: in mostra Bonassera e il circolo Brozzi Foto

cinema

"Fibrosi cistica, un documentario per raccontare il dolore, il coraggio. E la vita" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

LIVORNO

Sale sul tetto di un treno: 18enne muore folgorato

ROMA

Alitalia: il "no" vince con il 67%. Convocato il cda

SOCIETA'

25 Aprile

Montechiarugolo: il castello diventa... tricolore

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

parma in crisi

Marco Ferrari: "Tutti abbiamo voglia di svegliarci da un incubo" Video

2commenti

parma in crisi

Faggiano, confronto con i tifosi davanti al Tardini La foto

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"