17°

Strajè-Stranieri

Protesta al campo nomadi: non possiamo pagare le bollette

Protesta al campo nomadi: non possiamo pagare le bollette
2

Luca Pelagatti
Mercoledì hanno rovesciato i cassonetti e minacciato di bloccare via del Cornocchio. Ieri mattina, meglio organizzati, si sono presentati con cartelli e iniziato lo «sciopero dei bambini». Nel senso che i piccoli non sono stati mandati a seguire le lezioni come tutte le  altre mattine.
  Sono i nomadi di origine macedone ospiti del campo comunale, cinque famiglie per un totale di una trentina di persone, che da qualche giorno hanno dichiarato una sorta di stato di agitazione.  Per colpa delle bollette.
«Noi siamo qui nel campo da anni e abbiamo sempre cercato di lavorare, senza creare troppi problemi - hanno raccontato i capofamiglia reclamando un intervento delle autorità. - Ma da qualche tempo tutti noi abbiamo perso il lavoro e ora non ci sono più i soldi per pagare l'acqua e la luce. E abbiamo paura che ci taglino le utenze».
Un rischio in realtà non troppo concreto che si lega tuttavia ad una altra lunga serie di lamentele. Queste,  almeno in parte, giustificate.
Gli ospiti del campo infatti dal 2008 vivono nella struttura senza un regolare contratto di locazione da parte del Comune  e questo fatto impedisce che venga loro concesso il certificato di idoneità alloggiativa. Un documento senza il quale trovare lavoro è pressoché impossibile.
«Purtroppo si tratta di un problema reale», ammette l'assessore ai servizi sociali Laura Rossi che ieri alle 14 ha incontrato i nomadi insieme al sindaco Pizzarotti. «La situazione del campo risente di una storica inerzia e di una mancanza di accorta  gestione da parte delle precedenti gestioni». Uno scomodo  retaggio che ora l'amministrazione si trova a dovere fronteggiare: anche se le risorse, come è noto, sono molto scarse. «Per parte loro anche  i nomadi hanno delle forti responsabilità: il degrado della struttura è in buona parte attribuibile a loro che hanno sempre comunque potuto contare su un'assistenza economica. Le bollette non le hanno mai pagate e ad intervalli l'amministrazione si è fatta carico di coprire il pregresso. Ora però il problema è più serio».
Si, perchè il campo sarebbe da da bonificare e rimettere in sicurezza con investimenti pesanti mentre  il Comune non può certo mantenere all'interno di una propria struttura persone senza un contratto che è fondamentale per il loro permesso di soggiorno e il lavoro. «Nell'incontro di ieri ho chiesto espressamente che gli ospiti si impegnino per iscritto a offrire la loro collaborazione per la gestione delle struttura. E' altresì vero che le condizioni minime di sicurezza sono a rischio». E forse proprio qui è la chiave per capire il motivo di questa lunga assenza di un contratto: per perfezionarlo si sarebbe dovuto investire e si è preferito non farlo. Non riuscendo però neppure a prendere la decisione di sgomberare un'area che ormai appare fatiscente e devastata. E gli ospiti? Loro dopo l'incontro di ieri sembrano dichiarare una certa disponibilità anche se le bollette, che ormai superano i mille euro l'una, dovranno essere pagate. E su chi debba mettere la mano al portafoglio le ipotesi sono diverse.
«In Emilia è stato stanziato un milione di euro per i campi nomadi-  hanno ripetuto più volte gli ospiti. - Ma i soldi dove sono?».
«Il finanziamento riguarda l'intera regione e per Parma sono disponibili circa 30mila euro - ribatte l'assessore. - E noi di recente abbiamo partecipato al bando per ottenere la somma». Ma 30mila euro certo non bastano. Tra poco arriverà l'inverno. E il clima potrebbe surriscaldarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ParmigianoFiero

    11 Ottobre @ 14.21

    Ok, siete pronti per Zelig. Ma se siete "nomadi", datevi un mossa e andate via!

    Rispondi

  • jackal

    06 Ottobre @ 22.09

    Perquisizione del campo e foglio di via.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

8commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Scoperta cellula neonazista: pensava a raid contro immigrati e fabbricava ordigni

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche