21°

28°

Strajè-Stranieri

Maria, da badante a negoziante nel "cuore" dell'Oltretorrente

Maria, da badante a negoziante nel "cuore" dell'Oltretorrente
2

Margherita Portelli

Ha insegnato per vent’anni, e poi ha dovuto ricominciare a imparare. In Moldova era maestra, laureata in Psicologia e Pedagogia, e in Italia - un Paese in cui è arrivata scappando da una situazione che non le permetteva più di dar da mangiare ai figli e di curare il marito infermo - ha cominciato facendo la badante. Ora è un’imprenditrice, perché nel 2010 ha avuto il coraggio di provarci. Mettersi in gioco per realizzare un sogno: aprire un negozietto di abiti vintage tutto suo, «Al Pozzo», in via Bixio. Maria Munteanu, 56 anni, hai i colori del suo Est: capelli biondi e occhi chiari. Sorride: lo fa sempre, anche quando racconta delle mille difficoltà che, dal 1989, ha dovuto fronteggiare per ricostruirsi una vita serena.
«Nel 1989, quando si è sciolta l’Unione Sovietica, la moneta del nostro Paese ha subito una svalutazione incredibile: crisi nera. Chi, come me, doveva essere pagato dalla Stato, iniziò a dover aspettare mesi e mesi per vedere uno stipendio. È andata avanti così per anni: io avevo due figli da mantenere e un marito paralizzato, non sapevo più come fare a dar loro da mangiare. Per arrotondare durante le vacanze estive facevo altri lavoretti, mercatini e cose del genere. Facevo il pane in casa, per risparmiare, ma la situazione era sempre più difficile». Maria era molto legata al suo Paese e alla sua città, Chisinau: molti suoi connazionali partivano, lasciando la propria terra per provare a trovare un lavoro altrove, ma lei non voleva. «Non riuscivo a pensare di abbandonare i miei studenti, e i miei luoghi. Non volevo rassegnarmi - racconta -. Una notte però, era il 2002, mi svegliai d’improvviso e capii che in quel modo non potevo andare avanti. Non ce l’ho fatta più: in una settimana sono partita con un visto turistico e su un autobus sono arrivata in Italia». Per due anni Maria non sarebbe più tornata in Moldova. Per due anni avrebbe dovuto rinunciare alla sua famiglia.
«Una volta qui, ho raggiunto mio fratello, per poco tempo sono rimasta a Napoli, e poi siamo andati a Rimini – ricorda -. Cominciai a fare la badante, e capitava spesso che mi ritrovassi a spasso perché in una famiglia non c’era più bisogno di me; così dovevo ricominciare tutto da capo. Per un periodo andai a lavorare a Brescello, in una fabbrica, e poi tornai di nuovo ad assistere anziani, approdando a Parma. Spesso dovevo stare con i malati ventiquattro ore su ventiquattro: anche psicologicamente era molto dura». Lavorava come una pazza assistendo malati, per mandare a casa i soldi con i quali pagava una persona che assistesse il marito e dava da mangiare ai figli. «Col tempo, poi, i miei figli sono arrivati in Italia» sorride Maria mostrando alcune foto di famiglia. Nel rovistare tra i ricordi, la commerciante ripensa a quando, tornata per la prima volta nel suo Paese, era il 2004, tutti la accolsero festosi e curiosi di farsi raccontare come fosse l’Italia: «Fu un’emozione indescrivibile, rivedere la mia terra, la mia famiglia». Dopo diversi anni passati ad assistere anziani, Maria decise di dare spazio a un sogno: «Nel 2007 avevo fatto un corso alla Confesercenti, perché il mio desiderio era quello di aprire un bar. Per lunghi anni poi non mi misi in pista, ma un giorno capitai a Reggio Emilia dove vidi dei negozietti che vendevano abiti strani, «Vintage» c’era scritto. Non sapevo nemmeno che volesse dire, ma mi vergognavo a chiedere, così andai in biblioteca a sfogliare il dizionario. Iniziai a conoscere quel mondo, ad appassionarmi, ed ora eccomi qua. Non senza sacrifici, però». La sua firma, nel negozio, è ovunque: gli abiti li personalizza a seconda dei gusti e i manichini li restaura; e poi crea pochette, cappellini all’uncinetto, decori di ogni sorta. «Questo lavoro mi permette di dare sfogo alla mia creatività. Mi piace» spiega. Il pozzo che dà il nome al suo negozio deriva da una canzone moldava: «La cantavo quand’ero là, parla di un pozzo dei desideri». Uno di quei desideri, a quanto pare, Maria è riuscita proprio a realizzarlo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gothico

    26 Aprile @ 12.17

    Complimenti Signora Maria, Ho visitato di recente il suo Super Allegro negozio in via Bixio nel cuore dell oltretorrente parmigiano. Tante cose prezzi ottimi, Consigliato____________________________

    Rispondi

  • Shunkakan

    25 Luglio @ 00.08

    In bocca al lupo alla signora! Purtroppo la sua fuga da una brutta situazione l'ha portata in un paese che sta affondando lentamente oltre ad essere il più tassato del mondo senza avere nessun tipo di servizio in cambio, anzi: tagli alla sanità, alla sicurezza, alla cultura ecc. . Un tempo l'Italia era "il bel paese", quello che ha dato i natali a Leonardo da Vinci, Platone, Dante Alighieri, Manzoni, Petrarca, Correggio, Raffaello solo per citarne alcuni, la culla dell'arte e della letteratura, musica e buona cucina;un posto dove si poteva avere dei sogni e delle idee e con la buona volontà realizzarli. Adesso a chi viene una buona idea arriva il governo a metterci sopra una tassa! Le auguro comunque di riuscire nel proseguimento del suo sogno monti e spread permettendo.....

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

Lutto

L'ultima lezione di Angela

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

8commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

3commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

2commenti

Fatto del giorno

Gara Tep-Busitalia: perquisizioni a Smtp

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

1commento

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

disagi

Temporale su Parma: cellulari, problemi a singhiozzo sulla linea Tim

2commenti

paura

70enne si ritrova con i ladri in casa in zona via La Spezia

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

TORINO

Fuggi fuggi in piazza San Carlo, indagata la Appendino

salute

Vaccini: in Sardegna, tetano dopo 30 anni. Morta bimba a Roma per morbillo

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat