-1°

Strajè-Stranieri

Accusò i poliziotti di averlo picchiato: ora gli chiedono 20mila euro di danni

1

 Uno contro gli altri. E gli altri contro di lui. Le versioni su quel giorno dello scorso settembre continueranno forse a divergere per sempre: da una parte, Rudi Braci, albanese, dall'altro i due poliziotti che lo avevano arrestato con le accuse di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.  

Processato per direttissima,  il ragazzo, 22 anni, era stato condannato con rito abbreviato a 6 mesi, senza attenuanti né sospensione della pena.  Braci  era stato rimesso «parzialmente» in libertà, perché il giudice gli  aveva imposto  l'obbligo di firma.  Ma mercoledì scorso il caso è approdato davanti ai giudici della prima sezione della Corte d'appello: la condanna del ragazzo, assistito dall'avvocato Franco Cavalli,  è stata ridotta a quattro mesi, con il riconoscimento delle attenuanti generiche. Ma, soprattutto,  a  Braci  è stata concessa la condizionale e gli è stato revocato l'obbligo di firma.  
Storia finita? Niente affatto. Non solo perché pende ancora la querela del ragazzo che ha accusato i due poliziotti di averlo picchiato. Una denuncia che Braci aveva presentato subito dopo ai carabinieri e di cui aveva parlato pubblicamente. Querela a cui era stato risposto con una controquerela da parte dei due uomini della Squadra volanti, che a loro volta avevano accusato il giovane di calunnia, oltre che di lesioni, minacce aggravate e oltraggio. 
  Ma il versante penale è solo un aspetto della vicenda. I due poliziotti hanno infatti intentato una causa civile contro il ragazzo, citando anche la madre e le due sorelle. Ventimila euro - diecimila a testa - la cifra complessiva richiesta  come risarcimento sia per le lesioni subite che per il danno morale.  L'udienza è stata fissata per il 21 maggio. 
«E noi ci costituiremo, chiedendo la riconvenzionale», sottolinea l'avvocato Cavalli. Insomma, Braci non si limiterà a contrastare la richiesta dei poliziotti, ma si farà parte attiva nel procedimento, chiedendo  a sua volta il riconoscimento del danno che avrebbe subito.  
Tutto era cominciato la sera del 9 settembre scorso, al Barilla center. Braci è con un amico, beve una birra, ma al momento di pagare non ha un euro in tasca. La titolare chiama il 113. Ai poliziotti, il giovane chiede di essere accompagnato a casa, per poter prendere i soldi e mostrare i documenti. Arrivati in via Navetta, dove abita il ragazzo, le versioni dei protagonisti sono radicalmente diverse. Braci accusa: «Mi hanno messo le manette e, quando ho chiesto che mi fossero tolte perché mia madre, malata di cuore, non si spaventasse, hanno reagito dandomi una sberla. Io ho gridato e mi sono divincolato. E loro mi hanno picchiato». I poliziotti raccontano, invece,  che le manette sono entrate in scena solo per immobilizzare il giovane che li aveva aggrediti, dopo aver dimostrato un crescente nervosismo avvicinandosi a casa.  Non solo. I due uomini delle Volanti dicono di essere stati ingiuriati dalle sorelle e dalla madre del ragazzo. Quest'ultima si sarebbe anche sdraiata davanti all'auto della polizia per bloccare la partenza. 
Insomma, una battaglia legale su più fronti. Che potrebbe durare ancora a lungo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bila

    10 Aprile @ 14.46

    Ma la birra l'ha mai pagata?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

2commenti

parma

Ladro "seriale" dei supermercati colto sul fatto e denunciato

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

5commenti

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

26commenti

anteprima

Come saranno utilizzati i vostri aiuti per i terremotati Video

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

industria

Trump alza il primo muro: Usa fuori dal TPP

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

1commento

SOCIETA'

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

3commenti

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

13commenti

SPORT

lega pro

Reggiana: Colucci esonerato. Arriva Menichini 

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto