17°

30°

Strajè-Stranieri

Ramadan e solidarietà nella Ventisettesima notte

Ramadan e solidarietà nella Ventisettesima notte
0

di Maroua El Baoui

Ancora una volta, la comunità islamica si è ritrovata nei giorni scorsi nel proprio centro culturale di via Campanini per un appuntamento con la solidarietà. Tante famiglie arabe parmigiane non ancora partite o già tornate dai propri viaggi estivi, hanno tirato fuori l’abito della festa per onorare uno degli ultimi appuntamenti fissati per il Ramadan.  La ricorrenza, che si tiene verso la fine del tradizionale mese di digiuno (che si conclude oggi), è chiamata «La ventisettesima notte»: più di 250 persone si sono presentate al centro dopo la preghiera del tramonto, con piatti di cous cous da donare in beneficenza. 
Anche a Parma questa tradizione, più culturale che religiosa, viene rispettata. Con aria nostalgica, una giovane egiziana velata residente a Parma racconta: «In Egitto, come in tutti i Paesi islamici, la sera dopo il tramonto si esce a fare una passeggiata. Durante la “Leilat al kader” (la Ventisettesima notte), l’atmosfera di festa esplode. Si fanno regali ai parenti, si divide il proprio pasto con i poveri o con la moschea più vicina. Qui l’atmosfera è diversa ma proviamo a riportare un briciolo dell’entusiasmo che caratterizza questi giorni nel nostro Paese». 
Imad Eddine Moussalit, esperto in teologia islamica, volontario del centro culturale, spiega: «Nella cultura tradizionale araba, alla vigilia di quella che noi chiamiamo “la notte del destino”, tutte le famiglie vengono invitate a mettersi una mano sul cuore (e al portafoglio) in favore dei meno abbienti. In passato la donazione era stabilita in base al grano e al riso che la mano del donatore poteva contenere. Essendo, però, cambiate le necessità di queste persone, la “fatra” è stata estesa anche al denaro nella cifra simbolica di 8 euro. La notte del destino è così denominata perché richiama l’idea della sorte che attende il fedele. Una sorta di giudizio del credente rispetto alla sua prestazione di fede durante il Ramadan». Imad spiega anche che «si crede che durante i trenta giorni di digiuno esista una notte speciale nella quale le buone azioni dei fedeli assumano maggiore importanza rispetto alle altre. Si narra che non sia mai stato rivelato quale fosse questa notte e che Maometto, sperando di spronare il fedele a essere buono per tutte e trenta le notti, si sia portato nella tomba questo sacro segreto. La cultura popolare ha casualmente scelto la ventisettesima notte per dare concretezza e modo di festeggiare con le dovute buone azioni questa nottata».
Le tante famiglie arabe che hanno lasciato i propri Paesi per trasferirsi in occidente non hanno dimenticato di celebrare con gesti caritatevoli la tradizione della Ventisettesima notte. Per loro è infatti impossibile dimenticare le sofferenze delle tante persone, vicine e lontane, che ogni anno aspettano questo momento. Le azioni caritatevoli hanno, in questo periodo, un picco notevole, paragonabile alla beneficenza che si fa a Natale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

E' morto Roger Moore: l'ex James Bond aveva 89 anni

cinema

E' morto Roger Moore: è il primo addio a un protagonista di "007"

Il fiscalista di Corona: "faceva 130mila euro di nero al mese"

PROCESSO

Il fiscalista di Corona: "Faceva 130mila euro di nero al mese"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cher, a 71 anni look ose' a Billboard Music Awards

MUSICA

Cher, look osé. A 71 anni incanta ancora

1commento

Lealtrenotizie

Incendio all'ex scuola di Baganzola, in fumo l'archivio della Magnanini

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

allarme

Sorbolo, non solo parkour. "Ora fingono di finire sotto le auto"

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

1commento

LEGA PRO

Il Parma vuole la qualificazione

polizia

L' "ordinaria" sequenza di furti nei supermercati: denunciati in tre

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

Traversetolo

Spunta un villaggio neolitico sotto il futuro Conad

Fidenza

Bar «Spiga d'oro», due furti in quattro giorni

VIABILITA'

Industria 4.0 in fiera: code al casello di Parma

LANGHIRANO

Motorini, proteste per l'«invasione»

PERSONAGGIO

Picelli, il «vecio dei Capannoni» e la storia del quartiere Cristo

Volontariato

Sorbolo piange Lina, l'angelo degli anziani

gazzareporter

"Uova, scope, secchi di pittura: cartoline da via Langhirano" Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Italiano rapito in Siria riappare in un nuovo video

MILANO

Fiamme al carcere minorile Beccaria: dramma sventato

SOCIETA'

CESENA

La triatleta Julia Viellehner è morta: donati gli organi

avvistamenti

"Flottiglia di Ufo nei cieli di San Marino": le foto

3commenti

SPORT

Giro d'Italia

Dumoulin e i problemi intestinali: tappa a bordo strada Video

CESENA

Nicky Hayden: la famiglia acconsente all'espianto degli organi

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancor più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare