10°

18°

Strajè-Stranieri

Ramadan e solidarietà nella Ventisettesima notte

Ramadan e solidarietà nella Ventisettesima notte
0

di Maroua El Baoui

Ancora una volta, la comunità islamica si è ritrovata nei giorni scorsi nel proprio centro culturale di via Campanini per un appuntamento con la solidarietà. Tante famiglie arabe parmigiane non ancora partite o già tornate dai propri viaggi estivi, hanno tirato fuori l’abito della festa per onorare uno degli ultimi appuntamenti fissati per il Ramadan.  La ricorrenza, che si tiene verso la fine del tradizionale mese di digiuno (che si conclude oggi), è chiamata «La ventisettesima notte»: più di 250 persone si sono presentate al centro dopo la preghiera del tramonto, con piatti di cous cous da donare in beneficenza. 
Anche a Parma questa tradizione, più culturale che religiosa, viene rispettata. Con aria nostalgica, una giovane egiziana velata residente a Parma racconta: «In Egitto, come in tutti i Paesi islamici, la sera dopo il tramonto si esce a fare una passeggiata. Durante la “Leilat al kader” (la Ventisettesima notte), l’atmosfera di festa esplode. Si fanno regali ai parenti, si divide il proprio pasto con i poveri o con la moschea più vicina. Qui l’atmosfera è diversa ma proviamo a riportare un briciolo dell’entusiasmo che caratterizza questi giorni nel nostro Paese». 
Imad Eddine Moussalit, esperto in teologia islamica, volontario del centro culturale, spiega: «Nella cultura tradizionale araba, alla vigilia di quella che noi chiamiamo “la notte del destino”, tutte le famiglie vengono invitate a mettersi una mano sul cuore (e al portafoglio) in favore dei meno abbienti. In passato la donazione era stabilita in base al grano e al riso che la mano del donatore poteva contenere. Essendo, però, cambiate le necessità di queste persone, la “fatra” è stata estesa anche al denaro nella cifra simbolica di 8 euro. La notte del destino è così denominata perché richiama l’idea della sorte che attende il fedele. Una sorta di giudizio del credente rispetto alla sua prestazione di fede durante il Ramadan». Imad spiega anche che «si crede che durante i trenta giorni di digiuno esista una notte speciale nella quale le buone azioni dei fedeli assumano maggiore importanza rispetto alle altre. Si narra che non sia mai stato rivelato quale fosse questa notte e che Maometto, sperando di spronare il fedele a essere buono per tutte e trenta le notti, si sia portato nella tomba questo sacro segreto. La cultura popolare ha casualmente scelto la ventisettesima notte per dare concretezza e modo di festeggiare con le dovute buone azioni questa nottata».
Le tante famiglie arabe che hanno lasciato i propri Paesi per trasferirsi in occidente non hanno dimenticato di celebrare con gesti caritatevoli la tradizione della Ventisettesima notte. Per loro è infatti impossibile dimenticare le sofferenze delle tante persone, vicine e lontane, che ogni anno aspettano questo momento. Le azioni caritatevoli hanno, in questo periodo, un picco notevole, paragonabile alla beneficenza che si fa a Natale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

6commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

viabilità

Afflusso alle fiere e due incidenti: lunghe code al casello e verso Baganzola

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

3commenti

SOCIETA'

Lutto

Morto l'economista Giacomo Vaciago. Fu sindaco di Piacenza

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery