-1°

Strajè-Stranieri

L'uzbeka Irina, una cameriera laureata in legge

L'uzbeka Irina, una cameriera laureata in legge
1

 Chiara Pozzati 

La sua storia trafigge il cuore. Gli occhi di ghiaccio e l’esile, atletico profilo sembrano trasmettere la sua invincibile voglia di lottare. Irina Kopilova, uzbeka di 34 anni, è nata a Karshi, tremila anni di storia a un’ora di strada da Samarcanda. 
Laureata in legge, il diploma di pianista in tasca, un bimbo che le illumina la vita e la «divisa» in bianco e nero del Caffè Garibaldi sotto braccio.
 Saetta tra i tavoli con garbo ed eleganza, precisa ma discreta, Irina solleva vassoi con leggerezza mentre sorride alla città. «Tornare in Uzbekistan? Lo faccio, ma non più di qualche giorno. La mia casa è a Parma, qui mi sento più che appagata». 
Un complimento che il Ducato ricambia con vivo affetto, gli habitué della Piazza adorano i modi raffinati della cameriera spigliata e intraprendente.
 Ha iniziato a viaggiare a 12 anni, «ma solo qui ho trovato il mio ‘nido’ felice. Purtroppo mio padre è scomparso molto giovane – spiega con la calma innaturale di chi non vuole appesantire la conversazione – e mia madre ha dovuto prendere in mano le redini della famiglia». 
Una madre energica a cui Irina non sarà mai grata abbastanza,  e una sorella diventata un’amica vera: ecco la fotografia dell’infanzia in casa Kopilova. «Ci siamo sempre divise tra Uzbekistan e Russia – racconta con un velo di malinconia – mia madre è moscovita e trascorrevamo le vacanze estive a Mosca. 
A Karshi l’estate arriva prima ed è più calda: si parla di 55 gradi all’ombra. Ogni tanto ci concedevamo qualche settimana al mare (il Mar Nero), ma i tre mesi di vacanze sembravano comunque durare un soffio».
 Il resto dell’anno Irina si divideva tra la scuola normale (dove oltre al russo e  l’uzbeko dovevi imparare altre tre lingue) e la scuola di musica, grazie a cui ha conseguito il diploma in pianoforte. 
«Ho trovato lavoro mentre ancora studiavo – chiarisce – ero una consulente che viaggiava in tutta Europa per conto di un’azienda specializzata nella produzione del gas».
 Poi, nel 2002, l’arrivo a Parma «anche se mi era già capitato di visitare alcune città italiane». Venezia, Firenze, Roma, giusto per citarne qualcuna. «Qui ho vissuto momenti di straordinaria gioia, ma anche di puro dolore. Non è stato semplice ricostruirmi una posizione in un luogo parecchio lontano da casa». 
Una laurea in legge che non le viene riconosciuta e un diploma non sempre semplice da far valere, Irina si rimbocca le maniche: «Specialmente per il bene di mio figlio. Il padre ed io siamo rimasti molto legati e desideriamo il meglio per lui».
 Dopo una scia di curricula lasciati sulle scrivanie di mezza Parma, è stata assunta all’elegante caffè Bistrot quasi per caso («provvidenza»). 
«Da allora ho scoperto una seconda famiglia e una professione appagante», assicura. 
Impeccabile nei modi e nell’operato, la giovane uzbeka ha dimostrato fin da subito una rara dedizione al lavoro. 
Irina è rimasta in Piazza da allora, oggi si dà un gran da fare tra i tavolini del Caffè Garibaldi. «Viaggiare? Non mi manca per nulla – risponde con naturalezza – qui ho tutto ciò che mi rende felice». 
A partire dal suo Alessio, quel bimbo che le ha rischiarato la vita e che «è un piccolo grande parmigiano a tutti gli effetti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patric

    16 Ottobre @ 11.59

    Mi spiace ma non possiamo mettere minimamente a confronto le nostre scuole e universita con quelle dell est a livello di legge ed economia e commercio. Non parlo da razzista perchè mio cugino è sposato con una ragazza ucraina la quale è proprio laureata in legge e che dichiara che ce un oceano di differenza tra i due paesi su lauree in legge e anche altri indirizzi. la sua laurea equivale a una terza superiore da noi, ma come alcuni nostri titoli di studio non hanno gran valore nel loro paese. Non sono minimamente stranito da questa notizia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti