16°

30°

Strajè-Stranieri

Regolarizzazioni. Più scetticismo che speranze

Regolarizzazioni. Più scetticismo che speranze
Ricevi gratis le news
0

Chiara Pozzati
I sindacati si aspettano una sanatoria per colf e badanti «bis». L’ufficio stranieri preferisce non sbilanciarsi. Le proiezioni «latitano».
Ma la nuova corsa alla regolarizzazione dei lavoratori clandestini dovrebbe coinvolgere almeno duemila persone a  Parma. Lo confermano le stime fornite da Cgil e modellate sulla sanatoria del 2009. La Camera del lavoro avverte: «Un’operazione positiva ma che rischia di rivelarsi un flop. Troppo costoso e troppo complicato ottenere i documenti necessari per la pratica. Più che emergere il lavoro nero nelle aziende, verrà a galla quello tra le mura domestiche».
 In altre parole, fino ad ora, sono state soprattutto (poche) famiglie parmigiane a informarsi negli uffici di via Casati Confalonieri, per regolarizzare la posizione del proprio collaboratore domestico.
Scetticismo viene espresso  anche dalla Cisl: «in un periodo di crisi come questo, più di mille euro a dipendente rappresenta una spesa troppo alta per mettersi in regola», confermano.
Eppure, con l’avvicinarsi del 15 settembre, il passaparola e l'attenzione tra stranieri e italiani si fa sempre più insistente. E forse anche le speranze dei lavoratori che vengono da lontano e potrebbero finalmente ottenere il permesso di soggiorno.
«Ogni giorno riceviamo almeno una decina di chiamate. Si tratta di persone che vogliono informarsi sui dettagli della sanatoria – spiega Laura Agnetti, responsabile dell’Ufficio stranieri Cisl – ma il «pienone» dovremmo registrarlo i primi di settembre».
Anche  Agnetti però si dice scettica sulla reale portata del provvedimento. Raffaele Tagliani, segretario della Cgil con delega alle politiche per l’immigrazione e Daniela Ferrari, responsabile dell’Ufficio migranti, tengono a fare chiarezza.
 «Occorre sfatare un po’ di miti e paure ingiustificate: si tratta di un provvedimento che vede la regolarizzazione dei lavoratori clandestini che si trovano già in Italia, non ha niente a che vedere con un decreto flussi. Non è un elemento calamita che scatena nuovi ingressi e nuovi arrivo».
In verità, non è neppure una vera e propria sanatoria «si tratta di una disposizione transitoria – chiarisce ancora Tagliani –, un primo tentativo di conformarsi alle direttive Ue contro il lavoro nero».
Non è altro che un’autodenuncia da parte del datore di lavoro che ha assunto immigrati clandestini: «Mille euro e una minima parte dei contributi, sono una spesa sicuramente inferiore rispetto alla multa-stangata che potrebbe arrivare in un secondo tempo. Non è altro che una sorta di aiuto alle ditte più recidive, in attesa di pene più severe».
«Finora, le più interessate all’operazione erano le famiglie italiane – rimarca la Ferrari – desiderose di mettere in regola colf e badanti. Far emergere il lavoro nero è un estremamente complesso, specialmente in alcuni ambiti. Come quello dei cantieri edili, dove il turnover di operai clandestini è impressionante».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile»

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti