20°

Strajè-Stranieri

Wind Cup, un calcio al razzismo

Wind Cup, un calcio al razzismo
Ricevi gratis le news
0

 Andrea Del Bue

 
Sul mappamondo confinano, Burkina Faso e Costa d’Avorio. Ieri mattina, sul campo Stuard di San Pancrazio, si sono contesi la vittoria del Torneo Wind Cup, una competizione di calcio a 5 organizzata dalla Lega Calcio Uisp. Dopo un mese di qualificazioni ed eliminatorie, ieri l’atto conclusivo: l’hanno spuntata gli ivoriani, per 5-1, che saranno a Roma, dal 14 al 16 settembre, per le finali nazionali. Ma il risultato, mai come in questo caso, conta poco. Perché sì, si sono visti bel gioco, atletismo impressionante e discreta tecnica, ma i calci al pallone sono stati messi in ombra dal grande calcio al razzismo che questa manifestazione vuole dare. Otto squadre, di cui 4 miste e altrettante formate da giocatori provenienti da un unico Paese; queste ultime sono Camerun, Nigeria e, appunto, le due squadre africane finaliste. C’erano anche le formazioni in cui si sono distinti giocatori di varie nazionalità: italiani, comunitari, extracomunitari. Sono La Paz!, Comunità Islamica, Real San Marco e Scanderbeg. In quest’ultima, arrivata terza, giocano soprattutto albanesi. 
Finito il match, il rinfresco, a base di pizza; l’atleta Almir Nurce è intento a gustarne un trancio, quando un giovane parmigiano gli fa: «Dai, tu giochi nello Scanderbeg? Ma non sei albanese, sembri italiano». E lui: «Sì, sono albanese, ma evidentemente non ce l’ho scritto in fronte. Comunque anche tu sembri italiano». Se questo torneo doveva insegnare qualcosa in termini di cultura, integrazione, tolleranza, basta il fotogramma del volto del giovane per capire che è stato un successo: ha capito sulla sua pelle, senza Zingarelli alla mano, cosa significa pregiudizio. Ha la «r» moscia, Almir: «Ho 32 anni, da venti sono in Italia - racconta -. Sono arrivato in gommone: una traversata, da Valona a Brindisi. Ho fatto le scuole qui, ora sono muratore. Ma sono clandestino, quindi non scrivere nulla sul giornale». E ride. Ecco un altro segreto per l’integrazione: l’ironia. Che in questo caso è una lezione per tutti coloro che confondono clandestino con immigrato, o extracomunitario con nero. Il razzismo, però, non è solo nelle parole: «Il razzismo è ovunque, lo sentiamo e lo vediamo - dice il compagno di squadra Altin Loku -. Soprattutto da parte degli italiani: basti pensare che nella nostra squadra ci sono ragazzi dell’Est, dell’Africa, ma nessun italiano, nonostante la nostra intenzione sarebbe quella di accoglierli». Accoglienza, vista da un altro punto di vista. E ancora ironia: «Io sono ricercato». E’ italiano Jean Claude Didiba: nato in Camerun, è arrivato in Italia quattordici anni fa e ha sposato una ragazza di San Secondo. E’ presidente dell’associazione Amici dell’Africa, nonché referente per il Torneo Wind Cup, giocato in contemporanea anche in altre sette città italiane: «Questa manifestazione è molto importante - spiega -, perché regala veri momenti di integrazione che spesso si trasformano in belle amicizie». Da nero italiano sente una grande responsabilità: «Sono quelli come me gli italiani che devono saper indicare la giusta via per l’integrazione a questi ragazzi». E Balotelli? «Il suo è un esempio irrinunciabile», assicura.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

4commenti

Euro Torri

Ruba una felpa e spacca una parete in cartongesso

Un giovane minorenne italiano

Via Bizzozzero

Auto pirata investe una bambina. Chi ha visto?

Appello della mamma della piccola

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

3commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

GAZZAFUN

Lucarelli il migliore con l'Entella: consolida il primo posto

serie b

Le pagelle in dialetto

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro